Cerca nel quotidiano:


Cna in lutto, addio allo storico direttore Gino Baldi

Tenacia e determinazione fino in fondo: questo era Gino Baldi. CNA saluta lo storico direttore che ha guidato la crescita associativa

Mercoledì 6 Aprile 2022 — 11:44

Mediagallery

Le esequie si  svolgeranno giovedì 7 aprile alle 15 al cimitero della Misericordia a Livorno, dove è già allestita la camera ardente

Con grande dolore la CNA Territoriale di Livorno annuncia la morte di Gino Baldi, storico direttore dell’associazione dal 1977 al 2008. Le esequie si  svolgeranno giovedì 7 aprile alle 15 al cimitero della Misericordia a Livorno, dove è già allestita la camera ardente.
Con grande determinazione e lungimiranza ha guidato la locale CNA nella sua crescita fino a farne un punto di riferimento per l’economia e la politica a livello provinciale. Entrato giovanissimo nella prima storica sede di via Ricasoli 82 come fattorino nell’associazione guidata all’epoca dal segretario Quirino Calafati, ha percorso velocemente tutti i gradini fino ad assumerne la guida come segretario nel 1977. Insieme a lui CNA è passata da meno di dieci addetti ad averne oltre 80 in dieci sedi dislocate nei principali comuni della provincia, rappresentando e tutelando gli interessi non solo dell’artigianato più tradizionale ma della piccola e media impresa in generale, fino all’industria.

“Dopo la recente scomparsa del presidente onorario Enzo Catarsi, con cui Gino ha percorso un lungo tratto di strada – commenta il presidente territoriale Maurizio Serini – adesso CNA saluta con immensa tristezza un altro protagonista della sua storia. Ci confortano l’esempio che ha lasciato ed i frutti del suo lavoro per l’associazione, gli artigiani e l’economia locale. Non era un uomo di mezze misure, ma schietto, pungente, determinato, talvolta risoluto nei modi ma dotato di sensibilità e di forti ideali, capace di grandi progettualità e di tessere rapporti ed intese per la risoluzione dei problemi ed il raggiungimento dei risultati”.

“Una grande guida – afferma Dario Talini attuale direttore generale della CNA di Livorno – che ha lasciato un segno indelebile nell’associazione a tutti i livelli, testimoniato dai tantissimi messaggi di cordoglio che ci stanno giungendo da tutta Italia. La notizia si è diffusa rapidamente perché Gino era Gino, con un carattere inconfondibile ed a cui era impossibile essere indifferenti. Dietro le più grandi sfide e battaglie in favore dell’artigianato e dello sviluppo dell’economia e del territorio negli anni 90 e 2000 c’è la sua firma, insieme a quella della squadra di dirigenti e della struttura CNA che ha saputo far crescere. Gino non è mai uscito di scena, perché ha sempre continuato ad interessarsi dell’economia e della politica locale ed era sempre pronto a dare un consiglio, una indicazione, la sua visione dei problemi e delle prospettive. Ha combattuto la malattia con un coraggio da leone sostenuto dalla famiglia e dagli amici; anche in questo è stato un esempio di tenacia. Un uomo che mancherà a tutti”.

“Livorno perde un’altra importante personalità che ha sempre lavorato per il bene e la crescita della nostra comunità – ricorda il consigliere regionale del PD, Francesco Gazzetti – Figura storica della CNA, uomo che sapeva unire concretezza e sensibilità, Gino aveva sempre anteposto l’interesse generale alle proprie convenienze ed aveva sempre portato avanti battaglie e sfide in prima fila, mettendoci la faccia. Impegnato anche nel sociale era attentissimo a tutto quello che accadeva sui territori con una capacità di lettura e comprensione degli eventi davvero rara. Parlare e confrontarsi con lui era sempre un momento di crescita e che aiutava a capire e guardare le cose da angolazioni mai banali. Io perdo anche un amico, un amico vero e sincero. Ai suoi familiari invio le mie più sentite condoglianze che estendo al mondo Cna che Gino aveva contribuito a costruire e plasmare ed a tutte le altre realtà con cui questo uomo dal cuore grande aveva condiviso idee e progetti”.

L’Amministrazione comunale esprime cordoglio per la scomparsa di Gino Baldi, morto ieri a 72 anni, dopo una lunga malattia. Storico direttore della CNA di Livorno per più di trent’anni e figura di spicco del mondo produttivo e dell’associazionismo livornese, Gino Baldi è stato membro di numerosi consigli di amministrazione di enti tra i quali Ater, Spil e Interporto Vespucci (vicepresidente). Dopo il pensionamento, fino a quando la malattia glielo ha consentito, è stato anche presidente di Lions Club Livorno Host. “Personalmente – dichiara il sindaco Luca Salvetti – ho condiviso con Gino Baldi un momento molto entusiasmante negli anni ’90 – primi 2000, quando, grazie al suo ruolo in CNA ha proposto e realizzato alcuni progetti innovativi per la città, dando un contributo importante al suo sviluppo. Ho avuto occasione, come giornalista, in un rapporto di grande amicizia e stima, di raccontare tutto questo alla nostra città. Porgo le mie sentite condoglianze alla famiglia a nome dell’Amministrazione e della Giunta”.

“La Cgil provincia di Livorno apprende con tristezza la notizia della scomparsa di Gino Baldi, per anni alla guida della Cna – scrive Fabrizio Zannotti segretario generale Cgil provincia di Livorno – Baldi ha sempre svolto il proprio lavoro con passione e tenacia, ed è sempre stato esempio di persona leale e corretta. Ai familiari di Baldi e a tutta la Cna le più sentite condoglianze di tutta la Cgil”.

Gino Baldi ha ricoperto numerosi incarichi sindacali ed amministrativi a livello locale, regionale e nazionale fra cui vice-presidente della Società Interporto Toscano “A. Vespucci” dal 2000 al 2006 in rappresentanza delle Camere di Commercio di Livorno e Pisa; consigliere della stessa società dal 1997 al 2000 in rappresentanza della parte di capitale privato; Amministratore Delegato del G.E.I.E Artigianato Transfrontaliero con sede a Bastia, Chambre Metiers Haute Corse, dal 2.12.1999 al 2008; membro del Comitato Autotrasportatori per conto terzi presso la Motorizzazione di Livorno, dal 19.09.1983 al 22.02.1994, con nomina del Ministero dei Trasporti; Segretario Provinciale della Federazione Trasporti Artigiani dal 1981 al 1993; membro del Consiglio Regionale della F.I.T.A. CNA (Federazione Italiana Trasporti Artigiani) e della Direzione Regionale dal 1981 al 1993; Consigliere camerale e membro della Giunta della camera di Commercio di Livorno dal 1998 al 2013.
E’ stato anche presidente della Sezione Trasporti della Consulta economico-provinciale dal 2000 al 2008; membro della Commissione Provinciale Artigianato presso la Camera di Commercio di Livorno, in qualità di esperto, con nomina della Regione Toscana dal 19.10.1999 al 22.09.2004; membro del Consiglio di Amministrazione della Società Porto Industriale di Livorno (SPIL), su nomina della Camera di Commercio dal 12.04.2003 al 15.10.2003; membro del Consiglio di Amministrazione dell’A.T.E.R. di Livorno dal 1980 al 1989; oltre agli incarichi ai vertici delle società del Sistema CNA.
La CNA Territoriale di Livorno si unisce quindi al grande dolore della moglie Cinzia e dei figli Chiara e Matteo.

Riproduzione riservata ©