Cerca nel quotidiano:


Il nuovo ospedale nascerà nel 2028. Ecco come sarà

Per questo tipo di operazione sono stati messi in preventivo circa duecentocinquanta milioni di euro

giovedì 25 Luglio 2019 08:08

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

La questione ospedale è tornata nuovamente al centro della commissione congiunta (quarta, quinta e sesta) che si è svolta il 24 luglio, a cui hanno partecipato il direttore amministrativo dell’Asl Toscana Nord ovest Gabriele Morotti e l’architetto Icilio Lanini. Quello presentato tuttavia non è ancora il progetto definitivo, bensì solo un’idea. “Questo sicuramente non è il piano migliore possibile – ha detto il sindaco Luca Salvetti – ma la soluzione più adatta per sfruttare un’occasione. O procediamo in questo modo oppure rischiamo di non avere in tempi medio-brevi il nuovo ospedale”. Ma quando vedrebbe la luce questo nuovo presidio, che rimarrebbe tuttavia dove sorge l’attuale? I lavori durerebbero alcuni anni e il tutto dovrebbe essere concluso all’incirca nel 2028.

Le fasi dei lavori – Tra il 2020 e il 2022 dovrebbe avviarsi la fase preparatoria, che consisterebbe nello svuotamento di alcuni padiglioni. Dopodiché partirebbe la ristrutturazione e l’ampliamento degli edifici dell’ex Pirelli (con conseguente spostamento della scuola attualmente presente e costruzione di un altro polo scolastico), costruzione di una nuova centrale tecnologica e miglioramento della viabilità. In contemporanea verrebbero fatte opere di adeguamento sismico per i padiglioni 4 e 25 (tutta l’attività di questi reparti sarà trasferita) e interventi per i padiglioni 5 e 7. Questa fase iniziale dovrebbe durare circa tre anni. Successivamente si passerebbe alla parte dei lavori che avrebbe in programma la demolizione dei padiglioni non soggetti a vincoli architettonici ma costruiti di recente: Malattie infettive, Nefrologia Farmacia, Laboratorio Analisi, Anatomia Patologica, Radiodiagnostica, Dialisi, e Neuro-radiologia. Al contempo sarebbe costruito il monoblocco da sei piani, una struttura molto più grande di quelle attuali, che sarebbe composto da seminterrato, pronto soccorso, terapia intensiva e sub-intensiva. blocco operatorio e agli ultimi piani le stanze riservate alla degenza (con 450 posti letto). Insieme a questi interventi sarebbe ristrutturato anche il decimo padiglione e sarebbe creato un accesso all’ospedale da via Gramsci. Infine, l’ultima fase dei lavori prevederebbe l’adeguamento sismico dei padiglioni storici, per il quale servirebbe un finanziamento ad hoc.

I costi – Per un’operazione del genere servirebbero oltre duecentocinquanta milioni di euro, 750mila euro sarebbero necessari solo per la parte di progettazione. Dal canto suo il sindaco Salvetti ha fatto sapere che a breve la giunta regionale delibererà un finanziamento da 195 milioni di euro, provenienti dal Ministero della salute, per il nuovo ospedale.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # Patrizio Pesce

    Il solito risparmio, ehhhhhh…..:-((((

  2. # beppe

    e finalmente a cisanello avranno un po’ di respiro.non lo avete voluto un banditella o al parco levante…. beccate questo nel 2030

  3. # Gino

    LO STESSO PROGETTO PRESENTATO 1 ANNO FA.
    FORSE LO RIPRESENTANO ANCHE NEL 2020.

  4. # massimo cioni

    giusto o non giusto fare l’ospedale nuovo, ma sono le teste che vanno cambiate

  5. # enzo

    Il Vecchio ospedale è stato costruito in 3 Anni. Sbaglio ??

    1. # Morchia

      Ai tempi un ospedale era di fatto una struttura in muratura. Oggi gli ospedali moderni sono tecnologicamente avanzati; pensa solo agli impianti di riscaldamento, condizionamento, sale operatorie, macchinari… oggi un ospedale è una struttura eccezionalmente complessa. E poi c’è l’aspetto burocratico.

  6. # Gino

    Tieni il conto fatti vivo. E segnati le date di inizio e fine

    1. # JavaMan

      Ma perchè commenta ancora “tengoilconto”? 😀

  7. # Paolo Marconi

    Soldi buttati via….come in tutte le città gli ospedali si fanno nuovi con tecniche moderne e rispetto per la privacy degli ammalati…ne ho visti diversi ospedali ma orribile come quello di Livorno in Toscana nessuno!

    1. # Lanzasolo

      Occorre ringraziare il”bomba” ed i suoi amici che bloccò la costruzione di uno nuovo fuori città!

      1. # Albino

        A dire il vero sono stati i livornesi a bloccarlo

        1. # Lanzasolo

          Sei di memoria corta…il referendum ideato dai residenti di marilia e montenero non dette risultato.

        2. # Francesco

          speriamo facciano più ingressi per le ambulanze, per portare uno al pronto soccorso bisogna fare il giro delle 7 chiese!

      2. # Ersilio

        L’ospedale fu “giustamente” bloccato, perchè doveva essere costruito attraverso un sistema che si chiama Project financing.
        Andate a cercare su internet che fine hanno fatto gli altri 4 progetti (approvati) di project financing in toscana, e ringraziate per il pericolo scampato.
        Spese pubbliche, guadagni privati.

  8. # rita

    Mi domando cosa ne sarà dell’unico Parco Pubblico della zona Nord della città … riporto alcuni “commenti su Google” :
    Una bella zona di verde che trasmette serenitá e permette una pausa fuori dal traffico. …Punto di incontro di bimbe/i, nonne/i, mamme/i senza distinzione di colore o altro. Il Parco è dotato anche di una bella pista utilizzata anche per gli skateboard unica nel suo genere e che si trova in prossimità del nuovo progetto…La miglior esperienza ludica per un bambino….giocare e correre nel verde….ma dedicare la stessa cura ai bagni e agli animali sarebbe indicato…..comunque pur sempre un gran bel parco.Spazio verde in pieno centro. Giochi per bambini e panchine per tutti. Ideale in estate per sottrarsi alla calura.Un bel parco pubblico dove possiamo portare i bambini a giocare. Dotato di grande pista per biciclette pattini e varie altalene e scivoli. Manca un bar.

  9. # Patrizia

    Per fortuna, per allora sarò in pensione.

    1. # Franco49

      Con tutti gli auguri del caso che posso farti ma è da quel momento che purtroppo abbiamo bisogno degli ospedali, ti auguro di non averne mai bisogno

  10. # nembokidde

    Spero che per per la costruzione non venga utilizzato il project financing, modello fortemente voluto da Rossi ed utilizzato per costruire ben quattro ospedali toscani (Alpi Apuane, Lucca, Pistoia e Prato), rivelatosi poi un totale fallimento, economico e sanitario e nonostante gli inascoltati richiami della Corte dei Conti.

  11. # M

    Bene, mi sembra che una “rinnovata” all’ospedale vada data. Quello che poi occorrerà sarà assumere più personale in modo da poter fare una visita in tempi decenti e far lavorare in condizioni migliori medici ed infermieri senza turni estenuanti.

    1. # Babbocacco

      Sarebbe opportuno poter visionare il progetto totale per rendersi conto concretamente di cosa si parla , anche di quello che sarà riguardo le strutture circostanti(capannoni ex Pirelli e parco Pertini) ma soprattutto la viabilità…in che senso verra migliorata? Come? È una zona già molto satura e con pochi spazi per creare strade nuove.
      Ben venga un restyling dell’ormai “decrepito”ospedale di Cianiana memoria.
      Per quanto riguarda migliorare i servizi non credo dipenda solo dalla struttura ma soprattutto da una migliore organizzazione interna e soprattutto da un aumento di personale …il che non sarebbe proprio male.

  12. # Franco

    Avevamo bisogno di un sindaco meno manipolato da Grillo e forse a quest’ora il nuovo ospedale in Banditella era a metà strada. Invece siamo sempre qui a discutere se farlo e dove farlo, un’altra prova dell’incapacita di coloro che hanno governato negli ultimi 5 anni

    1. # Ersilio

      Informati sul che fine ha fatto il project financing in toscana, e poi se ne riparla.

      1. # Luca

        E lo ridici project financing . I blog di internet vi hanno fatto il lavaggio del cervello , meno male la gente si sta svegliando dall’incantesimo .La vita reale e’ un’altra cosa , staccati dallo schermo e vai a vedere cosa e’ un ospedale inaugurato nel 1929 .Fatti un giro tra corsie ad otto letti , senza un bagno e aria condizionata . Il finanziamento si fara’ come lo fanno tutti gli altri , o a te regalano qualcosa oltre le app che le multinazionali del web ti fanno “ generosamente “ scaricare per vincolarti ai loro desiderata ?
        Intanto per dare retta alle bischerate dei vostri blog abbiamo perso cinque anni , senza neanche imbiancare una parete del vecchio ospedale , senza neanche uno straccio di piano di riqualificazione .Le promesse del Bomba …E pensa che non voto neanche pd …

  13. # Mutevole

    750mila euro solo di progettazione?!? Eh?!?

    1. # Luca

      Piste ciclabili inutilizzate ?Rotonde che rallentano il traffico ? Stalli blu regalati ai pisani ?Postazioni per le biciclette ? Solo per citarne tre .
      Vai a vedere quanto sono costate ?!? Eh ?!?
      P.S. non voto pd .Ma mi sembra cencio che dice male di straccio .

  14. # Fulvio

    Se non viene fatto nei tempi di questo mandato salta di nuovo

  15. # Piccio

    Vi metto al corrente di un aspetto che non è ancora stato commentato: nel nuovo progetto verrà “presa” una parte della Comunità Terapeutica Villa Graziani (se i progetti pubblicati sulla stampa sono realistici).
    Si tratta di una struttura PUBBLICA (della asl) unica nel suo genere, che, nonostante i tagli economici sempre maggiori, resta un’eccellenza a livello europeo. Fa parte dell’unità della salute mentale adulti.
    Tra l’altro, se ricordo bene, legata anche ad alcuni vincoli delle Belle Arti.
    Lo vedo come uno scempio, una mancanza di rispetto nei confronti di tutta una tipologia di pazienti, insieme all’abbattimento delle limitrofe strutture costruite da pochi anni….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.