Cerca nel quotidiano:


Multa a chi rimane chiuso nel parco

Sul gruppo Fb "Sicurezza Urbana Livorno" il racconto di una cittadina. Michela Pedini: "Il regolamento di polizia urbana vieta la permanenza oltre l'orario consentito pena una multa di 50 euro"

Martedì 24 Ottobre 2017 — 13:11

Mediagallery

“Invitiamo tutti i livornesi ad uscire prima della chiusura. Il regolamento di polizia urbana vieta la permanenza oltre l’orario consentito pena una multa di 50 euro”. Michela Pedini, titolare della Posizione Organizzativa, Sezioni Territoriali Sicurezza e Mobilità della Municipale, ricorda il comportamento da adottare quando si è all’interno di un parco pubblico. “E’ ovvio – prosegue – che in caso di emergenza interveniamo se veniamo contattati dai cittadini ma colgo l’occasione per ricordare che la gestione dei parchi non è a carico della municipale e quindi ad avere la chiave del parco è prima di tutto il custode e non noi”. Tutto ciò in virtù di quanto capitato ad una cittadina al parco di via Cattaneo, alla Rosa, che ha raccontato l’episodio pubblicamente sul gruppo Fb “Sicurezza Urbana Livorno“. “La pattuglia – prosegue Pedini – era arrivata in soccorso con la chiave ma non apriva. Tornando in centrale siamo stati chiamati per una richiesta analoga in Fortezza Nuova. Alla fine, sia in Fortezza che in via Cattaneo, i cittadini sono riusciti ad uscire senza il nostro intervento. Tuttavia se li avessimo fatti uscire noi sarebbero poi incappati nella sanzione”. “Eravamo in multa perché oltre l’orario. Dove è scritto?“, conclude la cittadina su Fb.

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Giulio

    Gentile Sig.ra Pedini,
    noto una solerte risposta ai cittadini nel far rispettare le regole e questo è assolutamente cosa buona.

    Sospetto comunque che questa solerzia sia dettata dal fatto che per compiere questa operazione siete stati “disturbati” e quindi costretti ad intervenire in questa noiosa e inutile perdita di tempo.

    Visto che siete così attivi vorrei invitarvi a mandare un (UNO) solo vigile un giorno qualsiasi in Villa Fabbricotti per fare rispettare con altrettanta solerzia le leggi del parco.

    Mi è bastato fare un giro una domenica qualsiasi per vederne delle belle. Una su tutti, un nuovo gioco al quale sono stato costretto a partecipare : scappa dalle pallonate. Sono grande e grosso non mi fanno paura, ma sa come va il mondo, quando si vuol fare una passeggiata con una neonata di 11 mesi, una “bordata” in testa potrebbe anche far male. Infatti non sono innocue famiglie che giocano con i bambini, ma veri e propri scatenati che sparano pallonate molto pericolose a destra e manca. Tra questi anche vari gruppi di immigrati, che andrebbero ammoniti in egual modo dei cittadini livornesi.

    Venite a fare un giro ?

    GRAZIE

    1. # nomulte

      Ora Lei chiede troppo dal Comando , già provvede a far fare migliaia di multe per divieto di sosta e Lei vorrebbe che gli agenti intervenissero nei Parchi Pubblici ? Ma in che città pensa di vivere ?

    2. # Ranieri

      Son livornesi sia i cafoni nei parchi che i pubblici tutori del disordine, ma che pretendi??

    3. # Pantaleo

      Ora vi danno noia anche 2 pallonate. Ma state a casa così nessuno vi disturba. Siete stati ragazzi anche voi.

      1. # cappuccino

        Infatti…30, 40 anni fa avevi bell’e giocato a pallone in villa Fabbricotti! Avevi bell’e calpestato le aiuole (allora si chiamavano così)! C’eri bell’e passato con la bici o con il cane! Eravamo giovani…e non c’era perdonato nulla.

  2. # morgiano

    Ma chi l’ha scritto questo cartello? In pratica sono vietati i tricicli e forse anche i passeggini dei bambini, non essendo “pedoni”; quali sono i giochi molesti e mi domando i 4 cantoni sono molesti più o meno del gioco del silenzio? E chi decide il concetto di molestia?

  3. # Valerio di Livorno

    Quel cartello è appeso al parco davanti alla Chiesa dei Salesiani . . . E’ tutto vietato . . . Io, che abito in zona, ho un chihuahua, ma non posso portarlo . . . Potrebbe essere PERICOLOSISSIMO . . . I bambini possono giocare, ma non troppo . . . Non può entrare nessun mezzo ( nemmeno le carrozzine ? ) . . . Niente, è tutto vietato . . . Siamo ancora in un Paese democratico ? Ma la ciliegina sulla torta è la seguente . . . Se ti chiudo dentro, tu paghi la multa ! Se mi chiudi dentro senza il mio consenso, non si configura il reato di “sequestro di persona” ??? Sia a livello statale, regionale e provinciale, lor signori si fanno le leggi sempre a pro-loro . . . E a danno dei cittadini . . . Poi si stupiscono se la gente non vota più ?

    1. # Federico

      Ora capisco perché Livorno è una città invivibile!! Quelli scritti sul cartello dei parchi non sono divieti, sono regole della normale convivenza civile.. regole che andrebbero insegnate ai bambini e rispettate con normalità… Primo: i cani non sono ammessi, nemmeno i chihuahua. Perchè? Perchè sporcano dove giocano i bambini, e comunque ci sono persone che non li gradiscono intorno (soprattutto quelli con il guinzaglio lungo). Secondo: non si entra con nessun mezzo è zona pedonale.. questo ovviamente non vuol dire che i passeggini non possono entrare (non sono “mezzi”) !! Terzo: gli orari si mettono per essere rispettati: dopo una certa ora il parco non è illuminato e quindi pericoloso, quindi chiude. E chi sta dentro farebbe bene ad uscire prima che chiuda, non si può pretendere che il custode giochi a nascondino tutte le sere per controllare che non ci sia qualcuno che si è attardato. ” lor signori si fanno le leggi sempre a pro-loro”?!? Ma a che pro?!? A rispettare le regole della buona convivenza ci guadagnerebbero tutti i cittadini.. invece purtroppo ci sono troppi ignoranti in giro che non sanno neanche cosa significa vivere in una comunità.

      1. # natoil4luglio

        commento molto sensato, bravo.

      2. # Valerio di Livorno

        Federico non capisce o fa finta di non capire … Tutti quei divieti non servono al vivere civile, ma sono vere e proprie proibizioni che limitano le libertà personali … Ribatto tutti i punti. PRIMO : non far entrare i cani nemmeno al guinzaglio perchè sporcano … Io veramente tolgo sempre quello che il mio cane lascia ( anche se mini, perchè è un chihuahua ). I bambini sono i primi che vorrebbero interagire con i cani. Dice Federico “ci sono chi non li gradisce” … Capisco, un chihuahua può essere PERICOLOSISSIMO… Ecco, io non gradisco gli umani … Eppure devo conviverci … SECONDO : nessun mezzo può entrare … le carrozzine possono essere considerate dei mezzi e allora non dovrebbero più entrare … TERZO : se qualcuno viene chiuso dentro, può configurarsi il reato di sequestro di persona … Ovviamente era una provocazione, ma Federico non l’ ha capita … Per quanto riguarda il fatto che le leggi vengono fatte a vantaggio di lor signori … Mi riferivo alle multe assurde come quella che fanno se una persona rimane dentro. Servono solo ad ingrassare le casse comunali, regionali e statali. Per una normale convivenza civile, bastano educazione e buon senso … Non serve reprimere qualsiasi cosa uno fà … ( Si può ancora respirare ? ) Ultima cosa : ignorante sarai tu, che pretendi di dare lezioni agli altri come si vive in una comunità. Non abbiamo bisogno delle tue lezioni …

        1. # izio

          Ammesso e non concesso che siano regole sbagliate (per me non lo sono), finché non vengono cambiate si rispettano senza se e senza ma. Se a lei non piacciono, si attivi per farle cambiare

  4. # Pinello

    Sequestro di persona per essere rimasti chiusi dentro dopo l’orario di chiusura? Ma siete sicuri di quello che dite? Quindi se prendo il treno e dimentico di scendere alla stazione prevista dal biglietto, denuncio il macchinista perché è ripartito e mi ha sequestrato sul treno?

  5. # Gandhi

    Ma perché una multina a chi si droga in pieno giorno nei parchi e lascia gradevolmente le siringhe insanguinate per terra dove giocano i bambini no?

    1. # Giulio

      Troppo pericoloso. Vuoi mettere una multina per divieto di sosta in via dell’Oriolino…….?

  6. # Carlo

    Propongo una guardia privata fissa, a cui fare riferimento quando ci sono evidenti infrazioni…pallonate, vendite non consentite, cani senza guinzaglio…etc

  7. # Leo

    Buongiorno anche io abito vicino al Parco di fronte ai Salesiani e vi posso assicurare che appena fa buio diventa molto pericoloso con persone che si recano dentro scavalcando la recinzione e questo è abituale o persone che portano dentro i cani a fare i loro bisogni e poi i ragazzini ci giocano…evviva Livorno

  8. # Miriano

    Credo, come in tutte le citta del mondo e d’Italia, ci sia uno speaker che avverte della chiusura imminente del parco, con un po’ di anticipo, per dar modo ai cittadini portatori di handicap , non vedenti oppure su sedia a rotelle oppure che hanno problemi di deambulazione o semplicemente non hanno orologio, di uscire. Altrimenti succede come nei nuovi attraversamenti pedonali ai semafori, che un’anziano oppure chi “cammina male” rischia di rimanere in mezzo alle strisce, vista la tempistica del verde.Direi che con la multa a chi rimane dentro al parco, senza saperne il vero motivo, siamo decisamente “sul ridicolo”

  9. # Ginogino

    Si fa la multa a chi rimane chiuso dentro ? forse è giusto i regolamenti vanno lettti , ma sicuramente sarebbe giusto mandare i vigili ( non credo che sia un grosso problema fare un giro in auto ) a Villa Fabbricotti e Villa Mimbelli a controllare tutti quelle ” brave persone ” che TUTTI I GIORNI Lasciano GIRONZOLARE INDISTURBATI I PROPRI CANI ( senza guinzaglio e museruola ) OVUNQUE E GIA’ CHE CI SONO LASCIANO ANCHE LE DEIAZIONI TANTO QUALCUNO LE PESTERA’ DI SICURO. Sig. Pedini solo e soltanto per curiosità ci faccia un giro e giudichi lei.

  10. # marco

    Al parco giochi in Corea in via dei cipressi non c’è il problema di rimanere chiusi dentro..si può uscire direttamente dal mega buco adiacente al parco. …Nonostante sia stato adibito un terzo del parco ai cani continuano a tenerli fuori da l’area senza guinzaglio nel mezzo ai bambini facendoli urinarie sui giochi direttamente. .abbiamo chiamato numerose volte i suoi colleghi Sig. PEDINI. .ma neanche l’ombra. ..mi chiedo visto che i cani hanno l’ingresso sulla strada perché la fontana dell’acqua non e stata messa direttamente nell’area di sgambata ma posizionata all’ingresso del parco ..?

  11. # Ioannis

    Signora ispettrice PEDINI, tutte le varie situazioni menzionate nei commenti di cui sopra si vengono a verificare anche allo scoglio della Regina. Come sa è divenuto un parco pubblico. A mio avviso sta diventando lo scoglio della vergogna. Buttati sotto il portico ci sono ancora coperte etc. Del barbone che è in carcere dopo l’accoltellamento. È stato deciso di lasciare il cancello aperto anche la notte divenendo terra di nessuno. La prima parte vecchia dell’illuminazione dalla notte dell”alluvione che è spenta e nessuno provvede etcc. Etcc. Poi vengo a farLe presente che i rifiuti ingombranti che l’assessore Aurigi e company che hanno tolto alla spiaggia scoglio della Regina li hanno buttati vicino i cassonetti antistanti lo scoglio stesso. Vi sembra regolare? Perché non lo sanzionate come fate con i cittadini quando si comportano in tale modo.

  12. # Gianluca

    Le regole sono utili in una società civile molto difficile farle rispettare quando nel territorio vi è una grande concentrazione di popolazione anziani, bambini.extra comunitari troppa entropia allora che si fa gli si crea degli spazzi all’ interno dei parchi spazi dedicati a varie forme di svago che vanno dal pallone alla quiete per chi si vuole rilassare o per chi vuole discutere sapete perché ,perche tutti siamo uguali e bisogna sopportarci

  13. # lev

    Il regolamento e’ corretto…mi pare il minimo…Comunque se non esiste va installato un sistema acustico che avvisi con anticipo la chiusura del parco…Da bimbo, molti decenni fa, se non ricordo male, in Villa suonavano una campanella