Cerca nel quotidiano:


La polizia festeggia il suo Santo Patrono

A Livorno la polizia di Stato festeggerà la ricorrenza del proprio Patrono, San Michele Arcangelo alle 9.30 nella Chiesa della Madonna (foto d'archivio)

Martedì 28 Settembre 2021 — 11:55

Mediagallery

A Livorno la polizia di Stato festeggerà la ricorrenza del proprio Patrono, San Michele Arcangelo il 29 settembre alle 9.30 nella Chiesa della Madonna (foto d’archivio). E’ qui che verrà officiata la messa dal vescovo di Livorno, Simone Giusti, e dal cappellano provinciale della polizia don Placido Salvatore Bevinetto alla presenza del questore Roberto Massucci, del prefetto Paolo D’Attilio e delle autorità civili e militari, nonché del personale della questura, delle specialità, dei pensionati della polizia di Stato e cittadini.
Presenzieranno la liturgia  anche alcune rappresentanze delle scolaresche dell’istituto scolastico Benci, accompagnate dai rispettivi insegnanti nonché una rappresentanza dell’Ist. Niccolini/Palli di cui due alunne, Aurora e Valentina, avranno il piacere di cantare alcuni canti liturgici del compositore e violinista italiano Antonio Vivaldi: “Stabat Mater” e “Laudamus te”.
Difensore del popolo di Dio, vincitore nella lotta del bene contro il male, San Michele Arcangelo fu proclamato patrono e protettore della polizia, da Papa Pio XII, il 29 settembre 1949, per la naturale assonanza con la missione assolta quotidianamente, con professionalità ed impegno, da ogni singolo operatore. Il poliziotto, infatti, è chiamato ogni giorno ad assicurare il rispetto delle leggi, l’ordine e la sicurezza dei cittadini a favore dei quali orienta il suo servizio che trova espressione e sintesi nel motto “sub lege libertas”.
E a questo impegno costante la polizia di Stato unisce altresì la straordinaria funzione di soccorso ed assistenza pubblica rappresentata nel suo stemma araldico con la doppia fiaccola incrociata.
In concomitanza con la ricorrenza della festività di San Michele Arcangelo, si terrà il tradizionale “Family day”, iniziativa volta  a favorire momenti di incontro tra il personale  ed i propri familiari, avvicinandoli agli ambienti lavorativi , consentendo la visita delle strutture e mezzi utilizzati nell’attività quotidiana. Il tutto nel pieno rispetto della normativa anti-covid -19.
La caserma “Labate” avrà il piacere di ospitare una scolaresca degli alunni della S.P. Santa Teresa del Bambin Gesù ai quali verrà consentito visitare da presso alcuni mezzi della Polizia di Stato e conoscere altri aspetti delle attività quotidiane della questura (Centro Operativo e Gabinetto della Polizia Scientifica) .

Riproduzione riservata ©