Cerca nel quotidiano:


Raccolta di aiuti in città del prete ucraino: “Grazie Livorno”

Video-messaggio alla città di don Yurii Machalaba, l'amministratore parrocchiale della chiesa SS. Vladimiro E Olga in via Temistocle Guerrazzi 45 dove è in corso la raccolta. Ecco cosa è possibile portare. Tam-tam nelle chat dei livornesi

Mercoledì 2 Marzo 2022 — 11:36

Mediagallery

E’ iniziata il 24 febbraio, data di inizio del conflitto, e proseguirà fino a che ce ne sarà bisogno la raccolta di aiuti nella chiesa SS. Vladimiro E Olga (Parrocchia Cattolica Ucraina) in via Temistocle Guerrazzi 45. “Tengo a ringraziare – dice l’amministratore parrocchiale don Yurii Machalaba (nella foto, qui e in fondo all’articolo potete ascoltare il suo video-messaggio alla città) – tutti i cari amici livornesi per la generosità che stanno dimostrando, il vescovo Simone, la Chiesa livornese e la Caritas di Livorno”. Il prete invita a portare esclusivamente: alimenti a lunga conservazione come acqua, tonno, conserve, cioccolato, biscotti e pasta; cibo per bambini: medicinali di primo soccorso. No abbigliamento e coperte. E’ possibile consegnare dalle 10 alle 19. “Tutto quanto viene caricato su un furgone che raggiunge Roma da dove in collaborazione con l’ambasciata ucraina in Italia e la Caritas dell’Esarcato Apostolico per ucraini in Italia parte verso l’Ucraina per portare quanto raccolto a bambini, donne e militari”. Da registrare il tam tam che l’iniziativa di don Yurii ha avuto sulle chat di messaggistica dei livornesi.

“Livorno per la Pace”: il Comune ha aperto un conto corrente

Riproduzione riservata ©