Cerca nel quotidiano:


Il Consiglio Provinciale ha approvato il bilancio 2020

Nel bilancio 2020 sono state finanziate con risorse proprie dell’Ente (con finanziamento anche del Ministero dell’istruzione per quelle relative all’edilizia scolastica) tutte le progettazioni relative ai lavori programmati ed inseriti nel piano delle opere pubbliche 2021 e 2022

Lunedì 30 Marzo 2020 — 18:06

Mediagallery

Il bilancio garantisce la copertura delle spese di investimento per strade e scuole grazie anche ai contributi specifici previsti già dalla legge di bilancio dello scorso anno

Il Consiglio Provinciale, riunito in videoconferenza il 30 marzo 2020, ha approvato con i voti della maggioranza, il bilancio preventivo 2020 e i documenti che lo compongono. Le line programmatiche del bilancio sono state illustrate dalla presidente Marida Bessi, la quale ha sottolineato l’eccezionalità della situazione che stiamo vivendo.
“La grave emergenza sanitaria che il nostro Paese sta attraversando, così come ormai tutto il resto del mondo, ha completamente stravolto la normale attività del governo centrale e del Parlamento, nonché di tutte le istituzioni regionali e locali, concentrando gli sforzi di tutti nel contrasto alla diffusione del Corona virus Covid-19, nell’assistenza sanitaria alle persone che hanno contratto la malattia e nell’assistenza ai cittadini costretti a rimanere nella propria abitazione.
Anche l’Amministrazione Provinciale è attiva in questo sforzo comune.
La Polizia Provinciale è impegnata nelle attività di verifica del rispetto delle norme sugli spostamenti delle persone e la Protezione civile provinciale sta svolgendo un importante ruolo, in particolare nell’organizzazione dei turni dei volontari che prestano la loro opera nelle tende pretriage degli ospedali di Livorno, Cecina, Piombino e Portoferraio. Inoltre è un prezioso punto di riferimento per le decine di persone che quotidianamente telefonano per avere informazioni, nonché per l’impegno relativo alla distribuzione delle mascherine fornite dalla Regione Toscana.
In questo contesto – ha proseguito la presidente – abbiamo ritenuto importante procedere con questo atto, che ci consente di essere operativi anche in questa fase”.
Anche quest’anno il bilancio deve fare i conti con la penalizzazione dovuta al contributo allo Stato per il risanamento della finanza pubblica. Per l’esercizio 2020 la cifra ammonta a 15.551.536. euro (la somma dovuta è trattenuta direttamente dal gettito dell’imposta R.C. auto riscosso dall’Agenzia delle Entrate e dal gettito dell’I.P.T. riscosso dall’A.C.I.) assorbendo il 41,02% delle risorse proprie dell’Ente.
Il bilancio garantisce la copertura delle spese di investimento per strade e scuole grazie anche ai contributi specifici previsti già dalla legge di bilancio dello scorso anno. Si tratta dei finanziamenti di programmi straordinari della rete viaria, per 1.714.105,72 euro,  e dei piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole per 2.303.088 euro. La legge di bilancio 2020 prevede un aumento per entrambi i contributi, i cui importi non sono stati ancora determinati.
“Tenuto conto dell’attuale situazione di emergenza sanitaria e delle gravi ripercussioni che ci saranno sull’economia generale del Paese – ha evidenziato la presidente Bessi – con conseguenze pesanti anche sui conti delle amministrazioni locali è probabile che gli stanziamenti che indichiamo subiscano modifiche anche sostanziali che, tuttavia, al momento non è possibile prevedere. Quindi, occorre essere consapevoli che alcune scelte programmatiche che faremo oggi potrebbero essere riviste sulla base di priorità che si presenteranno nel prossimo futuro”.
Nel bilancio 2020 sono state finanziate con risorse proprie dell’Ente (con finanziamento anche del Ministero dell’istruzione per quelle relative all’edilizia scolastica), tutte le progettazioni relative ai lavori programmati ed inseriti nel piano delle opere pubbliche 2021 e 2022. Come già sottolineato in precedenza, sicuramente gli interventi previsti per il 2020, subiranno inevitabilmente un ritardo dovuto alla situazione di emergenza che frena, ed in alcuni casi ferma, l’attività della pubblica amministrazione.

Tra i principali progetti previsti:

per le STRADE:

– i lavori di adeguamento funzionale del tracciato esistente S.P. n. 555 “delle colline”

– la manutenzione della S.P. n. 10 e S.P. n.22

– l’adeguamento delle sede stradale in loc. Crocetta – Comune di Marciana Marina S.P. n. 25

– per la progettazione dei lavori di sistemazione della SP 26 a Rio,all’Elba, sono in corso di valutazione le proposte dei progettisti

– la progettazione dei lavori di sistemazione della frana sulla SP 9 via di Quercianella. In attesa delle risorse della Regione Toscana, sono state intanto svolte le necessarie indagini geologiche, propedeutiche alla progettazione dei lavori di consolidamento definitivo.

Per le SCUOLE:

– il recupero della facciata e della copertura del Isis Niccolini Palli, plesso Via Maggi;

– la progettazione dell’intervento di manutenzione straordinaria, dell’edificio in via Zola in uso al Liceo Cecioni di Livorno, consistente nella sistemazione e messa a norma degli infissi, nonché il rifacimento della facciata e della copertura;

– la progettazione dell’intervento di manutenzione straordinaria edificio 10 dell’Iti Galilei di Livorno, in particolare, per la messa in sicurezza delle vie d’esodo, rimozione manufatti  e opere varie;

– la progettazione dei lavori di adeguamento sismico edificio via Calafati a Livorno;

– la progettazione del nuovo istituto scolastico a Portoferraio.

Un’altra partita di bilancio molto importante riguarda l’ambito delle attività del SERVIZIO RETI SCOLASTICHE, dove sono mantenute inalterate le risorse destinate a:

Fondo Deleghe per la manutenzione ordinaria degli istituti scolastici superiori (oltre 665.000 euro);

trasporto degli studenti disabili (100.000 euro) che si sommano a quelle regionali e ministeriali per l’assistenza all’autonomia;

trasporto degli studenti che non hanno palestre nei propri istituti, verso gli impianti sportivi per l’attività motoria in orario scolastico (183.000 euro), oltre al pagamento dei canoni di affitto ai gestori delle palestre comunali (40.000 euro).

Anche per le attività del servizio cultura è stato mantenuto l’impegno per il sostegno dell’Istituto di Alta Formazione Musicale Mascagni (150.000 euro) al quale si aggiunge la messa a disposizione della sede, in comodato d’uso gratuito più il pagamento delle utenze, per un valore complessivo di 400.000 euro.

In questo contesto, anche la programmazione del fabbisogno di personale è stata elaborata considerando come prioritari il Servizio Viabilità ed il Servizio Edilizia, Impianti e Manutenzione.

Nel piano del fabbisogno 2020 sono previste assunzioni di:

– tecnici per entrambi i Servizi (5 unità cat. D ingegneri; 4 unità cat. C geometri e periti; 2 unità cat. B operai stradali);

– potenziamento Servizio Gare e contratti, strategico per la gestione degli appalti relativi alla programmazione delle opere pubbliche, con 1 unità cat. D;

– potenziamento Servizio di Polizia Provinciale (in attuazione anche della LRT 70/2019 che trasferisce risorse per l’assunzione di personale per la lotta agli ungulati) con assunzione di 1 unità cat. C vigilanza e sostituzione in turn over dei dipendenti del servizio già pensionati nel 2019 o pensionandi nel 2020.

Sono, inoltre, previste le sostituzioni in turn over dei dipendenti pensionandi nel 2020 del Servizio Pianificazione, del Museo e dei Servizi trasversali. L’audio della seduta consiliare è reperibile sul sito www.provincia.livorno.it.

Riproduzione riservata ©