Cerca nel quotidiano:


Mascherine e guanti? Nell’indifferenziata. “Evitare i cestini per strada”. VIDEO

Per l’indifferenziato, l'Istituto Superiore di Sanità raccomanda di usare due sacchi l’uno dentro l’altro, anche per le persone non contagiate, e di chiuderli bene. Bisogna invece evitare di gettare le mascherine e i guanti nei cestini sparsi per la città

Venerdì 17 Aprile 2020 — 00:09

Mediagallery

Cepparello: "L’uso di questi dispositivi, indispensabili in questo frangente, ha purtroppo un impatto ambientale rilevante, e sarebbe assurdo vanificarlo dismettendoli in modo sbagliato e rendendoli addirittura potenziali fonti di trasmissione del virus"

Con l’entrata in vigore dell’obbligo dell’uso della mascherina previsto per lunedì 20 aprile, ogni giorno verranno utilizzate in città decine di migliaia di dispositivi monouso che, insieme alla grande quantità di guanti usa e getta che in molti scelgono di indossare per le loro commissioni fuori casa, andranno a costituire una mole di rifiuti importante, che va gestita con oculatezza. In questo senso arriva dall’Amministrazione Comunale una raccomandazione, che riprende in modo puntuale le linee guida fornite dall’Istituto Superiore di Sanità, già pubblicate da giorni anche sul sito di Aamps.
Ecco il video creato appositamente da Aamps con le tre regole fondamentali da seguire per lo smaltimento dei dispositivi monouso

“Mascherine e guanti monouso – spiega l’assessora all’ambiente Giovanna Cepparello -dovranno essere conferiti nel sacco dell’indifferenziato, in quanto materiali potenzialmente contaminati, insieme, tra l’altro, ai fazzoletti di carta usati. Per l’indifferenziato, l’Istituto Superiore di Sanità raccomanda di usare due sacchi l’uno dentro l’altro, anche per le persone non contagiate, e di chiuderli bene. Bisogna invece evitare di gettare le mascherine e i guanti nei cestini sparsi per la città, dai quali possono uscire a causa del vento. Questo comportamento, tra l’altro, esporrebbe gli operatori addetti allo svuotamento dei cestini ad un contatto con dispositivi che possono essere veicolo di contagio. Quando si esce conviene quindi – prosegue l’assessora – portarsi dietro una bustina o un piccolo contenitore per alimenti, ad esempio, dove riporre guanti e mascherine usati, per poi gettarli, una volta rientrati a casa, nel doppio sacco dell’indifferenziato. L’uso di questi dispositivi, indispensabili in questo frangente, ha purtroppo un impatto ambientale rilevante, e sarebbe assurdo vanificarlo dismettendoli in modo sbagliato e rendendoli addirittura potenziali fonti di trasmissione del virus”.
Anche per l’amministratore unico di Aamps, Raphael Rossi, è importante “non rendere inutile o dannoso il gesto di protezione con comportamenti impropri, gettando mascherine e guanti nelle differenziate o peggio per strada. I lavoratori di Aamps e di Avr stanno fornendo alla città un grande sforzo, aiutiamoli tutti perché solo insieme ce la faremo”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Massimo Bartolini

    Ottime indicazioni che dovrebbero essere, addirittura, superflue, se fossimo attenti e, soprattutto più educati. Per quanto riguarda i piccoli contenitori stradali, sarebbero da togliere perché sono spessissimo usati e riempiti con sacchetti di organico invece di metterli negli appositi contenitori privati e/o condominiali. Ho avuto più di una discussione con persone alle quali avevo fatto notare, l’irregolarità della cosa, ma ho riscontrato solo arroganza e menefreghismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.