Cerca nel quotidiano:


La questura a scuola per dire “no” al bullismo

Altissima partecipazione da parte degli studenti che hanno creato un interessante interscambio di idee con gli interlocutori della questura intervenuti in aula: il vice ispettore Silvia Franchini e il vice sovraintendente Maurizio Lunghi

Venerdì 31 Gennaio 2020 — 08:51

Mediagallery

Ancora una volta riflettori puntati sulla sensibilizzazione da parte della questura di Livorno. La polizia è “sbarcata” nelle scuole cittadine per una campagna sociale di grande importanza. Sono stati tre incontri gli incontri andati in scena nelle aule: il 24, il 28 e il 29 gennaio rispettivamente al Buontalenti, all’Orlando e all’istituto Nautico Cappellini. Gli incontri sono stati tutti incentrati sul tema del bullismo, su come affrontarlo, su come difendersi e su come stroncarlo sul nascere. Altissima partecipazione da parte degli studenti che hanno creato un interessante interscambio di idee con gli interlocutori della questura intervenuti in aula: il vice ispettore Silvia Franchini e il vice sovraintendente Maurizio Lunghi.

Riproduzione riservata ©