Cerca nel quotidiano:


Libreria, pasticceria, degustazioni e bistrot. L’ex Teatro Lazzeri torna a vivere

A febbraio la libreria Ubik di via Ricasoli si trasferirà al piano terra della struttura di via Del Fante e in contemporanea aprirà anche un caffè letterario

Lunedì 6 Gennaio 2020 — 06:30

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Al piano "meno uno" uno spazio dedicato alle degustazioni di prodotti tipici del territorio e un salone per i convegni. Al primo piano un ristorante con 100 posti a sedere

L’ex Teatro Lazzeri torna a vivere. Il gigante bianco che campeggia in via Del Fante, tra piazza della Repubblica e il Mercato Centrale, riaprirà completamente i suoi cancelli diventando un centro di aggregazione culturale-ricreativo polifunzionale. Il “bello addormentato” da anni, se vogliamo utilizzare una metafora fiabesca, aveva già aperto un occhio in questi ultimi due mesi grazie alla mostra della Coop, che ha preso il nome di “Coop 70_Valori in scatola”, ed ha animato la struttura per due mesi in questa fine del 2019. Da febbraio però vita nuova e nuovi stimoli. A raccontare il progetto di quel che sarà a QuiLivorno.it è proprio il gestore della società che dal prossimo mese riaccenderà i riflettori su uno dei palazzi più belli di Livorno, Luigi Iuliano. “Sarà un faro in questo centro città. L’ex Teatro Lazzeri tornerà a vivere e sarà più bello di prima”. Dal 2015 infatti la struttura era tristemente vuota. La libreria Edison chiuse i battenti nel 2015 e il ristorante al primo piano abbandonò il fastoso progetto che ebbe per diverse stagioni il suo lustro e il suo folto pubblico.

IL BANCONE DEL BAR-PASTICCERIA AL PIANO TERRA DELLA STRUTTURA

IL BANCONE DEL BAR-PASTICCERIA AL PIANO TERRA DELLA STRUTTURA

“Al piano terra – racconta Iuliano – si trasferirà la libreria Ubik che, come gli stessi titolari hanno anche annunciato sulle loro pagine social, chiuderà i battenti in via Ricasoli il 18 gennaio per poi spostarsi qua. Per una metà il fondo al piano terreno sarà tutto a loro disposizione e per l’altra metà nascerà un bar-pasticceria in modo che si possa creare un caffè letterario in un ambiente fluido e non rigidamente separato dalla libreria. Chi vorrà potrà sfogliare un libro gustandosi dell’ottima pasticceria e bevendosi un bel caffè. Un vero e proprio caffè letterario. Poi ci saranno gli spazi al primo e secondo piano – prosegue in maniera entusiastica Iuliano – dedicati ad eventi e presentazioni di libri o perché no convegni e dibattiti. Quelli che erano i due boccascena che danno su quello che un tempo era la platea del teatro saranno allestiti nuovamente in modo da poter ospitare nomi importanti nel panorama della letteratura italiana che avranno dunque modo di sfruttare uno spazio di classe per i loro eventi culturali”.
Ma non finisce qui. “Al primo piano ci sarà il ristorante-bistrot con circa cento posti a sedere. Sarà aperto per pranzo e cena e ci sarà modo di poter organizzare feste private e quant’altro”.

IL BISTROT-RISTORANTE AL PRIMO PIANO

IL BISTROT-RISTORANTE AL PRIMO PIANO

Il progetto però non si ferma. A spiegare cosa bolle in pentola si aggiunge anche uno dei soci di maggioranza della società che detiene la proprietà dell’immobile, Roberto Mei. “Al piano meno uno, dove si accede tramite un ascensore o grazie alle eleganti scale laterali, sorgerà oltre ad un luogo per convegni e conferenze con poltrone e sedute uno spazio riservato a degustazioni di classe e qualità. Al centro della stanza – spiega Mei a QuiLivorno.it – abbiamo pensato un tavolo molto grande dove poter aggregare una ventina di persone che potranno così degustare le tipicità del nostro territorio come il vino, l’olio, le nostre pregiate carni, gli insaccati e i prodotti della nostra regione. Ai lati dei piccoli corner delle eccellenze gastronomiche toscane. Uno spazio dedicato in larga parte ai croceristi e ai turisti che vorranno fermarsi qua ma anche ai livornesi e ai nostri concittadini. Ho pensato anche che sarebbe interessante dedicare uno spazio ad una gioielleria. Insomma un ambiente di qualità e di prestigio che possa rilanciare Livorno nel panorama regionale e italiano.

LA TERRAZZA DELL'EX TEATRO LAZZERI

LA TERRAZZA DELL’EX TEATRO LAZZERI

Questa seconda parte che vi ho illustrato spero possa prendere piede a partire dalla primavera, in un secondo momento rispetto all’arrivo della libreria Ubik, del caffè letterario e del ristorante che invece saranno attivi già dai primi giorni di febbraio”.
Da non sottovalutare poi il piano terzo, un vero e proprio piccolo privè denominato “Il Salottino”, e l’ultimo piano, quello della fantastica terrazza che copre tutto il tetto della struttura. “Per la terrazza – chiosa Mei – ci vorrebbe un piano di investimento importante che forse solo in un secondo momento potrà essere messo a bilancio tra le cose da fare. Intanto è bene che l’ex Teatro Lazzeri riparta in toto e Luigi Iuliano saprà fare sicuramente del suo meglio come gestore di questo spazio unico nel suo genere”.

Riproduzione riservata ©

18 commenti

 
  1. # Marco

    Finalmente un progetto utile al rilancio e alla valorizzazione di tutta la città, bravi!

    1. # Teresa

      Sono contentissima di questa riapertura… Un in bocca al lupo per tutto! Bravi!!!

  2. # Cristina

    Siamo felici e grati per questa bellissima e coraggiosa iniziativa

    1. # Monica

      Finalmente la cultura sta riconquistando la città

  3. # Iolanda

    Finalmente qualcosa di bello e gratificante sono contenta di questa bella iniziativa non ne potevo più di vedere un così bell ambiente lasciato alla deriva complimenti…

  4. # Cris

    ottimo! l’idea è molto buona e spero trova appeal presso i livornesi e non solo

  5. # Antonella

    Dai speriamo che stavolta il progetto voli alto! …lo merita, è molto interessante specialmente adesso, in una Livorno che è a dir poco “dormiente”.

  6. # Marco Sisi

    Auguriamoci che sia la volta buona. Bisogna puntare sui crocieristi perché sui livornesi non si può fare affidamento, ci mettono niente a innamorarsi e disinnamorarsi di qualunque locale, esercizio o struttura.

  7. # Andrea Cognetta

    Bellissima notizia

  8. # Fabio

    Finalmente una splendida struttura che ritrova il suo splendore. Mi permetto di proporre di mettere a disposizione gli spazi al primo e secondo piano , quando non vi sono eventi e presentazioni di libri, convegni e dibattiti, a disposizione degli studenti che non trovano spazio per le attività di studio agli affollati Bottini dell’Olio. Si creerebbe un giro che sicuramente coinvolgerebbe anche le altre attività presenti nella struttura.

  9. # pippo

    finalmente si recupera qualcosa di importante con della buona cultura che non guasta mai se qualcuno riuscisse a recuperare anche il palazzo del picchetto ex presidio sarebbe bello sognare una piccola universita’ del mare in centro con tanti ragazzi e ragazze per un futuro migliore comunque complimenti auguri buon lavoro

  10. # Antonella

    È una bellissima idea se pubblicizzata bene e spazio anche per chi vuole studiare

  11. # IRIS

    Complimenti!!! E’ proprio una bellissima notizia.!

  12. # carla

    Dopo l’ex Jolli arriva il teatro Lazzeri. Bene con la speranza di ripulire la piazza Guerrazzi dalle brutte scritte sui muri.
    Livorno lo merita.

  13. # ruggero

    Una buona notizia per il centro della città che si unisce alla nuova pavimentazione della via Grande.
    Come funziona il parcheggio della piazza Guerrazzi?
    Saranno messi di nuovo in circolo i piccoli bus che potrebbero andare da barriera Roma a piazza della Repubblica?

  14. # Marco Romoli

    Prima di mettere un’altra libreria li dentro proverei a chiedermi cosa non ha funzionato con l’altra…

  15. # Gioia

    La nuova pavimentazione della via grande, non la fanno più. Rimangono i crateri, Salvetti non la vuole fare.

  16. # Ombretta Lazzeri

    Sono felicissima di questi progetti e che cosa Mio Nonno costruì torni a rivivere.Grazie