Cerca nel quotidiano:


Mascagni, via all’Anno Accademico. Il direttore Meucci: “Finalmente ripartiamo con i concerti”

Tra le grandi novità c'è una convenzione con il teatro 4 Mori che permetterà al Conservatorio di usufruire del teatro per una settimana al mese. Sabato 6 novembre la presentazione dell'Anno Accademico 2021-2022

Giovedì 4 Novembre 2021 — 16:20

di Chiara Montesano

Mediagallery

Il periodo di chiusure dovute alla pandemia non ha avuto ricadute sulle iscrizioni al Conservatorio Mascagni

Venerdì 5 novembre ai 4 Mori verrà inaugurato ufficialmente l’anno accademico 2021-2022 del Conservatorio Pietro Mascagni.

Dopo un anno e mezzo di stop quasi totale per il mondo della musica e dello spettacolo è un sollievo poter tornare a fare iniziative in presenza e ad ascoltare nuovamente i ragazzi di uno dei più importanti conservatori italiani.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Renato Meucci, presidente e direttore del Conservatorio, per chiedergli quali saranno le iniziative previste e come hanno affrontato il periodo di chiusure dovute alla pandemia.

Lei è arrivato al Mascagni poco prima dello scoppio della pandemia, è riuscito a portare avanti le iniziative previste?
“Sono arrivano a inizio novembre 2019. Non ho potuto fare praticamente niente di quello che era nella produzione, ma abbiamo ottenuto comunque un grande risultato perché siamo stati aperti tutto il tempo, compreso il periodo della scuola rossa. Siamo riusciti a portare avanti le lezioni individuali, come succedeva con i  laboratori universitari. Abbiamo fermato solamente le attività  di insieme come le orchestre e i cori”. 

Ma avete avuto anche dei riconoscimenti…
“Abbiamo fatto attività online e siamo stati riconosciuti, dalla rivista online Tutto Conservatori, come conservatorio tra i più attivi nel presentare sul sito materiali di vario genere”.

Cosa vi aspettate da questo 2022?
“La cosa più bella che ci aspettiamo è quello di riprendere una normale attività concertistica. Per quelli che fanno esecuzione in pubblico si tratta di un anno e mezzo buono in cui non è stato possibile fare eventi dal vivo. Sono arrivato al Mascagni nel novembre del 2019 e abbiamo fatto il concerto di capodanno, poi basta. A maggio del 2021 abbiamo fatto suonare nuovamente l’orchestra”. 

Il venerdì 5 novembre al teatro 4 Mori verrà presentato il nuovo anno accademico con tutte le novità. I 4 Mori fanno parte delle novità?
“Abbiamo stipulato una convenzione con il teatro 4 Mori. Avremo il teatro a nostra disposizione per una settimana al mese. Useremo quei giorni per una stagione di concerti, faremo suonare l’orchestra. L’auditorium del Mascagni è piccolo, dobbiamo ringraziare il Comune, gli assessori e il teatro per questa opportunità”.

Quali altre novità sono previste?
“Parleremo delle iniziative future tra cui un corso di guida all’ascolto per gli adulti. Partirà anche un progetto chiamato Donatori di Musica grazie a cui andremo a suonare nel settore oncologia dell’ospedale di Livorno. Presenteremo anche la più giovane docente italiana, ha soli 25 anni. Si chiama Federica Severini ed è di Salerno ma vive a Berlino buona parte del tempo.

Con la pandemia il numero degli iscritti ha subito variazioni?
“No, fortunatamente non abbiamo avuto ricadute”.

Riproduzione riservata ©