Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Il Voltone si illumina sulle note di Cavalleria Rusticana

Lunedì 23 Maggio 2022 — 08:32

L’illuminazione della volta interna è stata creata con proiettori Vaya Linear con colorazione sia bianca che RGB, ovvero un mix somma dei tre colori Rosso (Red), Verde (Green) e Blu (Blue) gestiti da una centralina DMX per la creazione di scenari. Questi proiettori sono stati installati sulla sommità della volta

Uno spettacolo da togliere il fiato per chi ama Livorno e per chi si deve ancora innamorare della nostra città. Il Voltone si illumina sulle note di Cavalleria Rusticana per un passaggio sulla via d’acqua a dir poco meraviglioso e innovativo. L’inaugurazione è avvenuta per il giorno della Santa Patrona cittadina, Santa Giulia con un viaggio inaugurale offerto alle autorità e alla stampa e poi aperto a tutta la cittadinanza grazie a due battelli che hanno fatto da spola per chiunque volesse godersi lo spettacolo. Un mix di luci bianche e colorate che ha colpito sicuramente chi si è trovato a percorrere in battello le acque sottostanti la piazza, ma che è stato visibile anche dalle griglie della piazza. Fino ad oggi la piazza non aveva avuto alcuna illuminazione sotto il Voltone, né le griglie di ghisa, che rappresentano la continuità tra la superficie urbana e quella acquatica, erano illuminate in nessun modo.

Per volontà dell’Amministrazione comunale si è oggi appunto concretizzato il progetto di valorizzazione illuminotecnica. Il  progetto è stato e ideato e realizzato da ENGIE, player mondiale dell’energia a basse emissioni di CO2 e partner del Comune per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica e interventi in ottica “smart city” finalizzati a migliorare la qualità dell’aria e del servizio al cittadino.
Piazza della Repubblica è anche conosciuta come piazza del Voltone, ed è senza dubbio il luogo più metafisico di Livorno, per la sua natura e carattere di vero e proprio ponte sull’acqua di collegamento dell’estremità ad est del Pentagono del Buontalenti.
La sua unicità è legata alla grande volta a botte che sovrasta il Fosso Reale sottostante ed è amplificata dalla presenza di grandi griglie, ricavate a raso sulla pavimentazione che permettono di vedere l’acqua che scorre nel cosiddetto fosso.
L’illuminazione della volta interna è stata creata con proiettori Vaya Linear con colorazione sia bianca che RGB, ovvero un mix somma dei tre colori Rosso (Red), Verde (Green) e Blu (Blue) gestiti da una centralina DMX per la creazione di scenari. Questi proiettori sono stati installati sulla sommità della volta.
E’ inoltre stato installato un sistema di luci che si riverbera all’esterno dalle griglie della piazza.
Questo intervento si pone all’interno di un piano di valorizzazione illuminotecnica complessivo della città, che prevede un sistema di opere impiantistiche per l’illuminazione architetturale di luoghi significativi della città. Sono già stati valorizzati monumenti come quello di Garibaldi, il Palazzo Comunale, e a breve sarà illuminato a nuovo il viale Italia.
Questo tipo di illuminazione ha, per sua natura, non tanto uno scopo funzionale, quanto uno scopo ambientale, con l’utilizzo di tecnologia di ultima generazione a LED a basso impatto ambientale, ed emozionale, volto cioè a dare alla città una identità notturna, che possa comunicare al cittadino sicurezza, rilievo, ospitalità e soprattutto valorizzazione architettonica.
Questo progetto si propone l’ambizioso compito di ridisegnare con la luce il paesaggio urbano di Livorno, evidenziando quei tratti salienti che appartengono alla memoria collettiva della città, Riscrivendo di fatto uno spazio urbano ideale.
Con queste premesse, di concerto con le risorse individuate nel piano complessivo dell’efficientamento della illuminazione pubblica, sono state individuate le emergenze architettoniche da valorizzare, in alcuni casi con la sostituzione di apparecchi illuminanti vecchi e obsoleti con apparecchi led RGBW, con la possibilità di creare scenari cromartici diversi, che possano garantire una migliore illuminazione e un risparmio energetico considerevole, o in altri casi progettando il ripristino di apparecchi non funzionanti, in altri ancora, si è previsto un nuovo impianto volto a garantire l’illuminazione notturna di monumenti che ad oggi non sono illuminati.

Condividi:

Riproduzione riservata ©