Cerca nel quotidiano:

Condividi:

In 400 agli Open Day dedicati alle Officine Storiche di Porta a Mare

Venerdì 4 Novembre 2022 — 11:05

Le prenotazioni ai dodici appuntamenti del 29 e 30 ottobre tramite la pagina Fb "Portaamarelivorno" sono andate sold out in poche ore. Prossimo passo l’inaugurazione della palestra Tonic a gennaio 2023

Si sono conclusi domenica i tre giorni di Open Day alle Officine Storiche (27,
29 e 30 ottobre) organizzati da IGD SIIQ Spa alla scoperta dell’avanzamento dei lavori del cantiere che nel 2023 diventerà il nuovo waterfront multifunzionale della città di Livorno. Oltre alla visita riservata alle Istituzioni (Sindaco ed Assessori) ed alla stampa locale e nazionale, tenutasi nel pomeriggio di giovedì 27 ottobre, i cittadini interessati hanno avuto la possibilità di conoscere i nuovi spazi ed essere così testimoni dello sviluppo di quello che un tempo è stato uno dei più importanti cantieri navali della città. Le prenotazioni ai dodici appuntamenti rese possibili tramite la pagina Facebook dell’attuale area commerciale di Porta a Mare (www.facebook.com/portaamarelivorno) sono andate sold out in poche ore. Questo ha consentito complessivamente a 400 persone di poter visitare in anteprima gli spazi del comparto immobiliare di Officine Storiche e scoprire l’avanzamento dei lavori di questo importante progetto di riqualificazione urbana. Questa significativa partecipazione denota l’interesse e la curiosità della cittadinanza verso un nuovo spazio urbano, che diventerà un polo di forte attrazione per tutta la città e non solo. Si è trattato della prima tappa di un percorso di avvicinamento verso i due prossimi significativi momenti che caratterizzeranno l’area da un punto di vista commerciale per il 2023: l’inaugurazione della palestra Tonic (che ha mostrato i suoi 4.700 mq anche in occasione degli Open Day) prevista per il mese Gennaio 2023 ed il resto dei ed il resto dei punti vendita (con inaugurazione prevista fra il primo ed il secondo trimestre 2023).

Condividi:

Riproduzione riservata ©