Cerca nel quotidiano:


Pasqua, controlli massicci e sorveglianza aerea

Sono state decise misure energiche durante le prossime festività per evitare nel territorio provinciale spostamenti non giustificati, soprattutto verso le “seconde case” e le località turistiche, con accurati accertamenti agli imbarchi per le isole

Venerdì 10 Aprile 2020 — 13:02

Mediagallery

I controlli già in atto da parte delle forze dell'ordine sono stati intensificati ulteriormente in tutte le città e sulle strade, anche con posti di blocco della polizia stradale lungo le arterie autostradali ed i principali itinerari stradali

Il prefetto di Livorno, Gianfranco Tomao, in occasione della Pasqua vuole ringraziare tutti coloro che quotidianamente lavorano in questo difficile periodo che stiamo attraversando, a partire dai medici e personale sanitario che è in prima linea nella lotta al virus, alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco, alla guardia costiera, alle forze armate, ai sindaci e al personale degli uffici pubblici e privati che svolgono servizi per i cittadini, alle polizie provinciali e locali, al personale dei supermercati e dei punti vendita ammessi, ai giornalisti che ci assicurano le informazioni tempestivamente, a tutti i volontari che si prodigano per i più deboli e bisognosi, a chi si occupa di tenere pulite le nostre città, ai lavoratori, sindacati e imprenditori che con senso di responsabilità stanno affrontando un grave momento per l’economia e l’occupazione e a tutti i cittadini che, con grande sacrificio, vivono giornate di enormi disagi.
Ma il prefetto vuole anche rassicurare tutti che non sarà abbassata la guardia contro i tentativi di eludere la normativa di contrasto alla diffusione del virus nel periodo pasquale.
E, proprio nella giornata di giovedì 9 aprile, ha presieduto una riunione, in videoconferenza, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, a cui hanno partecipato il questore, Lorenzo Suraci, i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri e della guardia di finanza, Massimiliano Sole e Gaetano Cutarelli, il comandante della direzione marittima, Giuseppe Tarzia, i comandanti della polizia stradale, della polizia provinciale e comandanti delle polizie municipali di Livorno, Piombino e Cecina.
Sono state decise misure energiche durante le prossime festività per evitare nel territorio provinciale spostamenti non giustificati, soprattutto verso le “seconde case” e le località turistiche, con accurati accertamenti agli imbarchi per le isole.
I controlli già in atto da parte delle forze dell’ordine sono stati intensificati ulteriormente in tutte le città e sulle strade, anche con posti di blocco della polizia stradale lungo le arterie autostradali ed i principali itinerari stradali.
Ci sarà anche la sorveglianza aerea per la perlustrazione del territorio, al fine di rilevare, in particolare, eventuali assembramenti di persone.
I controlli in mare, che si estenderanno anche lungo tutta la fascia costiera e sull’arcipelago, saranno eseguiti dalla guardia costiera, mediante l’utilizzo di unità navali e di un elicottero, in costante collegamento con le unità navali in navigazione e con le sale operative delle forze dell’ordine.
Fondamentale anche l’apporto del Reparto Operativo Aeronavale della guardia di finanza, agli ordini del comandante Amedeo Antonucci, con compiti di perlustrazione per rilevare con mezzi aeronavali le violazioni alla normativa anti-coronavirus anche da parte dei diportisti.
Le polizie locali di Cecina e Piombino utilizzeranno anche i droni, per concorrere alle attività di controllo coordinate dal punto di vista tecnico dal Questore.
Insomma, uno schieramento di forze massiccio a tutela della salute di tutti, ma fondamentale resta la collaborazione dei cittadini al cui buonsenso il prefetto fa appello. “Non vanifichiamo tutti i sacrifici fatti finora – scrive in una nota stampa il prefetto Tomao – restate a casa accanto ai vostri affetti e più celere sarà la possibilità di lasciarci alle spalle soltanto il ricordo di questo difficile periodo che stiamo vivendo. A tutti giunga l’augurio di una Pasqua per quanto possibile serena”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.