Cerca nel quotidiano:


Il questore ricorda gli eroi della Liberazione a Nugola

La memoria dell’eroismo di questi servitori dello Stato, in servizio per la questura di Livorno, costituisce un esempio di Patria che riafferma l’attualità degli ideali di libertà, giustizia e legalità messi in campo ogni giorno dalle forze dell'ordine

Giovedì 24 Giugno 2021 — 12:12

Mediagallery

Mercoledì 23 giugno alle 11, al cippo commemorativo di Nugola in via Nugola Vecchia 37, la questura di Livorno ha tenuto una cerimonia di commemorazione della squadra di appartenenti al disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza agli ordini del Sottotenente Labate, che con il proprio estremo sacrificio ha dato un contributo determinante alla liberazione di Livorno.
I martiri della furia nazi-fascista, Nicola Bucci, Brigadiere di P.S, Giovanni Cannata, Guardia di P.S., Francesco Citro, Guardia di P.S., Washington Copernico, Guardia Ausiliaria di P.S., Vittorio Labate, Sottotenente di P.S., Orlando Marinai, Guardia Ausiliaria di P.S., Umberto Petrucci, Guardia Ausiliaria di P.S., Orlando Tonietto, Guardia di P.S. affrontarono con straordinario coraggio le truppe di occupazione naziste, soccombendo nel impari lotta e poi resistendo alle indicibili torture per due giorni e due notti presso una villa nelle vicinanze di Crespina, finalizzate a conoscere da parte dei tedeschi l’esatto dislocamento della 3° Brigata Garibaldi. Nulla è stato riferito dagli eroici servitori dello Stato.

Particolarmente disumano è stato il trattamento dei prigionieri per avere loro combattuto il precedente 10 aprile per il recupero della “zona nera di Livorno” strettamente controllata dai soldati tedeschi.
La memoria dell’eroismo di questi servitori dello Stato, in servizio per la questura di Livorno, costituisce un esempio di Patria che riafferma l’attualità degli ideali di libertà, giustizia e legalità che ogni giorno le Forze dell’Ordine tutte costudiscano come propellente del proprio agire al servizio dei cittadini.

Riproduzione riservata ©