Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Livornine2030: proclamati i vincitori del Contest Giovani Innovatori

Lunedì 18 Luglio 2022 — 17:44

Dalla somma delle due valutazione è stata definita una graduatoria di merito attraverso la quale sono state individuate le tre migliori idee: Aleph Data Center, Pannelli Flashback e Agenzia di moda per disabili

Si è conclusa la prima edizione del Contest Giovani Innovatori, il concorso organizzato dal Polo per l’innovazione urbana “Livornine 2030” in collaborazione col Comune di Livorno, finalizzato a supportare i giovani nell’elaborazione di idee imprenditoriali “innovative” con potenziali ricadute dirette sul territorio. Delle 12 candidature inviate, 9 sono arrivate alla fine del percorso di tutoraggio, affiancamento e presentazione dei progetti. Il 7 luglio 2022 presso il Cisternino di Città si è svolto il ‘pitching day’, ovvero la presentazione delle idee ad una giuria di esperti composta da Flavia Marzano, Claudia Pavoletti e Stefano Pampaloni, e valutate in base alla capacità e chiarezza di esposizione. Precedentemente le idee imprenditoriali, nella loro completezza, erano state valutate da una commissione tecnica composta da Darya Majidi, Luca Leonardini e Marco Bennici. Dalla somma delle due valutazione è stata definita una graduatoria di merito attraverso la quale sono state individuate le tre migliori idee: Aleph Data Center, Pannelli Flashback e Agenzia di moda per disabili. Tutte le idee presentate potranno candidarsi per il bando start up di Livornine 2030 previsto per il prossimo autunno e finalizzato a trasformare le idee in impresa. Si riporta di seguito l’elenco completo delle idee presentate: Fab L’abilità, Economia circolare tessile, Arka Enjoy Nature, Eleutheria, FO.LI.ES e Young People Together.

Presenti al Cisternino di Città di Livorno l’Assessore  al Lavoro e alla Formazione Gianfranco Simoncini e rappresentanti delle aziende che fanno parte del progetto Livornine2030: Moreno Toigo di Simurg Ricerche, Marco Celi, Barbara Burchi e Gianni Cianci di Innolabs, Darya Majidi di Daxolab e Benedetta Pandolfi di Promo Pa Fondazione.

“Il futuro di Livorno passa dall’innovazione e per questo motivo abbiamo bisogno di sostenere e promuovere tutti gli aspetti-chiave dell’economia della nostra città – afferma l’Assessore Simoncini – nella consapevolezza che per fare questo esiste solo una strada, quella di investire in coloro che innovano le proprie imprese. Il lavoro che portiamo avanti con il progetto Livornine2030 va proprio in questa direzione, promuovere la cultura dell’innovazione non soltanto con convegni e dibattiti, ma soprattutto attraverso esperienze concrete, che aiutano a realizzare idee ed intuizioni. Ne è un esempio il Contest Giovani Innovatori – prosegue – dove al di là della classifica finale, sono emerse idee e progetti assolutamente validi ed innovativi che, anche grazie alla nostra amministrazione comunale che per prima ha deciso di mettere risorse del bilancio a favore del sostegno dell’innovazione, potranno essere realizzati e concretizzati” – conclude.

Il Contest, riservato a giovani, singoli o gruppi di età compresa tra i 16 e i 35 anni, ha come scopo incentivare l’imprenditoria giovanile e l’innovazione sociale e tecnologica in settori di rilevanza per il territorio di Livorno, come Economia del Mare, Economia Verde, Industria Creativa. “Devo ammettere che tutti progetti che hanno partecipato, in totale nove, sono degni di rilevanza sia dal punto di vista imprenditoriale che dell’originalità – afferma Marco Celi – e sono stati pensati e ideati allo scopo di risolvere un problema presente nella nostra città o valorizzare un aspetto che ancora rimane sottovalutato. Per essere la prima edizione del Contest siamo assolutamente soddisfatti della partecipazione e dell’entusiasmo che abbiamo riscontrato in tutti i partecipanti – conclude – speriamo nei prossimi anni di riuscire a coinvolgere anche le scuole della città senza limitazioni dovute all’emergenza sanitaria. Un ringraziamento a tutti gli “innovatori” che con i loro progetti hanno evidenziato problematiche o aspetti talvolta sconosciuti della nostra città.

Condividi:

Riproduzione riservata ©