Cerca nel quotidiano:


Lavoro, la ricetta della Cgil per il rilancio

Lavoro, qual è la fotografia del nostro territorio? Quilivorno.it ha fatto il punto con il segretario generale della Cgil Fabrizio Zannotti

martedì 09 Luglio 2019 19:21

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Lavoro, qual è la fotografia del nostro territorio? Quilivorno.it ha fatto il punto con il segretario generale della Cgil Fabrizio Zannotti (nella foto). Sono tre le situazioni al momento da monitorare. Quella di una grande azienda dell’automative con i suoi 700 dipendenti tra diretti e indiretti. “Ancora non abbiamo novità dalla multinazionale – ha spiegato Zannotti – Il nodo della questione è relativo agli appalti riguardanti il settore della componentistica”. Ci sono poi i 150 dipendenti in cassa integrazione di una ditta di telecomunicazioni e 16 dei 26 lavoratori di una ditta di catering per cui è stata aperta la procedura di licenziamento.
Per il rilancio dell’occupazione, secondo la Cgil sono fondamentali la creazione della Darsena Europa, il miglioramento dei collegamenti viari e ferroviari e gli adeguamenti stradali. “Se avremo la possibilità di migliorare il nostro territorio ne gioverà tutta la Toscana – ha concluso il segretario – perché anche le aree oggi dismesse potranno essere nuovamente appetibili per la realizzazione di nuovi insediamenti industriali”.

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Roberto1

    Ben venga la Darsena Europa ma la vera ricetta è quella di investire in tecnologia. A me sembra che il mondo vada verso quella direzione ed è assurdo non investire ANCHE grazie alla presenza dell’Universita di Pisa e Firenze nel fare venire aziende (magari con sgravi fiscali) di natura prettamente IT sul nostro territorio.

    1. # Beppe

      Se ad ogni proposta corrisponde un comitato del no, è impossibile che rinasca l’occupazione.
      Nell’area mancano 30.000 posti e solo grandi imprese possono portarli

  2. # Alfredo

    Spica, Motofides, Pirelli, Peroni, CMF, Cantiere……Non ci sono più!!!…Speriamo ci sia la voglia di una RIPRESA….

  3. # Andrea

    Se tutte le aziende hanno chiuso, fatevi una domanda! Continuare a illudere le persone che si possono creare posti di lavoro con progetti industriali è assurdo! in Italia non esiste un futuro per l’industria, se non per quella altamente specializzata e tecnologicamente avanzata. Le grandi aziende trasferisco le fabbriche a l’estero per abbattere i costi del lavoro, quindi per creare posti di lavoro bisogna mettere in atto altre strategie. Sicuramente investire in turismo potrebbe dare risposte in tempi molto brevi, ma purtroppo la miopia dimostrata in questo senso è unica. La provincia di Livorno ha sviluppato un ottimo enoturismo, grazie ai famosi vini Bolgheresi, non essere riusciti a cogliere questa occasione per un rilancio turistico della città è da veri incompetenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.