Cerca nel quotidiano:


McDonald’s apre in zona Levante (35 nuovi posti) e “saluta” piazza Grande

I candidati che supereranno il test verranno contattati da McDonald’s per concordare un colloquio individuale

Giovedì 21 Novembre 2019 — 18:36

Mediagallery

Lo storico ristorante in centro città chiuderà a favore della nuova apertura in zona Levante. Ecco come candidarsi. I lavoratori di piazza Grande tutti ricollocati nella nuova apertura

McDonald’s cerca 35 persone da inserire nella nuova apertura, entro fine 2019, nei pressi del centro commerciale Parco del Levante (per l’esattezza dove sono in corso i lavori, fronte Centro Commerciale). Lo storico ristorante di piazza Grande (foto), invece, chiuderà i battenti e i 26 dipendenti verranno ricollocati in toto nel nuovo assieme alle 35 nuove assunzioni. “La chiusura – spiega Roberto Creati, raggiunto telefonicamente da QuiLivorno.it, amministratore unico della società che gestisce per la catena i due McDonald’s di Livorno, Levante e Stagno, e Cecina – avverrà per la fine del 2019. La novità della nuova apertura è rappresentata dal servizio al tavolo. E ci saranno anche il McDrive e McCafè“. Cosa sorgerà lì, in piazza Grande, non è dato saperlo al momento.
Fino al 15 dicembre sarà possibile inserire la propria candidatura sul sito web mcdonalds.it e partecipare alla prima fase di selezione rispondendo ad alcune domande (disponibilità oraria, tipo di mansioni a cui si è interessati, area geografica di interesse etc) e inserendo il proprio cv. Ai candidati idonei verrà inoltre richiesta la partecipazione a una video intervista online.
I candidati che supereranno il test verranno contattati da McDonald’s per concordare un colloquio individuale che si svolgerà in uno dei ristoranti della provincia. Coloro che accederanno a questa seconda fase potranno ottenere anche tutte le informazioni sull’azienda e sul lavoro in McDonald’s.

Per ulteriori informazioni: www.mcdonalds.it/lavorare

Per candidarsi: www.mcdonalds.it/entra-nel-team/posizioni-aperte/

Riproduzione riservata ©