Cerca nel quotidiano:


I ristoratori livornesi in Comune. “Ecco le nostre richieste”

Fabio Sanna: "Chiediamo a tutti i colleghi di essere presenti sotto al Comune, rispettando tutte le normative anti-covid in essere come mascherine e distanziamento sociale, per far sentire comunque la nostra presenza forte e chiara per chiedere l'attuazione di alcune necessarie soluzioni di sostegno"

Giovedì 15 Aprile 2021 — 08:26

Mediagallery

Il documento con le richieste emergenziali fu già affidato nelle mani dei quattro sindaci (nella foto in pagina) che si ritrovarono a Livorno per la riunione del collegamento "costa-città di Firenze" nella giornata del 1° aprile

L’appuntamento è alle 15 di venerdì 16 aprile a Palazzo Civico dove una rappresentanza dei ristoratori livornesi afferenti a TNI Italia, Tutela Nazionale Imprese, sarà ricevuta dal sindaco Salvetti, dall’assessore al commercio Garufo e dall’assessora al bilancio Ferroni (fotogallery in fondo all’articolo a cura di Lorenzo Amore Bianco).
Lo scopo dell’incontro è quello di consegnare alla Giunta un documento inoltrato già via Pec in maniera plurale a tutti i sindaci della Toscana per conto dell’organizzazione sindacale e in contemporanea in maniera capillare a tutti i sindaci italiani. In questo documento (che potete leggere in maniera integrale cliccando sul link al pdf in fondo all’articolo) si analizza, punto per punto, le richieste emergenziali e i nodi fondamentali per la riapertura in sicurezza dei locali e le domande che gli imprenditori locali fanno per poter cercare di respirare in un periodo di vera e propria apnea fiscale ed economica dettata da una crisi senza precedenti innescata chiaramente dalla pandemia.
A salire gli scalini di Palazzo Civico saranno il presidente di Tni Livorno Fabio Sanna, il segretario Luca Marcantoni e Simone Gonnelli.
“Chiediamo a tutti i ristoratori livornesi – spiega Sanna a QuiLivorno.it – di essere presenti sotto al Comune, rispettando tutte le normative anti-covid in essere come mascherine e distanziamento sociale, per far sentire comunque la nostra presenza forte e chiara e per manifestare pacificamente le nostre ragioni e chiedere dunque l’attuazione di alcune necessarie soluzioni di sostegno”.
Il documento fu già affidato nelle mani dei quattro sindaci (nella foto in pagina sotto a quella grande) che si ritrovarono a Livorno per la riunione del collegamento “costa-città di Firenze” nella giornata del 1° aprile.

Riproduzione riservata ©