Cerca nel quotidiano:

Condividi:

In viale Carducci 60 nuovi lecci. Entro l’anno 990 alberi

Lunedì 5 Dicembre 2022 — 11:10

Uno dei nuovi lecci piantati in viale Carducci, la piantumazione è iniziata il 5 dicembre

L'assessore Viviani: "Contiamo di arrivare a piantare 900 alberi nel 2022 e siamo a disposizione per rispondere alle richieste dei cittadini e delle cittadine"

In occasione della Festa dell’Albero 2022, una giornata istituita dal Ministero dell’Ambiente con legge 10/2011 e che si celebra tutti gli anni il 21 novembre, il Comune di Livorno ha programmato una serie di interventi per piantare sul territorio cittadino centinaia di nuovi alberi. L’intervento è promosso, realizzato e gestito da Arbolia, una società fondata da Snam Spa e Fondazione Cassa Depositi e Prestiti che promuove azioni di imboschimento e rimboschimento sul territorio nazionale. Grazie a un accordo con il Comune di Livorno, Arbolia coprirà le spese necessarie per l’intervento (oltre 50mila euro) e si occuperà della manutenzione degli alberi e degli arbusti piantati per i successivi 5 anni, con irrigazioni ed eventuali sostituzioni.

PROSSIME PIANTUMAZIONI previste per il mese di dicembre 2022:

Viale Carducci 60 lecci – Associazione Reset

Viale Nievo 50 3 platani “platanor” – Patto beni comuni

Via Natali 2 aceri platanoides – possibile Patto beni comuni

Viale N. Sauro 2 Pinus halepensis – possibile Patto beni comuni

Villa Mimbelli 1 Magnolia – possibile Patto beni comuni

Via Vittime nei Lager Nazisti 10 (1^ grandezza 4 bagolaro, 3 lagunaria Patersonisi
3 Schinus molle.) – Abitanti della Zona

Viale della Libertà (zona fonte) 8 Pyrus calleriana – possibile Patto beni comuni

Via Ugo Foscolo 5 Koelreuteria paniculata e 5 Ligustrum lucidum Associazione Reset

La Rotonda 10 Tamerici, 10 Juniperus fenicio 10 Pittosfori nani

Ponte Santa Trinità 5 Palma della California

Piazza Grande 1 Platano da sostituire – “Platanor”

Cisternone Uffici 2 Pyrus calleriana

Via Romiti 1 Cercis siliquastrum

Piazza Caproni 1 cornus florida alberello – 1 Amelanchier canadensis
alberello – 1 Spirea japonica Dwarf – 1 Geranio Rosanna
– 40 Euvonimus Fortunei Emerald gaeity

Via Carraia 2 Paulonie – Beni Comuni

Parco Cocchella 10 olivi

Parco Torino 3 Magnolie – 4 Platani “Platanor”

“Contiamo di arrivare a piantare 900 alberi nel 2022 e siamo a disposizione per rispondere alle richieste dei cittadini e delle cittadine, ricordando che sarà possibile piantare fino a inizio primavera 2023”, spiega l’assessora all’urbanistica e al verde pubblico Sivia Viviani, che sottolinea quanto sia importante mettere a dimora alberi per incrementare il patrimonio verde comunale, arricchire giardini e parchi urbani con piante di prima grandezza e pronto effetto: “L’incremento di alberature in città contribuisce al contrasto degli effetti dei cambiamenti climatici, all’offerta di servizi ecosistemici, al sequestro della CO2, all’attenuazione delle isole di calore, al miglioramento del microclima urbano e quindi al benessere psico-fisico delle persone. L’Ufficio comunale di Progettazione e Manutenzione del Verde, che ringrazio per il costante impegno e la grande competenza, ha messo a disposizione tutte le specie previste che saranno fornite dal vivaio Mati di Pistoia e messe a dimora dall’azienda “Giardineria Italiana” secondo un calendario disponibile a breve. Molti alberi integreranno le alberature dei viali stradali e di alcune vie cittadine per rendere omogenea la densità dei filari stradali, colmare i vuoti e sostituire le piante che negli anni sono state abbattute per problemi fitosanitari o rimosse perché classificate pericolanti o con alta propensione al ribaltamento. Altre piante saranno sostituite perché irrimediabilmente compromesse da eventi meteo estremi che hanno colpito il territorio cittadino e in particolar modo la costa litoranea. Rientrano fra queste le 15 tamerici di piazza Giuseppe Emanuele Modigliani le cui chiome sono state spezzate e divelte dalle forti raffiche di vento, e il cui intervento di sostituzione partirà giovedì 24 novembre”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©