Cerca nel quotidiano:


Il sindaco videochiama Christian: “Sei un esempio per me e per la città”

Il primo cittadino ha contattato il giovane di 22 anni che ha perso le gambe dopo un incidente: "Quando mi trovo a lottare con le difficoltà della città, mi viene da pensare a te, e mi dico se ce la fa Christian, perché non ce la devo fare anch'io"

Mercoledì 19 Maggio 2021 — 17:52

Mediagallery

Il padre del ragazzo, Roberto Volpi, sulla sua bacheca Facebook: "Un grazie con tutto il cuore a ogni anima che si è presa cura a modo suo del nostro Chry. Lui saprà ripagarvi di tutto, e forse ha già cominciato a farlo"

A distanza di una settimana dal drammatico incidente che ha coinvolto Christian, il giovane 22enne livornese che ha perso le gambe in seguito alla caduta con il suo scooter, il sindaco Luca Salvetti ha voluto incontrarlo “virtualmente” tramite una videochiamata effettuata l’uno dal suo ufficio a Palazzo Civico e l’altro dal suo letto del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Livorno.
A raccontare, con una lettera accorata, questo particolare momento è proprio il padre di Christian, Roberto Volpi tramite la sua bacheca Facebook. Contattato dalla redazione il padre, che ringraziamo pubblicamente per la cortesia e la disponibilità, ha acconsentito alla pubblicazione sul nostro giornale del suo post e delle foto che vedete in pagina. Le immagini ritraggono il video-colloquio tra il primo cittadino e suo figlio.
Ecco il testo integrale del post di Roberto Volpi- “Cari amici di Christian, credo non ci siano parole per descrivere ed esprimere ciò che sta accadendo e ciò che stiamo provando. La prova che la vita ha messo davanti a Christian e a tutti noi è una delle più impegnative che può capitare ad un ragazzo di 22 anni. Come avrete già letto un po’ dappertutto, la sua forza, la sua determinazione e il suo amore sta arrivando ovunque. Una delle prime cose appena sveglio, dopo essersi accorto della sua condizione, è stato guardare cosa aveva e cosa era rimasto, e da lì guardare avanti. Credo che tutti gli dobbiamo il nostro ottimismo, la nostra positività, vedere oltre, la luce e non il buio. Oggi in videoconferenza con il nostro sindaco, mi ha colpito una cosa che ha detto Luca Salvetti… in questi giorni quando mi trovo a lottare con le difficoltà della città, mi viene da pensare a te, e mi dico se ce la fa Christian, perché non ce la devo fare anch’io!
Questo è un messaggio importante, perché non riguarda solo chi ha un deficit fisico, ma tutti noi, che ogni giorno ci lasciamo amputare una parte di noi dai problemi che per quanto difficili siano, sono sempre superabili e risolvibili.
Christian sta meglio, di giorno in giorno il nostro guerriero supera qualche difficoltà, attinge dalle sue risorse per sconfiggere un nemico spesso invisibile, apre il suo cuore e permette al dolore e alla sofferenza di attraversarlo, sapendo che al di là di questo ci sono traguardi degni di essere raggiunti. Un grazie con tutto il cuore a ogni anima che si è presa cura a modo suo del nostro Chry. Lui saprà ripagarvi di tutto, e forse ha già cominciato a farlo”.

Riproduzione riservata ©