Cerca nel quotidiano:

Condividi:

I livornesi scelgono l’auto. Sondaggio: ecco i risultati

Mercoledì 28 Settembre 2016 — 12:01

Ecco i risultati di un questionario sulla mobilità a Livorno realizzato da Simurg Ricerche con il supporto di Quilivorno.it. I risultati? I livornesi preferiscono spostarsi in auto o a piedi. Tutti i dati

I livornesi preferiscono spostarsi in auto o a piedi, si lamentano delle cattive condizioni delle strade e delle piste ciclabili e vorrebbero maggiori aree pedonali. Sono questi alcuni dei risultati di un questionario sulla mobilità a Livorno (in fondo all’articolo potete trovare il link con tutti i risultati del questionario) realizzato da Simurg Ricerche, Fiab Livorno, Pandaciclista e Progetto Bici in collaborazione con il Comune di Livorno e con il supporto di Quilivorno.it. Vi hanno partecipato in 1600 (1200 in maniera completa). Tre le tematiche: i mezzi di trasporto maggiormente utilizzati, le criticità della città e le priorità di intervento. Come detto, l’auto rimane il mezzo preferito dai livornesi (per il 66,4%). Sorprende l’ultimo posto dei bus (solo il 20,7%). Non a caso, tra le criticità sottolineate quella di un trasporto pubblico inadeguato. E, non a caso, dopo la macchina le persone preferiscono muoversi a piedi (59,1%) e in bici (51%).

Le soluzioni Hi-tech – Si è conclusa con l’atteso successo di pubblico l’edizione 2016 della Settimana Europea della Mobilità, l’evento promosso dalla Commissione Europea e organizzato dal Comune in collaborazione con alcune associazioni locali (tra le quali FIAB Livorno, Pandaciclisti del WWF e Associazione Vivi San Jacopo). Dal 16 al 22 settembre la SEM ha animato la città con un calendario fitto e partecipato di iniziative riunite intorno al tema “La mobilità intelligente e sostenibile – un investimento per l’Europa”.
Il bilancio della manifestazione è stato presentato mercoledì 28 settembre dall’assessore Vece nel corso di una conferenza stampa in cui sono stati illustrati anche i nuovi progetti legati alla mobilità alcuni dei quali in arrivo, altri invece di prossima attivazione. “Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti con la SEM, i cittadini si sono lasciati coinvolgere rispondendo attivamente alle varie iniziative – ha detto l’assessore Vece – La manifestazione può e deve crescere ancora, perchè oltre a sensibilizzare i cittadini su un tema importante come la mobilità urbana, li rende protagonisti nel migliorare la qualità della vita del territorio. Come Amministrazione stiamo mettendo in campo tutta una serie di progetti che vanno nella direzione di favorire la mobilità sostenibile con il coinvolgimento attivo di cittadinanza, scuole, associazionismo e altre istituzioni locali”.
Tra le iniziative della SEM di successo sono da ricordare l’installazione del sistema di monitoraggio ambientale e dei flussi del traffico su piattaforme integrate a basso costo (realizzata in collaborazione con CNR Ibimet e Magenta Lab), l’iniziativa di car sharing promossa da Provincia di Livorno e Osservatorio Provinciale della mobilità), il tradizionale Villaggio della mobilità in piazza Cavour, l’esposizione di bici e tricicli cargo al Mercato Centrale e le classiche iniziative su due ruote declinate in tutte le sfumature: spesa in bici, biblioteca su due ruote, pedalata popolare, gimcana per i bimbi, pedalata sotto le stelle e pedalata in ricordo delle vittime della strada.
Protagonisti indiscussi dell’evento sono stati i più piccoli che hanno partecipato numerosi ad alcuni eventi dedicati; tra tutti la campagna “Nati per camminare”, promossa insieme ad Associazione Vivi San Jacopo, con la collaborazione di FIAB Livorno e WWF e CTT Nord, che ha coinvolto 150 classi delle scuole dell’infanzia e primarie livornesi con l’obiettivo di stimolare alunni e famiglie nell’adozione di uno stile di vita sano che comprenda anche l’abitudine di andare a scuola a piedi; e ancora, il “Pedibus Day” organizzato dalla scuola elementare Villa Corridi (4° Circolo Didattico “La Rosa”) in collaborazione con il Comune di Livorno. Ed è appunto legato al servizio Pedibus, visto anche il successo registrato nel corso della SEM, che si concentrano alcuni dei progetti di innovazione presentati dall’assessore.
Tra questi l’adozione da parte dell’Amministrazione di un software per la gestione del servizio che, partendo da una prima fase consultiva degli utenti tramite un questionario ad hoc, consentirà di avere una rappresentazione cartografica dei flussi con informazioni di dettaglio (orari degli spostamenti, percorsi, accompagnatori, etc..), in grado di ottimizzare e organizzare al meglio il servizio. Gli farà seguito una app dedicata gratuita capace di creare uno spazio comune, semplice ed intuitivo tra tutti gli attori del pedibus (gestori del servizio, accompagnatori e bambini “passeggeri” tramite i loro genitori) e di rispondere quindi alle varie esigenze organizzative come, ad esempio, conoscere in tempo reale lo stato del servizio, comunicare quotidiamente le presenze di passeggeri e accompagnatori, segnalare criticità o contatatre utenti registrati.
Già attivo invece da un paio di settimane il questionario sulla mobilità messo a punto dall’Amministrazione in collaborazione con l’Associazione FIAB Livorno-Triglie in bicicletta, l’Associazione Progetto Bici e con il supporto tecnico di Simurg Ricerche. Il questionario (on line sul sito www.comune.livorno , ha ottenuto fin’ora 1600 risposte, di cui 1200 valide. I feedback così ottenuti serviranno all’Amministrazione a conoscere le abitudini di spostamento dei cittadini, i loro bisogni e le loro proposte, in modo da elaborare una strategia di mobilità sostenibile efficace e adatta alla città di Livorno per il nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) in corso di elaborazione.

Condividi:

Riproduzione riservata ©