Cerca nel quotidiano:


“MarittimoTech”, il progetto per lanciare le imprese livornesi. Breda presidente Unioncamere Toscana

Le iscrizioni al progetto europeo, indirizzato a Italia e Francia, partiranno il 1° febbraio e sono aperte a giovani imprenditori e startup. INFO: www.lg.camcom.it e www.marittimotech.eu

Giovedì 1 Febbraio 2018 — 07:15

di Federico Bacci

Mediagallery

Apriranno da giovedì 1° febbraio le iscrizioni per il progetto MarittimoTech, la nuova iniziativa che vede come partner Camera di Commercio e la collaborazione dell’Università di Pisa, indirizzata alla valorizzazione delle idee imprenditoriali e di startup presenti sul nostro territorio. Il progetto avrà la funzione di “acceleratore“, occupandosi cioè, tramite percorsi individuali e lezioni collettive (per un totale di 4 mesi), di formare i partecipanti e fornire strumenti e conoscenze specifiche. Nove aspiranti imprenditori e aziende startup (iscritte da meno di 36 mesi al registro imprese), a fronte delle 45 totali previste nel progetto, che è rivolto a Italia e Francia, potranno provenire dal nostro territorio, quello compreso tra le province di Livorno e Grosseto. I settori di riferimento sono quelli della nautica, del turismo sostenibile, delle biotecnologie e delle energie rinnovabili. “Puntiamo molto su questo progetto – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio Riccardo Breda – poiché riteniamo che la formazione sia fondamentale per coltivare le imprese del nostro territorio, che sono molto valide ma che spesso non riescono a emergere. Fare impresa al giorno d’oggi significa fare una scommessa con se stessi: bisogna aprire la mente e quindi gli orizzonti”. Il concetto di programma di accelerazione è molto moderno e ricercato dalle imprese, e serve a potenziare le nuove startup con consulenze strategiche e organizzative provenienti da esperti e manager affermati.  size-medium wp-image-270997″ src=”http://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2018/01/1DS_4834-600×400.jpg” alt=”” width=”300″ height=”200″ />“L’economia moderna è in continua trasformazione – ha aggiunto il professore Iacopo Cavallini, del dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa – con il sistema che offre sempre meno posti di lavoro e che quindi richiede al singolo uno sforzo imprenditoriale individuale. Al giorno d’oggi, in tutto il mondo, i due terzi delle aziende non superano il terzo anno di vita: ciò non dipende tanto dalla mancanza di finanziamenti, ma dall’incapacità imprenditoriale. Spesso viene creato un prodotto per cui in realtà non esiste domanda, oppure non si riesce a stabilire un mercato di riferimento a cui rivolgersi: ecco perché i programmi di formazione sono fondamentali, di modo da accompagnare alle grandi idee creative anche una forte base di conoscenza del mondo imprenditoriale. In MarittimoTech faremo didattica non nozionistica ma sul modello dei master di specializzazione, con integrazione fra accademia e operatività e la presenza costante di docenti universitari e manager di alta qualità. Tra gli altri, saranno trattati argomenti di analisi di mercato, fundraising, individuazione dei competitor“. Le commissioni che esamineranno le idee proposte saranno formate da personale di qualità, sia docenti dell’Università che elementi della Camera di Commercio, e verranno formate anche sulla base delle richieste pervenute, di modo da ottenere una valutazione quanto più accurata possibile su ogni candidatura. Il bando è disponibile sul sito della Camera di Commercio www.lg.camcom.it e sul sito www.marittimotech.eu e rimarrà aperto dal 1° al 28 febbraio.

 

RICCARDO BREDA, ELETTO PRESIDENTE DI UNIONCAMERE TOSCANA

RICCARDO BREDA, ELETTO PRESIDENTE DI UNIONCAMERE TOSCANA

Riccardo Breda è il nuovo presidente di Unioncamere Toscana –  Il consiglio ha eletto all’unanimità Riccardo Breda nel pomeriggio di mercoledì 31 gennaio il presidente della camera di commercio della Maremma e del Tirreno alla guida dell’unione regionale delle Camere toscane. “È un onore ed una responsabilità per me assumere questo ruolo, in un momento tanto delicato per il sistema camerale – ha dichiarato il  presidente subito dopo l’elezione – La riforma ha trasformato profondamente lo scenario in cui operano le Camere di Commercio: sarà uno degli obiettivi del mio mandato coordinare le Camere toscane affinché definiscano e valorizzino il loro ruolo, stabilendo un legame sempre più forte e articolato con gli altri livelli istituzionali, in primo luogo la Regione Toscana. La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è stata la prima Camera ad aver realizzato la fusione in Toscana: farò in modo che la nostra ottima esperienza sia al servizio di tutti”.

Imprenditore grossetano, 48 anni, Riccardo Breda ha iniziato la carriera associativa come presidente del Gruppo Giovani Imprenditori CNA Grosseto nel 2000. Nell’associazione artigiana ha poi ricoperto prima la carica di vice presidente, fino a divenirne presidente provinciale nel 2013. Dal 2009 al 2014 è stato presidente di Grosseto Fiere. Ha partecipato alla vita camerale come consigliere della Camera di Commercio di Grosseto fin dal 2003, divenendone presidente nel 2015. Ha guidato la fusione dell’Ente maremmano con la Camera di Commercio di Livorno, e dal settembre 2016 è presidente della nuova Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, primo ente nato per accorpamento nella regione Toscana in seguito alla riforma del sistema camerale. Unioncamere Toscana è l’Ente che, attraverso un’opera continua di coordinamento per l’adozione di strategie comuni del sistema camerale toscano, provvede alla promozione ed allo sviluppo del sistema economico regionale assicurando l’omogeneo indirizzo di azione delle Camere toscane, nel rispetto delle loro autonomie e fornendo gli opportuni servizi di sistema.

 

Riproduzione riservata ©