Cerca nel quotidiano:


Lavori nel controviale Italia, in 24 ore 100 multe

Doppio senso, strada chiusa e passaggio pedonale al posto degli stalli per scooter. L'assessore Vece: "Tutto come prima al termine del cantiere". In futuro alla Bellana nascerà una vera e propria piazza pubblica aperta sul mare

Sabato 7 Aprile 2018 — 12:35

Mediagallery

In 24 ore 100 sanzioni. Eccolo il dato relativo alle multe elevate nel controviale Italia in un giorno (decine solo quelle fatte la mattina del 7 aprile) nonostante la segnaletica nuova nuova. Critica la situazione nei passaggi riservati ai pedoni e nei tratti di divieto di sosta e fermata con i pedoni costretti a camminare in carreggiata. Vi invitiamo a prendere visione delle avvertenze nel capitolo qui sotto.

Lavori dovuti al cantiere, cosa cambia – Controviale Italia a doppio senso di marcia. Per lavori. E’ lo stesso assessore Giuseppe Vece, contattato a Quilivorno.it, a tranquillizzare i cittadini: “Si tratta di una viabilità di cantiere, resasi necessaria per consentire i lavori di realizzazione di una base nautica alla Bellana in vista della Settimana Velica Internazionale in programma a Livorno dal 20 aprile al 1° maggio. Non è dunque una nostra modifica alla mobilità. Tanto meno permanente. Tutto tornerà come prima al termine del cantiere”. Nel frattempo, però, è bene sapere che entrando nel controviale Italia alla ricerca di un posto auto 1) troverete la strada chiusa, sbarrata, all’altezza dello Scoglio della Regina, e dovrete tornare indietro. Sì, la strada è diventata a doppio senso di marcia con tanto di linea tratteggiata a terra. Ci si potrà quindi immettere nuovamente nel viale Italia tornando indietro. 2) La porzione di asfalto lungo la spalletta del moletto non è più posteggio per scooter ma, come suggerisce la sagomina, è diventato un marciapiede. Tre) i posti auto rimasti disponibili non sono più a lisca di pesce ma orizzontali e nel parcheggiare è opportuno considerare il senso di marci, onde evitare la multa. Come capitato a diversi automobilisti il 6 aprile…

Il progetto nel dettaglio – Realizzato in accordo con il centro Velico Livornese e il Coni (sezione vela), il progetto vede la collaborazione del Comune con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e un soggetto privato, la società Porta Medicea srl. Il progetto, dal costo complessivo di circa 225mila euro esclusa Iva, prevede delle opere a mare e delle a terra: riassetto delle aiuole storiche, ripristino della vegetazione dei vialetti, nuove panchine, nuova pavimentazione bituminosa sul controviale Italia e nuove dotazioni impiantistiche idriche ed elettriche; il tutto al fine di utilizzare il giardino come parcheggio temporaneo delle imbarcazioni durante lo svolgimento delle manifestazioni veliche. Il progetto esecutivo non rappresenta che la “fase 1” di un percorso più ampio che, in prospettiva, prevede la realizzazione di strutture fisse in luogo di quelle provvisorie galleggianti, così da dotare la città di uno spazio urbano funzionale allo svolgimento di manifestazioni sportive veliche. La “fase 2” prevede infatti la costruzione di uno scivolo di alaggio definitivo, con struttura in acciaio e legno – con un centro nautico permanente – che, in assenza di eventi velici, potrebbe costituire una vera e propria piazza pubblica aperta sul mare per cittadini e visitatori, accessibile anche ai diversamente abili.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # Spiaggia libera???

    L’intero specchio acqueo portuale è stato inquadrato come sito inquinato a causa della elevata concentrazione di inquinanti nei sedimenti, tant’è che è stato perimetrato come Sito di Interesse Nazionale. Il problema non è nelle attività che oggi esercitano in ambito portuale, ma nella contaminazione storica dei sedimenti del fondale. La Bellana ricade (vado a memoria…) appena fuori il SIN, ma è evidente che quando passa una nave o un rimorchiatore che smuovono i fondali, se c’è un pò di corrente da Nord, gli inquinanti arrivano anche in quella zona. Pochi o tanti che siano, meglio fare il bagno da altra parte, a mio giudizio. Ecco il perché del mio primo sintetico (forse troppo) commento. Poi ognuno è libero di fare il bagno dove vuole, ma se si intende fare degli investimenti per una spiaggia libera, a mio avviso ci sono siti migliori di quello.

  2. # basta!!

    si parla di viabilita’ … perché si vuole rendere senso unico via ferrigni e via cassa di risparmi per intasare via coteto e via d’acquisto piccole strade limitrofe? Che senso ha se la viabilita’ funziona bene cosi’ da una vita .. io vivo in zona da sempre e non c’e’ mai stato un problema. Ora arrivano i 5 stelle e il problema .. ma allora il problema siete voi!! Strisce blu e semafori ovunque nuovi giri in auto complicati e inutili riduzione di zone di parcheggio persino per i motorini… Lasciate le strade e la citta’ come sono basta, rispetto per i cittadini! Ridateci la citta’ come era e poi tornate a casa grazie

  3. # Emme

    A dire il vero questa giunta comunale qualcosa fa di buono ma fa troppi progetti che poi non hanno una realizzazione. Prima del futuro progetto della piazza sul mare alla Bellana ( ci starebbe bene un bel parcheggio) ci sarebbero da finire tante altre cose ben più importanti. La viabilitá a porta a terra? Il ponte dei sospiri a Salviano? 10 anni senza risposte

  4. # Stancoestufodiavervivotato

    Ma non vi potete dimettervi prima del voto ? Che alle future elezioni andrete a casa diretti ormai ve lo immaginate….. fate un favore abdicate prima …. rimpiango Cosimi …. pensate voi cosa siete riusciti a farmi scrivere …..

  5. # Franco

    Mi domando: ma come può accadere tutto questo? La segnaletica è chiara e visibilissima. In quel tratto dove hanno fatto le multe ci sono ogni 100 metri i cartelli di divieto di fermata, ci sono le sagomine ad indicare che quello è un percorso pedonale e poi chiunque, guardando la strada, si rende conto che quello è un passaggio pedonale poiché i pedoni non avrebbero altro spazio su cui camminare. Qui siamo di fronte all’ennesimo comportamento di prepotenza da parte di alcuni (spero pochi) automobilisti. Io non mi sarei limitato a fare le multe, avrei portato via tutte le auto con il carro attrezzi perché in questo caso non c’è nessuna giustificazione che tenga.

  6. # giulio

    In una città CIVILE si mettono 2 (DUE) Vigili a dare indicazioni, non multe, sulle nuove regole. Passato un periodo di “apprendimento” allora si procede con le multe.

    Vero Sindaco ??

  7. # ricordiamocelo

    Ma in quella stessa zona non era stato presentato nel 2015 un progetto del Consorzio nautico per un migliaio di posti barca e sembrava che il Comune fosse d’accordo ?

  8. # Mario di Borgo

    Che bella tolleranza….ancora autocelebrazioni in un contesto repressivo, altro che dialettica civica…

  9. # Cecco del Circolo N.Sauro

    Ma un presidio dei Vigili per dire che l’area rientra nel piano dei divieti di sosta no…???

  10. # Serenella

    Non si può solo togliere, occorre anche trovare un ampio spazio gratuito dove poter lasciare le auto che – nonostante la volontà del Comune – continuano ad esistere.

  11. # marco

    Boia ma la gente è dura!!!

  12. # morgiano

    Tutti si sciacquano la bocca con il turismo come fonte di reddito, ma per attirarlo bisogna dedicare spazi ai turisti, che ovviamente saranno tolti alla libera ed esclusiva fruizione dei livornesi. A meno che non si intenda il turismo come una elargizione senza dare nulla in cambio

  13. # Aquila52

    Un Po di tolleranza quando ci sono delle novità cosi rilevanti sarebbe stata una cosa logica e sensata

  14. # u8go nogarin sono otto

    tengo il conto…..ci sei

  15. # IL GIUSTIZIERE

    Ma quale tolleranza…!!! Le multe che fanno sono sempre poche… W Nogarin

  16. # Antonio

    Continuo a leggere commenti sconcertanti. Ma se su quel controviale sono presenti cartelli di divieto di fermata ogni 100 metri e se sono anche state disegnate le sagomino ad indicare che quello è un percorso pedonale è possibile parlare di ‘tolleranza’? Non c’è tolleranza che tenga perché se non si riesce a capire una segnaletica così chiara non bisognerebbe nemmeno avere la patente. Il punto non riguarda il non aver compreso la segnaletica, perché è impossibile non capire che non si può parcheggiare l’auto dove sono presenti dei divieti di fermata ogni 100 metri, riguarda il fatto che quegli automobilisti che sono stati multati erano ben consapevoli che stavano parcheggiando in divieto di fermata (ma non lo ammetteranno mai), se ne sono fregati. A Livorno i vigili dovrebbero essere molto più duri con gli utenti della strada (automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni inclusi)

  17. # Davide

    Si. Tieni il conto anche delle multe.
    Hahaha

  18. # Renato Raspollini

    Sono uno di quelli che stamattina ha preso la multa con lo scooter. C’era una task force di vigili urbani con 6 o 7 macchine tutti concentrati lì. Magari potevano andarcene un paio ad avvisare la gente di questi cambiamenti. Comunque dice che aggiungeranno le strade con i soldi delle multe. Fra poco viaggeranno sui biliardo.

  19. # Giada

    Se uno conduce un mezzo si presume abbia una patente, quindi che conosca il significato della segnaletica, se la guarda. La multa è una banale conseguenza.

  20. # Sergio

    Ma infatti ci sono tanti altri bei posti a Livorno. Bella la terrazza, eh. Per i turisti. Ci vengono bene le foto, ma oltre all’acquario, c’è solo odore di fritto e spazi tristi e sporchi (e si paga pure per questo). Rassegnamoci, il lungomare è diventato questo: roba da turisti. Tutto caro, tutto a pagamento.
    Io, da livornese, mi godo altre zone. E in tasca alle righe blu e alle multe. Se proprio un giorno ci ripasso da quelle parti, sarà perché un c’ho nulla da fare, e magari ho preso la Lam per vedere dove porta.

  21. # Roberto 1

    Un paio di anni fa presentarono un pontile enorme lungo con tanto di 3d pubblicato da svariati giornali locali come l’orgoglio della città e l’avvio del porto turistico. Questo pontile sarebbe stato proprio tra Cantiere, Bella a ed oltre, stile Route66. Mi domando….ma non lo fa più, visto questa nuova piazza sul mare? Oppure…nel caso si facesse, perché sta spendendo tutti questi soldi per questi lavori? Caro sindaco….questa cosa c’è la dovresti spiegare

  22. # Puntigliosa

    Il fatto non è conoscere la segnaletica, che ovviamente tutti gli automobilisti conoscono. Il fatto è che hanno levato posti auto gratuiti alle persone che lavorano nella zona(vedi cantiere e porta a mare)e sono tanti. Che la zona andava sistemata era risaputo.

  23. # Gianni

    I livornesi dicono che non hanno vaini e poi non gli frega di prendere le multa…strano

  24. # Puk

    Inoltre c’e’ una scuola con mille studenti e personale docente e non …anche di questo cosa gliene importa ..parcheggi a pagamento o multe pur di fare cassa. Vergognoso. E dire che non li ho votati e li devo subire!

  25. # Grazia

    La segnaletica la.conosco bene…ho 32 ed è la mia prima multa…perché? ??ho parcheggiato l auto il 5 aprile quando i divieti di sosta e fermata erano ancora coperti. Il 7 scendo e sorpresaaaaa Una multa…e un divieto di cui due giorni prima non c’era ne’traccia ne’ avviso alcuno. La mia colpa??? Non prendere spesso l’auto….che poi …se non erro…”spingerci a non prendere l’auto non era un’idea del sindaco…?!?!?” Mi sento arrabbiata e presa in giro.

  26. # Romina

    Io la macchina anziché metterla in divieto di sosta ve la porterei in casa vostra!!!abito in via della bassata E AVETE FATTO UNO SCHIFOOOOO anziché agevolare l’abitanti in primis
    e anche chi vorrebbe venire x godersi un poino di mare e sole AVETE SOLO PENALIZZATO TUTTIIIII! ALLE 13 DI OGGI NEMMENO IL PARCHEGGIO DELLA TERRAZZA MASCAGNI AVEVA UN POSTO LIBERO E COSI COSTRETTI A REGALARVI 28.70…… E SIETE GANZIII E FURBIIII

  27. # beppe

    E dovete andà in bicicletta…