Cerca nel quotidiano:


Nasce il Collettivo ACT: eventi, iniziative e progetti al servizio dei giovani

Il progetto lanciato da Pietro Grassi e supportato dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci è un movimento culturale che organizza eventi e promuove iniziative per supportare i giovani della costa toscana nell'espressione artistica e nell'attività culturale. Presentazione ufficiale sabato 25 settembre alle 19 a Precisamente a Calafuria

Mercoledì 22 Settembre 2021 — 08:08

Mediagallery

di Lorenzo Evola

In un’estate come quella del 2021, ricca di eventi ed iniziative che hanno animato la vita culturale della città, non sono mancate le attività e i progetti promossi dai giovani talenti livornesi. Attività e progetti che testimoniano, ancora una volta, la voglia di fare, di sperimentare, di proporre da parte delle nuove generazioni, per migliorare la comunità nell’ambito artistico, etico e culturale.

L’ultimo ad aggiungersi alla lista, è il “Collettivo ATC”, un movimento culturale che si pone come obiettivo quello di supportare i giovani della costa toscana – attraverso l’organizzazione di eventi ed iniziative – nell’espressione artistica e nell’attività culturale, nonché nell’accrescimento individuale e della società tutta.

Lanciato dal coordinatore del gruppo, Pietro Grassi, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, e ispirandosi ai principi del sostegno e della solidarietà senza fini di lucro, il Collettivo ha lo scopo di favorire la comunità locale a livello culturale e sociale, valorizzando il territorio e i suoi giovani talenti, con un occhio di riguardo alla sostenibilità, all’inclusività, alla mutualità, all’espressione libera, all’equità e alla trasparenza.

La struttura del Collettivo (composto da ragazzi tra i 15 e i 30 anni circa) si divide in due organi: il consiglio direttivo, che costituisce l’organo esecutivo, e il gruppo allargato, aperto a tutta la cittadinanza, addetto all’elaborazione delle iniziative che il consiglio direttivo si impegna a realizzare. Ad oggi il movimento è impegnato su diversi fronti, tra i quali la registrazione di video inerenti il legame tra giovani e finanza, primi investimenti, apertura e gestione dei conti corrente, per passare alla realizzazione di interviste riguardanti temi sociali come disabilità, immigrazione ed ecosostenibilità. Tra gli obiettivi a medio termine, invece, è in programma un grande contest artistico che contempli lavori di ogni tipo: musicali, pittorici, poetici, scultorei, ma anche digital art, meme, testi di canzoni e tanto altro.
Ma non solo. Parallelamente il Collettivo sta sviluppando la collaborazione con la banca, in particolare riguardo alle necessità in ambito finanziario ed economico delle nuove generazioni in modo tale da prevedere canali preferenziali per i giovani presso la Banca di Credito di Castagneto Carducci, sia per esigenze personali che di attività imprenditoriali.

Nella sua attività, il Collettivo si ispira ai principi del sostegno e della solidarietà senza fini di lucro. Ha lo scopo di favorire la comunità locale a livello culturale e sociale, valorizzando il territorio e i suoi giovani talenti, con un occhio di riguardo alla sostenibilità e all’inclusività. Pone attenzione a valori come la mutualità, la propositività, l’espressione libera, l’informazione, l’equità e la trasparenza. Il Collettivo si impegna nella promozione di progetti che possano coinvolgere attivamente le nuove generazioni e aiutarle a sviluppare la loro indipendenza espressiva.

Il tutto è stato svelato martedì 21 settembre in una conferenza tenutasi nei locali della BCC, in presenza di alcuni esponenti dell’ACT, tra i quali Pietro Grassi, e del responsabile marketing di Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, Angelo Scuri. Conferenza che precede l’evento di lancio vero e proprio dell’attività del movimento, previsto per sabato 25 settembre dalle 19 alle 22.30 sulla splendida terrazza a picco sul mare di Precisamente a Calafuria, con un aperitivo che verrà accompagnato dalla musica di giovani artisti emergenti della scena livornese.

“Siamo veramente contenti di poter dare finalmente il via ad un progetto che seguiamo tutti insieme da quasi tre mesi – esordisce Grassi – e che nasce dall’idea di dare nuova linfa al contesto culturale della nostra città e, in generale di tutta la costa toscana. Viviamo in una società in cui i giovani stanno scoprendo nuovi valori a discapito dei vecchi, e per questo intendiamo sostenere tutte quelle che saranno le forme espressive artistiche e culturali dei giovani del nostro territorio, promuovendo degli eventi che possano andare a coinvolgere tutti quei ragazzi e quelle ragazze che desiderano fare della cultura il proprio lavoro o una passione. Ci tengo infine a ringraziare la banca per il sostegno, la collaborazione nasce soprattutto dalla condivisione degli stessi valori sociali e siamo sicuri che potrà rappresentare per i giovani un punto di riferimento importante”.

“Sono fiero di poter aiutare, a nome della banca, questi ragazzi in questa avventura stimolante – dichiara invece Angelo Scuri – quando si sono presentati da noi per chiedere una mano, una volta esaminato il disegno che ci hanno proposto, abbiamo ritenuto doveroso essere partecipi di un progetto così nuovo, bello e profondo. I princìpi che abbiamo ritrovato in questo movimento, infatti, coincidono perfettamente con i nostri ed immediato è stato l’entusiasmo con il quale abbiamo deciso di supportare l’iniziativa. Trovare questo spirito e questa voglia di fare in giovani talentuosi è un’opportunità che il territorio non deve farsi sfuggire e quindi aiutarli nei loro progetti diventa un obbligo morale. Il futuro sono loro e vanno incoraggiati a perseguire iniziative sociali, etiche e culturali per far crescere una base volenterosa ed entusiasta”.

Riproduzione riservata ©