Cerca nel quotidiano:


Leccia-Scopaia: si avvicina la raccolta porta a porta

L'avvio del servizio di raccolta dei rifiuti con modalità “porta a porta”, rinviato per gli eventi atmosferici del 10 settembre, è stato posticipato a lunedì 16 ottobre per le aree Leccia e Scopaia

Lunedì 25 Settembre 2017 — 19:07

Mediagallery

L’avvio del servizio di raccolta dei rifiuti con modalità “porta a porta”, rinviato per gli eventi atmosferici del 10 settembre, è stato posticipato a lunedì 16 ottobre per le aree Leccia e Scopaia, mentre per Borgo di Magrignano, non essendoci ancora le condizioni ottimali, il pap sarà implementato in un momento successivo. A seguire le nuove date per le relative assemblee pubbliche nei locali del circolo ricreativo in via Guadalajara 1: mercoledì 4 ottobre dalle ore 18.00 alle 20.00 (abitanti Leccia). Per informazioni/segnalazioni: numero verde 800-031.266 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00), “whatsapp” (3666200878), www.aamps.livorno.it, [email protected], facebook/twitter/app (“Aamps Livorno”).

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Salvo Redi

    A rompere ci manca anche il porta a porta

    1. # Saracalvani

      Il porta a porta è causato solo ed unicamente dal fatto che siamo incivili e maleducati. Se a casa fossimo capaci di fare una vera differenziata allora il porta a porta non servirebbe. Ma la gente SE Non è COSTRETTA PRODUCE SOLO INDIFFERENZIATA. Follia (il mondo non lo abbiamo ricevuto in eredità dai nostri padri ma in prestito dai nostri figli!)

  2. # Max+

    È una minaccia. Ripensateci .

  3. # Favelas

    Squallore totale. Il porta a porta alla livornese ha ridotto alcuni quartieri come bidonville.

    Imparate dei pisani. Tranquilli che vi si rivolta. Sì sì.

  4. # marco62

    Una giunta eletta perché doveva ascoltare i cittadini si è rilevata invece sorda, inefficiente e incapace. Da tutti i quartieri raggiunti già dal porta a porta sono insorte solo proteste per l’inadeguatezza di tale servizio senza contare la sporcizia che si crea per strada con il conseguente aumento di ratti.

  5. # ANGUS

    Auguri!!!!!!!!!!!!

  6. # Marco

    La differenziata è una questione di civiltà e sono favorevole alla sua realizzazione. Sembra però evidente che con le modalità indicate da questa amministrazione la “raccolta” appare un’improvvisata affidata in toto alla bon senso del cittadino. Basta prendere ad esempio l’improponibile calendario del ritiro della spazzatura? L’indifferenziata… 1 volta a settimana. Immaginate di tenere in casa 1 settimana dei sacchetti con all’interno pannolini sporchi del bebè… Immaginate con i 40 gradi in estate… Per l’organico 2 volte a settimana… un bel pesce tenuto a marcire 3 o 4 giorni in casa…. Visto la salatissima TARI, chiedere di tenere la spazzatura in casa è una provocazione! Se invece di partire con grossolane soluzioni la giunta facesse insrallare contenitori sotterranei della differenziata da utilizzare mediante l’inserimento di tessera sanitaria? Servirebbe anche a fini di controllo per cosa viene gettato. …Il mio parere e che vanno trovate soluzioni condivise con la cittadinanza così da ottenere un attiva partecipazione… Diversamente sono poco fiducioso….

    1. # elit

      Dici bene, pensa a chi ha in casa un anziano che usa pannoloni! Sono mesi che i commenti su qui Livorno gridano di cambiare il modo di raccolta, ma i nostri amministratori si spezzano ma non si piegano!

      1. # katia

        avete poco da gridare, basta chiamare l’aamps per attivare un servizio quotidiano gratuito di raccolta dei pannoloni o pannolini, con i sacchi rosa da loro forniti
        fa bene il comune a non ascoltare quelli che gridano, a livorno siamo in ritardo di 20 anni per colpa di quelli che non vogliono mai cambiare nulla

        1. # fabio1

          Pensate davvero che mettere due bidoncini diversi cambi l’abitudine per raccogliere la spazzatura?
          Hai verificato se nei tuoi bidoncini viene suddivisa la spazzatura come indicato nel foglietto oppure una volta che è la dentro è come se fosse sparita nel nulla? Chi deve fare questi controlli?
          Ho visto sui bidoncini monofamiliari degli adesivi riportanti indicazioni su spazzatura non idonea e quindi non è stata ritirata. Ma su quello condominiale come fanno a verificare il primo sacchetto che è stato depositato?
          Cosa cambia rispetto ad ora, questo tipo di raccolta?
          Forse è bene ASCOLTARE e non solo SENTIRE chi urla; vi possono essere delle indicazioni utili per il futuro.

  7. # grillo

    Sindaco duro! ! Bidoni indecenti! ! Stesso errore della viabilità. Prossime elezioni perse se non trova una soluzione a queste scelte disastrose per il decoro cittadino

  8. # trumpy

    Vai avanti sindaco, quelli che brontolano sono una minoranza rumorosa ma piccola. In tutta Italia si va in questa direzione.

    1. # papesatan

      Ma vieni in Coteto a documentarti invece di parlare senza cognizione di causa. Sono due anni che abbiamo questo porta a porta e che ha portartato solo cattivi odori ( per non usare altri termini sicuramente piu giusti ) ratti,gabbiani, sporcizia dappertutto, bidoni ovunque straboccanti. Ma il signor sindaco non doveva confrontarsi con tutti i quartieri? Valle Benedetta e Quercianella e da noi in Coteto quando verrà?

      1. # trumpy

        caschi proprio male, perché io sto in coteto e mi trovo benissimo
        se nel vostro condominio avete ratti e gabbiani e sporcizia probabilmente è colpa di qualche incivile, dovreste prendervela con queste persone
        il porta a porta lo stanno mettendo in tutta italia perché rende meglio, arrendetevi perché chiunque sia il sindaco la direzione è quella

        1. # papesatan

          Mi sento offeso dalla tua risposta, io ho sempre fatto la differenziata anche prima di questo disastroso porta a porta e quando ho qualcosa che non rientra nel ritiro, anche con piccole quantità, vado alla stazione ecologica.
          Perchè non ci troviamo, magari davanti alla coop di Coteto, con il Tirreno sotto le ascelle, ed insieme non andiamo a fare un giretto nel nostro quartiere?. Dimmi l’ora ed il giorno ed io ci sarò. Vediamo se ho detto delle fandonie. Ti saluto ed aspetto la tua risposta

  9. # marco

    ERA L’ORA!

  10. # Fabio

    La differenziata va raccolta di notte, non deve stare intere giornate per strada.

  11. # giancarlo

    Il bello verrà a ottobre con Leccia/Scopaia , non siamo riusciti ancora a capire dove collocare i cassonetti ( dopo minacce e qualche spintone ) vedrete quante volte troverete i cassonetti nel mezzo della strada !!!!

  12. # Fabio1

    Ho visto con meraviglia che sono stati posizionati dei cassonetti a 4 ruote più piccoli dei precedenti ma in maggior numero, nei pressi di ogni condominio. Poco differisce dall’attuale sistema di ritiro della spazzatura.
    Allora, per la raccolta differenziata porta a porta abbiamo:
    – cassonetti condominiali a 4 ruote molto capienti (che niente ha a che vedere con il “porta a porta”);
    – cassonetti condominiali a 2 ruote con discreta capienza (vedi la sfilza di via Lorenzini);
    – bidoncini per singole unità.
    Domanda:
    perchè io se mi dimentico una volta di mettere fuori il bidoncino dell’umido me lo devo tenere in casa una settimana intera, mentre gli altri fanno (se la faranno) la differenziata come hanno sempre fatta?
    Ci sono sistemi “porta a porta” di serie A-B e C?
    Cosa ne pensa il Comitato per i Rifiuti Zero?