Cerca nel quotidiano:


Noto odontoiatra livornese nel Consiglio Superiore della Sanità

Il ministro Grillo: "Abbiamo scelto il top assoluto per esclusivi meriti scientifici e in trasparenza. Il merito deve essere finalmente la bussola che orienta le nomine in questo Paese"

giovedì 07 Febbraio 2019 11:36

Mediagallery

Un curriculum da fare invidia, un’esperienza maturata in ambito accademico-magistrale, e chiaramente anche con i “ferri del mestiere”, da tanto di cappelloMarco Ferrari, 60 anni compiuti lo scorso 5 febbraio, noto odontoiatra livornese di indubbio successo clinico, nonché professore ordinario dell’Università di Siena in Malattie Odontostomatologiche è stato nominato nelle scorse ore dal Ministro della Salute Giulia Grillo tra i 30 professionisti di spessore e livello assoluto che andranno a comporre il Consiglio Superiore della Sanità (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare l’elenco dei nominativi che comporrà l’organo consultorio ministeriale e il curriculum vitae del professor Ferrari).
“La squadra è finalmente pronta e sono molto orgogliosa e felice di presentarla a tutti – ha affermato in conferenza stampa il Ministro Grillo – Abbiamo scelto il top assoluto per esclusivi meriti scientifici e in trasparenza. Il merito deve essere finalmente la bussola che orienta le nomine in questo Paese”.
Analogamente a quanto avvenuto per la nomina del direttore generale dell’Aifa, rende noto l’ufficio stampa del ministero, selezionato con una procedura internazionale in blind, la scelta dei componenti del Css si è giocata sui titoli e sulle competenze.
“La selezione, laboriosa e meticolosa, ha privilegiato personalità di chiara fama, inseriti tra i Top Italian Scientists con alta reputazione internazionale sulla base dei contributi scientifici pubblicati, del numero di citazioni e dell’impatto che questi lavori hanno avuto nel progresso clinico-scientifico mondiale – dichiara il ministro – Orientamento politico, religioso, derive personali non rientrano in questi sistemi di valutazione”.
Dopo l’insediamento dei 30 membri, il Consiglio Superiore della Sanità deciderà il nuovo presidente che sarà, specifica il ministro: “Un nome condiviso, di prestigio e che interpreterà pienamente l’alto mandato scientifico del Consiglio”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.