Cerca nel quotidiano:


In Vescovado dibattito con i nove candidati su casa e lavoro

Per Giusti la nuova amministrazione si dovrà occupare di questioni importanti: “Ci sono partite di grande interesse che devono essere definite: in primis quella sull'ospedale"

Lunedì 29 Aprile 2019 — 08:09

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Martedì 30 aprile, dalle 17 in poi, nel salone del Vescovado si svolgerà, in vista delle elezioni amministrative, un incontro organizzato dall’Ufficio pastorale del sociale e del lavoro, Acli, Ucid, e Mcl sui temi della casa e del lavoro, a cui parteciperanno tutti i nove candidati sindaco. “La diocesi ha sempre organizzato dei momenti di discussione e confronto riguardanti la politica – ha esordito il vescovo Simone Giusti nella conferenza stampa di presentazione – Noi vogliamo che i cittadini vadano alle urne esercitando il loro diritto/dovere di voto”.
Per Giusti la nuova amministrazione si dovrà occupare di questioni importanti: “Ci sono partite di grande interesse che devono essere definite: in primis quella sull’ospedale – ha aggiunto – poi anche quella sui bacini è fondamentale per la città”. All’incontro prenderanno parte inoltre l’assessore Cristina Grieco e un tecnico della Regione, che mostrerà il progetto del nuovo ospedale: “È bene che i cittadini conoscano il piano – ha concluso Giusti – e che sia fatto un percorso partecipativo”. L’incontro sarà moderato da Nicola Sangiacomo (Ufficio pastorale sociale del lavoro) e ogni candidato avrà a disposizione pochi minuti per rispondere ed eventualmente per replicare alle domande che saranno poste. “I candidati avranno la possibilità di descriverci – ha detto Marcello Murziani dell’Ucid – quale è la loro visione futura di Livorno. Questo incontro vuole proseguire quanto già fatto per le elezioni politiche del 2018”.
“In questi ultimi anni riguardo al tema della casa e della riqualificazione qualcosa è stato fatto – ha commentato Giancamillo Palmerini (Mcl) – tuttavia c’è ancora tanto da fare. Chiederemo ai candidati quali sono le loro intenzioni in merito, comunque sarebbe interessante se ci esponessero che cosa hanno in mente per i primi cento giorni di governo”.

Riproduzione riservata ©