Cerca nel quotidiano:


Le staccano la corrente ma respira grazie ad una macchina: salvata dalla polizia

Una livornese di 68 anni, con disabilità al 100%, assistita da ventilazione meccanica, risultata inadempiente alle obbligazioni contrattuali, era in pericolo di vita per l’avvenuta sospensione della somministrazione di energia elettrica, necessaria, anzitutto, per il funzionamento dell’apparecchio sanitario

Venerdì 2 Aprile 2021 — 10:25

Mediagallery

Alla disabile è stata assicurata un’adeguata sistemazione in una struttura ricettiva, per poi, mediante un sinergico intervento attuato a livello inter-istituzionale con la collaborazione del Comune di Livorno garantirle il ritorno a casa

La polizia è intervenuta per una segnalata situazione di grave disagio sociale e di imminente pericolo per la vita di una donna disabile al 100% (nella foto, inviata alle redazioni dalla questura, accanto ad una poliziotta). La notizia è stata ricevuta e trattata dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura di Livorno, inizialmente ad opera del personale addetto alla centrale operativa e, successivamente, da parte degli agenti della volante che sono intervenuti sul posto all’interno dell’abitazione della persona in difficoltà.
I poliziotti hanno accertato subito che, a causa di problematiche economiche fortemente acuite dall’attuale persistente crisi economica indotta dalla pandemia – come si legge in una nota stampa inviata dall’ufficio stampa della questura alle redazioni locali – una signora livornese di 68 anni, con disabilità al 100%, assistita da ventilazione meccanica, risultata inadempiente alle obbligazioni contrattuali, era in pericolo di vita per l’avvenuta sospensione della somministrazione di energia elettrica, necessaria, anzitutto, per il funzionamento dell’apparecchio sanitario di ausilio alla respirazione.
Nell’immediatezza, alla disabile è stata assicurata un’adeguata sistemazione in una struttura ricettiva, per poi, mediante un sinergico intervento attuato a livello inter-istituzionale con la collaborazione del Comune di Livorno e dei Servizi Sociali, attivare un percorso di completa ed integrata presa in carico della situazione critica, in modo da consentire il tempestivo rientro nella propria abitazione da parte della donna in difficoltà che potrà così trascorrere le festività pasquali in un contesto ambientale familiare.

Riproduzione riservata ©