Cerca nel quotidiano:


Il mondo post Brexit, conference di Confindustria e British Chamber of Commerce

Cosa sta accadendo e cosa dobbiamo aspettarci, se ne parla giovedì 28 dalle 15 alle 17 in una conferenza online. Il presidente Neri: "Daremo alle aziende i chiarimenti utili circa i nuovi adempimenti da espletare". Il programma e come partecipare

Martedì 26 Gennaio 2021 — 17:04

Mediagallery

Nel 2019 le importazioni dal Regno Unito per la provincia di Livorno sono state di oltre 1 miliardo di euro (1.033.813.108) e ben oltre 4 milioni di euro (4.074.602) quelle per la provincia di Massa Carrara. La conference illustrerà le principali modifiche sotto il profilo doganale, fiscale e contrattualistico, a seguito dell'entrata in vigore della Brexit

Si terrà giovedì 28 gennaio 2021 dalle 15 alle 17 la conferenza online (in fondo all’articolo il programma della conference) che illustrerà le principali modifiche sotto il profilo doganale, fiscale e contrattualistico, a seguito dell’entrata in vigore della Brexit. “Dal 1 gennaio 2021, cessato il periodo transitorio, il Regno Unito ha abbandonato il territorio doganale dell’UE e il sistema dell’IVA comunitaria ed è a tutti gli effetti un paese terzo. Cessano quindi, la libera circolazione di persone, merci, servizi e capitali tra il Regno Unito e l’Unione Europea” – ricorda il presidente di Confindustria Livorno Massa Carrara, Cav. Lav. Dott. Piero Neri (nella foto). “The British Chamber of Commerce for Italy (BCCI), sempre in stretto contatto con le rappresentanze diplomatiche britanniche in Italia e con il Department for International Trade, è aggiornata in tempo reale sull’impatto che ha Brexit sul commercio tra Italia e Regno Unito e si posiziona quale soggetto particolarmente indicato per tenere informate le imprese italiane che commerciano con il Regno Unito” aggiunge il presidente della BCCI avv. Tom Noad. “Soltanto il 24 dicembre 2020 è stato possibile raggiungere un Accordo sugli scambi e la cooperazione tra l’UE e il Regno Unito, che ha scongiurato il no-deal. Adesso le due aree costituiscono due mercati distinti e due spazi separati dal punto di vista normativo e giuridico. La nostra conferenza – spiega il presidente di Confindustria Livorno Massa Carrara – ha l’obiettivo di offrire alle aziende i chiarimenti utili circa i nuovi adempimenti da espletare, per continuare ad operare con il mercato britannico. Le province di Livorno e Massa Carrara hanno tradizionalmente un’importante rete di relazioni con il Regno Unito: nel 2019 le importazioni dal Regno Unito per la provincia di Livorno sono state di oltre 1 miliardo di euro (1.033.813.108) e ben oltre 4 milioni di euro (4.074.602) quelle per la provincia di Massa Carrara. Le esportazioni verso l’isola britannica sono di 33,3 milioni di euro per Livorno e 21,8 milioni di euro per Massa Carrara”. La conferenza, co-organizzata da Confindustria Livorno Massa Carrara e The British Chamber of Commerce for Italy con BCCI Toscana Chapter – Additaly Ltd, in associazione con Department for International Trade e con il supporto di CAD Toscana, Pirola Pennuto Zei & Associati e LM School Uniforms, sarà moderata da John Hooper, Corrispondente di The Economist per l’Italia e per lo Stato del Vaticano. All’evento parteciperanno manager, rappresentanti istituzionali e professionisti con una conoscenza approfondita della realtà economica britannica. A margine dell’evento, i partecipanti potranno interloquire individualmente con i relatori per approfondire questioni di loro interesse. Per iscriversi gratuitamente e ricevere il link per il collegamento alla conferenza online è possibile contattare Maria Luisa Fantoni [email protected]  e Alessia Prosperi [email protected]

Riproduzione riservata ©

Allegati