Cerca nel quotidiano:


In vigore la Ztl nella parte sud della Venezia. Le strade interessate

Il provvedimento, che viene incontro alle richieste dei residenti, sarà in vigore in via sperimentale per un anno (fino al 15 maggio 2020)

mercoledì 15 Maggio 2019 08:26

Mediagallery

Entra in vigore da mercoledì 15 maggio, la zona a traffico limitato nella parte sud del quartiere Venezia: si tratta dell’isola delimitata dal Fosso Reale e dal Fosso della Venezia, a destra e a sinistra del ponte di San Giovanni Nepomuceno (recentemente pedonalizzato) comprendente le strade intorno al Tribunale di via Falcone e Borsellino, e attraversata da via Borra e dal tratto nord di via della Madonna (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la nuova planimetria).
Questo l’elenco completo delle vie interessate: scali del Monte Pio, scali del Ponte di Marmo, scali del Vescovado, via Mons. Ganucci, scali delle Pietre, tratto di via della Madonna compreso tra scali delle Pietre e scali del Vescovado, scali del Pesce, via Buia, tratto di via dei Pescatori compreso tra via della Madonna e via Buia, via Falcone e Borsellino, via Traversa.
Le nuova zona regolamentata rappresenta una estensione della Ztl della Venezia, e infatti per l’accesso è richiesto il contrassegno lettera “A”. Tuttavia, a differenza di quanto avviene in altre strade della zona A, questa nuova ZTL sarà in vigore 24 ore su 24.
Il provvedimento, che viene incontro alle richieste dei residenti, sarà in vigore in via sperimentale per un anno (fino al 15 maggio 2020). Non sono al momento previsti varchi elettronici in entrata e in uscita.
L’accesso e la sosta saranno consentiti soltanto ai titolari di contrassegno lettera “A”, ai disabili muniti di specifica autorizzazione e ai soggetti in “lista bianca”. Per le categorie economico-professionali autorizzate al transito e alla sosta nelle ztl vale quanto specificamente previsto dal Disciplinare per ciascuna categoria.
Via Borra rimarrà aperta al traffico, ma da questa via i non autorizzati non potranno più immettersi sugli scali del Vescovado e in via della Madonna.
Diventano accessibili solo ai residenti e agli autorizzati la zona del Tribunale “Falcone e Borsellino” e la zona della Pescheria, dove è in corso la riqualificazione della piazza.
Vengono inoltre abrogate (e ricomprese nella nuova Ztl) le aree pedonali in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo, istituite nel 2015.
Viene invertito il senso di marcia in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo (con direzione via Borra – scali Monte Pio – scali Ponte di Marmo – via Borra).
I tre varchi di ingresso (senza telecamere) alla nuova Ztl sono all’inizio nel tratto finale di via Borra, alle intersezioni con scali del Monte Pio, scali del Vescovado e via della Madonna.
I quattro varchi in uscita sono all’intersezione tra via Mons. Ganucci e via Avvalorati, all’intersezione tra via Traversa e via Borra, all’intersezione tra scali del Pesce e via Borra, all’intersezione tra scali del Ponte di Marmo e via Borra.

Riproduzione riservata ©

17 commenti

 
  1. # matteo

    Scusate, magari qualcuno mi sa rispondere:
    essendo ZTL 0-24, a chi servono gli stalli blu ? Immagino per chi può transitare ma non ha un permesso per la sosta…cioè chi ?

    1. # Ale

      gli stalli blu dentro le ztl sono come il formaggio nella trappola del topo, in pratica chi non lo sa entra in ztl paga il parcheggio e l’ausiliario è contento, poi passa il vigile che invece gli fa la multa. Risultato, l’automobilista è becco e bastonato!! questo è quello che già succede dentro il pentagono con le ztl attuali

      1. # Nedo

        1)Basterebbe non entrare nella ZTL, visto che è vietato e ben segnalato
        2)Purtroppo i vigili nelle ZTL da quando ci sono le strisce blu ci sono ben poco
        3)Gli stalli blu nelle ZTL servono per le categorie professionali autorizzate alla sosta, ma pagandola.

  2. # emilio

    Come mai nessuno della giunta parla della riapertura al traffico degli Scali Del Monte Pio, pedonali da anni, solo per fare cassa con gli stalli blu ? Non eravate quelli “ecologici” che dovevano pedonalizzare tutto e diminuire il traffico veicolare? INCOERENTI!!!!

    1. # Nedo

      Io sono d’accordo che dovevano rimanere pedonali, ma…
      vi ricordate il polverone quando furono pedonalizzati? Mi pare che qualunque sia la strada intrapresa, ai livornesi piaccia solo brontolare di quanto è fatto: la soluzione dovrebbe essere mettere l’accesso con fermata (non sosta) solo ai residenti, lasciando le telecamere attive.

  3. # Fabrizio Lorenzini

    Ci sarà ancora più casino in via del pallone, via del toro, via dei bagnetti ecc…..

  4. # Gino

    Finalmente accolta la richiesta dei residenti sottoscritta da tutte le forze presenti in consiglio comunale.
    Meglio tardi…

  5. # ste

    Pedonalizzare la Venezia; riportare alla luce le vecchie strade lastricate, togliere i marciapiedi asfaltati, farne un gioiellino fiore all’occhiello di Livorno. Invece si va nella direzione opposta. Ma poi se è ZTL, perché hanno disegnato gli stalli blu? Città amministrata male, ignoranza al potere (e non solo lì)

    1. # ug8onogarINOsono8

      ma no dai pedolazziamo tutta la città…è piu bello….vo mette tutti a piedi e un si va piu a lavorà….

      1. # ste

        Sei mai stato a Lucca? Le strade del centro storico sono invase di auto? Sono tutti disoccupati a Lucca oppure la città è tenuta meglio e c’è più ricchezza rispetto a Livorno? Livorno, con la Venezia, ha tutte le carte in regola per avere un centro storico degno di questo nome, ma finché prevale lo stile labronico, che tu incarni molto bene come la maggior parte della popolazione, non andiamo da nessuna parte.

    2. # Francesca

      Scusate, ma potrebbero consentire il passaggio anche a chi possiede la lettera B? per chi abita tra viale Avvalorati e strade limitrofe deve passare per forza dal Pontino o da Via Grande, senza contare che con questo discorso chi viene da fuori parcheggia nelle zone limitrofe (lettera B lettera E) e quindi per far star bene i residenti della zona A ci rimettono gli altri. Credo sia da rivedere questo piano geniale

  6. # Traf

    Pedonalizzare tutta la citta’ no ma fare della venezia un gioiello (a pieno controllo di telecamere) sarebbe possibile e intelligente. Basterebbe quella per trattenere il turismo e bonificare l’area anche a favore dei residenti.
    Sempre a ragiona’ di ztl, stallii , vai a piedi tu, no io, te abiti li, io la, io lavoro tu no…bla bla bla
    Livornesi sveglia siamo nel 2019… quasi 20

    1. # ug8onogarINOsono8

      farne un gioiello io la vedo nolto ma molto dura, direi impossibile . Prova a pensare perchè….

  7. # silvana

    Odore di elezioni……………è tardi!

  8. # Davide

    Francesca. Chi viene da fuori parcheggia agevolmente al parcheggio del mercatino americano .. spende anche meno.
    Siete veramente complicati

  9. # Gianni

    Francesca, allora riapriamo anche via ricasoli cosi arrivo a casa prima anch’io senza fare il giro lungo

  10. # Traf

    Si immagino il perche’ ugo, forse tra qualche generazione ed estinzioni culturali obdolete ce la faranno

    Che dio benedica il popolo labro e infonda loro saggezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.