Cerca nel quotidiano:


“Maxi buca” in Fi-Pi-Li, partiti i lavori

Il valore complessivo dei lavori è calcolato in 1.596.517 euro, di cui 55.920 destinati agli oneri per la sicurezza (iva esclusa). Secondo il cronoprogramma previsto, i lavori dovranno essere conclusi entro 300 giorni a partire dal 7 gennaio 2019

Lunedì 7 Gennaio 2019 — 18:16

Mediagallery

Partiti i lavori per eliminare la frana di via Quaglierini, la rampa di uscita della Fi-Pi-Li. I lavori del cantiere sono iniziati, come previsto, lunedì 7 gennaio.
“E’ stata una lunga attesa – ha detto l’assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, presente stamani all’apertura del cantiere -, ma oggi diamo concretamente il via a questi lavori. E’ stato un percorso complesso, ma come promesso siamo riusciti a sbloccare la situazione. Ora speriamo davvero che non ci siano intoppi nella fase di esecuzione e contiamo su di un po’ di pazienza supplementare per gli inevitabili disagi dovuti al cantiere”.
“Siamo di fronte – ha sottolineato Ceccarelli – ad un vicenda emblematica di quanto sia difficile realizzare le opere pubbliche nel nostro paese. La Provincia, che ne aveva la competenza, non era riuscita a fare questo intervento di ripristino a causa dei vincoli posti dal patto di stabilità. La Regione è subentrata nelle competenze nel 2016 e ha subito impresso un’accelerazione alla vicenda. L’ultimo ostacolo è stato però un ricorso, che è stato risolto, e ora vigileremo perché i tempi contrattuali siano rispettati”.
I lavori consentiranno un collegamento veicolare più fluido con il porto di Livorno, soprattutto per i mezzi pesanti, e assieme al progetto di collegamento ferroviario tra porto ed interporto costituisce un tassello importante dell’impegno della Regione per garantire al porto le migliori condizioni di sviluppo e qualificazione.
I lavori per il ripristino della frana al km 79+865 della Fi-Pi-Li sono stati aggiudicati nello scorso mese di ottobre ad un raggruppamento temporaneo di imprese con sede legale a Pomarance (Pi).
Il valore complessivo dei lavori è calcolato in 1.596.517 euro, di cui 55.920 destinati agli oneri per la sicurezza (iva esclusa). Secondo il cronoprogramma previsto, i lavori dovranno essere conclusi entro 300 giorni a partire dal 7 gennaio 2019.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Daniel

    Dopo circa 11 anni sono partiti a fare i lavori hanno fatto presto , che vergogna

  2. # armando

    ma come sara’ la organizzata la viabilita con il cantiere aperto? ce lo diranno????

  3. # Carlo

    credo che siano circa 10 anni che quel piccolo tratto di strada è inagibile. Un percorso necessario perchè i containers possano raggiungere la Darsena Toscana …10 anni fra diatribe amministraztive, ritardi e disagi. Possiamo veramente pensare di essere competitivi con gli altri paesi industrializzati oppure siamo ancora fermi al Regno Borbonico ?

    1. # bobstell

      x Carlo. Bravo se fosse possibile anche peggio.

  4. # Rick73

    Ma quelli che hanno realizzato quel tratto, che poi è franato, possibile non abbiano pagato 1 cent Per rifarlo?? Ma vi pare giusto?

  5. # [email protected]

    300 giorni, credevo di aver letto male…TRECENTO GIORNI

    siamo su scherzi a parte, o forse è l’unico modo per giustificare tale cifra destinata al ripristino.

    1. # rena

      NO purtroppo ha letto bene per ripristinare 50 mt di strada e il canale sottostante sono previsti 300 giorni cioè quasi un anno e dovranno chiudere anche via Quaglierini perché il canale da ripristinare passa anche da lì questa estate né vedremo delle belle

  6. # Patrizio Pesce

    Che novità!!!!!

  7. # Luca

    L’ Autostrada Milano Napoli fu costruita in soli 8 anni, dal 56 al 64. Oltre 700 Km di percorso con gallerie e viadotti. E per fare questa cosa microscopica in confronto alle opere mastodontiche come l attraversamento degli appennini da Bologna a Firenze …10 anni di attesa e 300 giorni… Battiato cantava ”Povera Patria” …