Cerca nel quotidiano:


La Grande A è tornata in piazza Attias. Salvetti: “Ora rispetto”

Il sindaco presente al riposizionamento dell'opera restaurata: "Installeremo un cartello di divieto di salire ed è allo studio una sorta di ostacolo anti arrampicate". Piccolo applauso finale. Ora tocca alla Grande V

Giovedì 18 Novembre 2021 — 10:11

Mediagallery

“Ora chiediamo maggiore rispetto per quella che è un’opera donata alla città. In questa direzione verrà posto, inizialmente, un cartello di divieto di salire e prossimamente verrà studiato una sorta di ostacolo proprio per evitare le arrampicate”. E’ il commento del sindaco presente durante la ricollocazione, seguita da QuiLivorno.it con una diretta Fb, della “Grande A” (foto Amore Bianco) avvenuta la mattina del 18 novembre nel giro di una ventina di minuti, dalle 9,20 alle 9,40 circa, con piccolo applauso finale (clicca qui o sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery).
Il restauro, che il Comune aveva commissionato alla ditta Anticorrosiva Industriale Srl di Livorno, si è concluso nei tempi previsti (due settimane). Le lavorazioni nel laboratorio-officina sono state impegnative in quanto la struttura interna del manufatto metallico, realizzato un decennio fa dal maestro Renato Spagnoli, si è rivelata più complessa del previsto. Tutto comunque è andato a buon fine: la vernice, deturpata da graffi e scritte, è stata rimossa, e si provveduto alla zincatura protettiva di tutta la struttura, alla stesa del primer e alla verniciatura con colore originario, con prodotti che garantiscono elevata resistenza all’abrasione e agli agenti atmosferici. L’opera d’arte è stata ricollocata nella sua sede originaria. Ora tocca al restauro della “Grande V”, l’opera realizzata dall’artista Fabrizio Breschi e posizionata sul lato est di piazza Attias, rivolta verso piazza della Vittoria.

Riproduzione riservata ©