Cerca nel quotidiano:


Imbrattato con scritte offensive il monumento in ricordo delle vittime del Moby Prince

Dure parole di condanna del sindaco contro i vandali. Il consigliere Gazzetti: "Mi piacerebbe incontrare chi ha imbrattato quelle lamiere per spiegargli cosa rappresentano"

Martedì 1 Marzo 2022 — 17:16

Mediagallery

È stato imbrattato con una vernice spray il monumento in ricordo delle vittime del Moby Prince che si trova in Fortezza Nuova. Purtroppo non è la prima volta che l’opera viene danneggiata. Il sindaco Luca Salvetti, non appena appresa la notizia si è recato sul posto per rendersi conto di persona del danno. Dure le parole di condanna: “Qualche stupido e ignorante ha compiuto un atto ignobile che condanno a nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera città. È stato imbrattato con una scritta offensiva un simbolo di dolore. Ho immediatamente attivato gli uffici comunali affinché sia inviata una squadra per ripulire la scultura”.
Il consigliere regionale Pd, Francesco Gazzetti – “Lo sfregio al monumento in ricordo delle 140 vittime del Moby Prince colpisce e ferisce l’intera comunità di Livorno e tutti coloro che onorano la Memoria di chi perse la vita in quella strage. Mi piacerebbe incontrare chi ha compiuto questo inspiegabile gesto, chi ha imbrattato l’opera, perché vorrei fargli capire cosa rappresenta quel luogo e quale sia il dolore e lo strazio che racconta. E mi piacerebbe parlare anche con chi magari ha visto e non è intervenuto. Imbrattare quel monumento è un’offesa a tutta la città ed alla Memoria di una vicenda che ancora reclama Verità e Giustizia. Una strage che ha segnato in maniera indelebile la città di Livorno e tutta la Toscana. Ecco perché voglio ringraziare il sindaco Salvetti per la sua immediata condanna e per l’intervento che ha disposto per ripristinare l’opera. Ora bisogna, tutti, prenderci l’impegno per far capire cosa rappresenta quel luogo e perché meriti tutto il rispetto possibile”.
La deputata di Forza Italia e Sottosegretario di Stato ai Rapporti con il Parlamento Deborah Bergamini – “Imbrattare il monumento in ricordo delle vittime del Moby Prince non è soltanto un atto inaccettabile ma anche profondamente irrispettoso delle 140 vittime e di tutta la città di Livorno. Le scritte contro la polizia poco hanno a che fare con la tragedia di trentuno anni fa. Ricordo ancora quanto quella vicenda abbia scosso la Toscana e tutta Italia. Probabilmente a questi personaggi non è chiaro il valore del ricordo, il valore dell’omaggio alle vittime innocenti né tantomeno la sofferenza dei loro familiari e di tutta la città di Livorno. A loro vorrei dire che la memoria è un valore che va preservato”.

Riproduzione riservata ©