Cerca nel quotidiano:


Il cane Chips è tornato in Francia con la sua padrona

Intervento della polizia municipale per risolvere una lite fra due gruppi di persone che sostenevano entrambi la proprietà del piccolo cane. Una signora di Montpellier ha riconosciuto il suo cane “Chips” su internet, sottrattole in Francia ad aprile, e si è recata a Livorno

Venerdì 10 Dicembre 2021 — 15:53

Mediagallery

Si è conclusa nel migliore dei modi, con il ritorno a casa, la storia di un piccolo cane “conteso” che era stato preso in custodia dall’Ufficio Tutela Animali del Comune di Livorno. Come rende noto il Comune attraverso un comunicato del 10 dicembre il mese scorso la polizia municipale era infatti intervenuta per risolvere una lite fra due gruppi di persone che sostenevano entrambi la proprietà di un piccolo cane pezzato bianco e marrone. Poiché nessuno aveva documenti che potessero comprovarne la proprietà, l’animale è stato portato al canile municipale la Cuccia nel Bosco. La vicenda era sembrata sin dall’inizio abbastanza singolare, e quindi la foto del “piccoletto” è stata fatta girare su facebook e siti internet. Per fortuna una signora di Montpellier ha riconosciuto il suo cane Chips, sottrattole in Francia ad aprile. La signora si è subito messa in contatto con il canile e dopo aver inviato il passaporto del cane, la foto ed il libretto sanitario ha chiesto quando potesse venire a prenderlo. Il lieto fine questa volta c’è stato: la signora francese e il suo cane si sono ritrovati a Livorno lunedì scorso, per poi ripartire insieme per Montpellier. “Questa bella notizia – dice il personale che lavora al canile municipale – ci dà una spinta a continuare a lavorare per il bene dei nostri ospiti, sperando in altre storie così belle da riferire”.

Riproduzione riservata ©