Cerca nel quotidiano:


Il Cisternino di Città diventa la “casa” dei giovani

La struttura ospiterà il servizio Informagiovani e un Urban Center, luogo di co-progettazione destinato alle nuove generazioni

Martedì 29 Giugno 2021 — 09:33

Mediagallery

di Lorenzo Evola

Il Cisternino di Città come luogo per i giovani (foto Amore Bianco). È ciò che prevede l’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale, mirata al rilancio e al potenziamento delle Politiche Giovanili attraverso l’ampliamento delle occasioni di ascolto e confronto dei giovani cittadini. Iniziativa che vede, appunto, il Cisternino di Città quale polo culturale, artistico, formativo e inclusivo ideale per agevolare le condizioni e le modalità d’incontro dei giovani, nonché area di co-progettazione che li veda protagonisti. Da segnalare, tra le novità, sia il trasferimento all’interno della struttura dell’Informagiovani (dalla precedente sede di via Terreni), sia la sua elezione a spazio di co-progettazione nell’ambito dei progetti “Sinergie” e “Giovani Protagonisti Livornesi”. L’Informagiovani è un servizio che offre un’informazione trasversale per soddisfare le diverse esigenze del mondo giovanile: agevolare l’inserimento nella vita sociale e lavorativa, fornire orientamento riguardo ai percorsi universitari e/o formativi/professionali, promuovere conoscenze per la migliore espressione delle proprie possibilità e potenzialità individuali, senza dimenticare l’attenzione riguardo ai giovani a rischio di abbandono scolastico, piaga che, negli ultimi tempi, ha assunto una rilevanza sempre più significativa a livello nazionale. Il progetto “Sinergie”, invece, prevede il coinvolgimento di 30 giovani inattivi, tra i 18 e i 29 anni (residenti o domiciliati nel territorio della Provincia di Livorno e in possesso almeno del Diploma), scelti in seguito a colloqui, che in seguito ad un percorso formativo adeguato e affiancati da soggetti del Terzo Settore, potranno realizzare progetti innovativi per la città. Previste circa 100 ore tra formazione e project work (per un impegno di circa 8 mesi a partire da fine luglio), oltre ad una borsa di studio di 1000 euro lordi per ogni ragazzo. “Giovani Protagonisti Livornesi” nasce con l’intento di dar vita a un luogo definito la “Casa delle Idee”, fatto da giovani per giovani e che coinvolgerà i ragazzi nella proposta di iniziative concrete per la crescita del benessere e la prevenzione del rischio nei vari contesti di vita giovanile, come il divertimento notturno, il contrasto al fenomeno dell’incidentalità stradale causata dall’uso di alcol e droga, riqualificazione del territorio, uso controllato e responsabile del web, la lotta a qualsiasi forma di discriminazione e molte altre ancora. “La scelta fatta da questa Amministrazione è stata quella di trasformare il Cisternino di Città in un luogo animato da giovani – spiega il sindaco Luca Salvetti durante la conferenza di presentazione dell’iniziativa – un luogo di incontro, di idee e confronto. I servizi proposti sono fondamentali per quei ragazzi che ragionano sul loro futuro, ma sono fondamentali anche per la città che, come loro, deve guardare avanti”. “Sono contenta di poter ufficializzare il trasferimento dell’Informagiovani all’interno di questa struttura – ha aggiunto la vicesindaca Libera Camici – perché è anche l’occasione per rilanciare il ruolo che abbiamo in mente per il Cisternino. Con Informagiovani vogliamo dare un sostegno ai giovani riguardo al loro percorso di formazione sociale e professionale, mentre grazie ai due progetti di co-progettazione promossi (“Sinergia” e “Giovani Protagonisti Livornesi”) i ragazzi selezionati potranno intervenire concretamente sul territorio. Dare, quindi, delle opportunità e dei servizi ai giovani e rivalorizzare, allo stesso tempo, un edificio bellissimo come il Cisternino. È questo il nostro obiettivo”.

Riproduzione riservata ©