Cerca nel quotidiano:

Condividi:

“Indossate una divisa da volontario per capire il nostro mondo”

Giovedì 29 Dicembre 2022 — 12:37

Gabriele Vannucci, direttore della Misericordia di Livorno, durante l'accoglienza dei migranti all'arrivo in porto

L'apertura del direttore della Misericordia di Livorno a QuiLivorno.it dopo l'aggressione verbale subita da una squadra di volontari durante un servizio. "Forse indossare una divisa da volontario li aiuterebbe a capire quanto e dove hanno sbagliato. Anche la nostra se volessero, siamo pronti ad accoglierli mettendo da parte quanto accaduto"

“Non voglio giudicare queste persone, neanche le conosciamo, mi interessa il fatto in sé e chiaramente dal nostro punto di vista non condividiamo la reazione che hanno avuto queste persone. Al tempo stesso però vorrei invitarle a mettersi una divisa, una qualsiasi divisa, da volontario per capire il mondo del volontariato. Anche la nostra se volessero, siamo pronti ad accoglierle mettendo da parte quanto accaduto. Forse indossare una divisa da volontario li aiuterebbe a capire quanto e dove hanno sbagliato”. A dirlo a QuiLivorno.it è Gabriele Vannucci, direttore della Misericordia di Livorno, dopo quando accaduto il 21 dicembre quando, come raccontato dalla Misericordia sulla propria pagina Fb, una squadra di volontari è stata aggredita a parole “solo perché il nostro mezzo di soccorso che stava soccorrendo una persona anziana ha ostruito il passaggio”. “Donare un sorriso e una carezza può essere determinante in un intervento – conclude il post Fb – Troppe vole ormai assistiamo a scene simili, troppe volte “quelli dell’ambulanza” devono rispettare nonostante tutto rivolgendosi sempre con il sorriso. Ogni volta che succede tutti noi ci rialziamo ancora più orgogliosi di prima di ciò che facciamo”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©