Cerca nel quotidiano:


La Regione sospende per altri 40 giorni i conferimenti al Limoncino

Soddisfazione del sindaco ma rimangono da verificare altri aspetti

venerdì 19 Luglio 2019 08:40

Con un nuovo decreto dirigenziale la Regione Toscana ha sospeso per ulteriori 40 giorni i conferimenti nella discarica del Limoncino, in quanto, recita il testo del decreto, “dal confronto tecnico è emerso che non si possa escludere un deterioramento della barriera artificiale della discarica dovuta agli agenti atmosferici, dato il tempo trascorso senza che la discarica sia entrata in esercizio, e che quindi, al fine di assicurare la massima tutela ambientale, risulta opportuno ripetere alcune indagini di permeabilità”. La Livrea dovrà presentare alla Regione Toscana, entro 15 giorni dalla notifica del provvedimento, un piano di indagini conforme ai requisiti minimi concordati ed evidenziati in premessa, da eseguirsi in seguito ad approvazione da parte del settore Servizi Pubblici Locali Energia e Inquinamenti, previa acquisizione di parere ARPAT nel merito. Il periodo di sospensione potrà essere ridotto nel caso in cui sopraggiungano verifiche che comprovino la conformità del fondo della discarica, oppure prorogato nel caso in cui le verifiche non siano ancora state terminate o qualora vengano richiesti interventi sul fondo. “Ci fa piacere che una delle motivazioni sulle quali si fondava il nostro ricorso, ovvero la possibilità del deterioramento dell’impianto, esposto per anni agli agenti atmosferici, sia a questo punto verificata a dovere – dichiara il sindaco – Ovviamente dal nostro punto di vista rimangono da verificare molti altri aspetti che abbiamo evidenziato nel ricorso e nella conferenza dei Servizi, a partire dalla compatibilità dell’impianto con la classificazione acustica e dalla necessità di riesaminare il vincolo idrogeologico”.

La Regione sospende il nulla osta – La Regione sospende il procedimento di riesame dell’Autorizzazione Integrata Ambientale. “La conferenza dei servizi che si è svolta in Regione Toscana ha assunto decisioni importanti, tenendo conto dei rilievi tecnici che sono stati mossi da Arpat e delle richieste formulate in modo appropriato dallo stesso Comune di Livorno”. E’ questo quanto dichiara il presidente della Regione Enrico Rossi, a conclusione della conferenza dei servizi che si è tenuta giovedì 19 luglio nella sede della Regione.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.