Cerca nel quotidiano:


L’ex presidente del Consiglio in Corea

Gli "Incontri di Corea" fin dagli anni '60 su iniziativa di don Alfredo Nesi avevano visto partecipare persone di livello da Ingrao, De Mita, Trentin

Domenica 25 Settembre 2016 — 07:00

Mediagallery

“Europa, migrazioni, moneta, muri. Stiamo andando a sbattere?”. È questo il titolo scelto per l’incontro che si terrà lunedì 26 settembre nel pomeriggio (alle ore 16:15) nei locali dell’Associazione don Nesi/Corea a cui parteciperà l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi. Due volte capo del Governo (1996-1998 / 2006-2008), già ministro dell’Industria con Andreotti, dal 1999 al 2004 è stato Presidente della Commissione Europea. Dal 12 settembre 2008 invece presiede il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa. Il 1º settembre 2008 ha creato la Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli.
Questo appuntamento idealmente si pone nella tradizione degli “Incontri di Corea” che fin dagli anni ’60 su iniziativa di don Alfredo Nesi, avevano visto partecipare persone di livello da Ingrao, De Mita, Trentin, che pur nella loro diversità, rappresentavano pezzi importanti della società italiana. Questo nell’intento di favorire la partecipazione ed il coinvolgimento di tutti ai problemi che stava attraversando il paese.
Con lo stesso spirito di coinvolgimento, l’Associazione don Nesi  ha nel tempo cercato di rinnovare questi appuntamenti, gli ultimi dei quali, molto seguiti, sono stati sul Referendum con ospiti magistrati, giuristi, giornalisti come Ugo De Siervo, Domenico Gallo, Bruno Manfellotto, Emanuele Rossi.
Interrogare e parlare con il professor Prodi, con la sua esperienza sia a livello europeo che come inviato Onu in Africa, darà un contributo ad approfondire i problemi che ci stanno davanti.

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # Ignazio

    Se non posso venire ringraziatelo da parte mia per l’€! Un genio. Forse ora avrà capito che era ed è una truffa.

  2. # Alla Frutta

    Mister Rovina d’Italia.

  3. # Stefano

    Personaggi che hanno contribuito a sfasciare l’Italia non andrò mai a vederli

  4. # Meglio populista che pidino

    Questo signorino ha anche il coraggio di presentarsi davanti alla gente per fare dibattiti?si vergognasse ha contribuito insieme a l’allora presidente ciampi ha rovinare l’italia facendola aderire all’euro

  5. # Marcello Mori

    No scusate, io darei un premio nobel a quest’uomo innanzitutto per il coraggio che ha di mostrasi dopo il rovina-Italia grazie all’introduzione dell’euro fortemente voluto da lui e poi per essere un privilegiato delle cosiddette pensioni d’oro della ex sinistra, difatti percepisce ben 3 (dico tre!) versando solo la meta’ dei contributi . No, insultare l’intelligenza dei livornesi in questo momento difficile che l’Italia sta attraversando mi sembra troppo.

  6. # Carlo

    Prodi .. sarebbe invece esemplare per lui che il suo convegno andasse deserto !!!

  7. # Franco

    Quando si presenta un’articolo sarebbe bene mettere a conoscenza con trasparenza tutto del personaggio che si intende presentare, la parte buona noi lettori l’abbiamo vista in anteprima, vogliamo vedere anche chi e’ veramente anzi cosa e’ stato e cosa ha fatto quest’uomo per la nostra Italia? Linko un copia ed incolla così tanto per mettere a conoscenza di chi non lo sapesse:
    “Dal 2008 Romano Prodi è in pensione anche da parlamentare. Bisogna scrivere “anche”, perché il Professore a quella data aveva già due pensioni.
    Una da dirigente pubblico (Inpdap) un pizzico superiore ai 4 mila euro al mese. e un’altra – al compimento dei 65 anni (quindi dall’agosto 2004) – da ex presidente della Commissione Europea”. L’inchiesta pubblicata su Libero va a colpire anche l’unico leader del centrosinistra che ha vinto per due volte le elezioni.

    Il suo assegno è calcolato sulla base del 4,5% dello stipendio lordo annuo moltiplicato per i suoi 5 anni di presidenza. Si tratta dunque di poco meno di 280 mila euro che corrisponde a circa 5 mila euro mensili. La terza pensione è quella da parlamentare che Prodi prende ormai già da sette anni, ottenuta dopo essere stato alla Camera dal ’96 al 2001 e dal 2006 al 2008. Per rimpinguare un po’ il “magro” assegno il Professore ha versato una integrazione dei contributi così da arrivare a circa 120 mila euro che ora gli permettono di prendere un vitalizio mensile di poco più di 2.800 euro. Il tutto per un incasso complessivo di 240mila euro, il doppio di quello che ha versato.

    1. # nano

      Franco sei un pochino invidioso vorresti essere al suo posto, beh forse per i ruoli che lui ha ricoperto non sei molto all’altezza.
      Però in conpenso sei un buon populista

      1. # Diego

        Bravo nano…hai fatto un figurone improvvisandoti ad avvocato delle cause perse!

  8. # Sergio

    Non stiamo qui a fare il copia ed incolla degli articoli, il motore di ricerca “google” ne ha a centinaia di articoli che parla di questo signore che potrei definire l’anello principale di una catena “distruggi-Italia”, non dico fesserie….PROVARE PER CREDERE……NAVIGATE GENTE…NAVIGATE.

  9. # Ir mario

    ….. per non parlare della presidenza dell’IRI.
    Ha regalato le più belle industrie automobilistiche e alimentari per due soldi.
    Il grande economista.

  10. # Shuster

    Bravino si, si ( lui come tanti altri….) Speriamo i coreani se lo tengano!

  11. # terranovas

    Io invece penso che se c’è qualcuno che ha sfasciato l’Italia non è certo il presidente Prodi !
    L’evidenza della storia ci dice che il prof. Prodi, in questi ultimi 16 anni, ha governato solamente per 2 anni mentre l’ex-cavaliere per ben 8 anni !
    Un altro che ha governato per soli 2 anni è stato Mario Monti ma quelli sì che sono stati mesi che hanno cambiato profondamente (in peggio) l’Italia.

    Quindi per favore ripassatevi la storia recente dei governi italiani prima di attribuire colpe a chi non le può avere.

    Per il discorso dell’euro occorre dire che l’idea di una moneta unica era valida. Peccato che poi sia stato il governo Berlusconi ad essere al potere quando tutto è stato raddoppiato in Italia e non c’è stato il minimo controllo sui prezzi.
    Ma quanti anni avete voi che commentate per esservi già dimenticati ?

    1. # rena

      concordo l’unica cosa che possiamo imputare a Prodi e agli altri che hanno trattato il passaggio lira\euro è stata la debolezza di imporre un cambio più conveniente 1900 lire per un euro erano una esagerazione e quindi noi abbiamo subito questa cosa che ci ha danneggiato, poi c’è stata una forte speculazione dove ciò che costava 10000 lire di colpo andò a 10 euro ,ma 10 euro è il doppio di 10000 lire così sono state danneggiate le famiglie.

    2. # FERCHICHI

      terranovas te staresti bene con terravision tra ciarlatani vi intendete assai. Spari su Berlusconi ma il cambio a 1936,27 chi l’ha accettato? L’euro è stata la più grossa truffa che gli italiano hanno subito e c’è gente che difende ancora questo individuo …livornesi statevene a casa è molto più salutare di bugiardi in giro ce ne sono fin troppi, ricordatevi che la sinistra in italia ha sempre portato miseria

      1. # chsim

        Il problema è stata la svalutazione della lira nei confronti del marco e delle altre monete forti europee. il cambio non l’ha fatto Prodi, semmai ha ridotto questo gap che era schizzato alle stelle durante il primo governo Berlusconi. Con l’euro ci siamo rovinati, ma senza siamo sicuri sarebbe stato meglio? Paesi come la Romania che sono in area Euro ma non l’hanno ancora adottato pagano molto in termini di interessi e cambio e sono sempre più alla fame. Troppo riduttivo colpevolizzare uno o l’altro, ci vorrebbe un corso di economia e chissà se ci capiremo qualcosa. giusto andarlo ad ascoltare, non dobbiamo negare a nessuno la libertà di parola.

  12. # Luca P.

    Tutti esperti di economia qui, vedo.
    Peccato che invece fate i soliti discorsi populisti da quattro soldi.

  13. # Miriano

    Andare ad acoltare Prodi , non sarebbe male, mio nonno diceva che si apprende qualcosa da tutti.
    SAREBBE il caso di andare e queste cose che sono scritte nel post dirgliele in diretta , altrimenti non serve a nulla ( e solo uno sfogo personale).
    A parte che sono d’accordo con la ‘rottamazzione’ e Prodi e uno di quelli da rottamare. Lui ha già ‘dato il suo’ sarebbe il caso che si mettesse da parte, non ricordo cose positive fatte durante il suo governare.

  14. # Massimo

    Andremo a sbattere di sicuro se continuiamo così: l’Italia non è in grado di dare un lavoro dignitoso a queste persone. L’unica soluzione è quella di dividere i migranti arrivati tra i vari paesi europei e di fare investimenti nei paesi africani per dare lavoro a questi migranti affinché rimangano (e ritornino quelli già pariti) nei loro paesi di origine.

  15. # roby

    E’ PROPRIO UN POLITICO DA PARROCCHIA, CHE PERO’ VIVE DI LUSSO A CARICO DEI CITTADINI

  16. # Rottamo Prodi

    Io in Corea ce l’avrei mandato, ma in quella di kim jong-un

  17. # Massi

    Ci vuole un bel coraggio a presentarsi in pubblico dopo i disastri immensi che ha combinato!!! Che ghigna!!!!!!

  18. # LabroNiko

    Ho letto molti commenti. Sinceramente non li condivido affatto. L’adesione all’Euro in sé per sé era una cosa giusta. E se il costo della vita è aumentato, non è grazie all’Euro che altro non è che una moneta, potremo paragonarla ad un unità di misura: ma di chi non ha vigilato che molte categorie approfittassero del cambio di moneta, traslando il valore di 1000 Lire a circa 1 Euro! Questa è stata la vera rovina. Non l’Euro in sé.
    Poi altra cosa importante, sempre che ve ne sia un minimo di memoria, l’Europa appena costruita era governata sperando che divenisse sempre più unita. Governi nazionali successivi a quelli fondatori, portarono l’Europa ad essere sempre meno istituzionale e sempre più un contenitore ad unico uso della finanza. Analizziamole le cose, prima di tirare fuori slogan.
    E questo non per difendere qualcuno o accusarlo, ma per riempire di contenuti le nostre dichiarazioni.

  19. # Baccio

    Prepariamo uva e pomodori !!!

  20. # quintilio

    Ecco…ma io …mi domando…ma come può venire in …mente …di invitarlo?…che cosa può dire e fare un personaggio del genere, tipico di questa italia paludata e demagogica?