Cerca nel quotidiano:


Nubifragio, viale Nazario Sauro. L’appello: “Venite con pale e secchi, c’è da spalare”

La casa della famiglia Ramacciotti è stata dissequestrata dal pm giovedì scorso. Adesso c'è bisogno di una mano per spalare

Domenica 24 Settembre 2017 — 11:11

Mediagallery

Le ferite lasciate dal nubifragio sono ancora molte in città. Ancora tante le zone che hanno bisogno di un aiuto concreto per poter risorgere dal fango. Tra queste c’è senza dubbio il simbolo di questa tragedia legata al nubifragio che si è abbattuto lo scorso 10 settembre su Livorno. La casa della famiglia Ramacciotti in viale Nazario Sauro all’angolo con via Rodocanacchi è stata dissequestrata giovedì scorso dal pubblico ministero. All’interno è ancora forte la presenza di fango e il segno della devastazione. Tramite Quilivorno.it i tanti amici che in questi due gironi si sono recati sul posto per dare una mano, in accordo con la famiglia colpita dal lutto, vogliono lanciare un appello a tutti i livornesi volenterosi. “L’emergenza non è finita. Qui in viale Nazario Sauro all’angolo con via Rodocanacchi c’è ancora molto da fare. Chiunque abbia una pala e un secchio  a disposizione venga ad aiutare a togliere il fango e a ripulire la zona. Inutile presentarsi a mani vuote. Servono attrezzi e tanta voglia di lavorare. Chiunque volesse siamo qua tutto il giorno”.

Riproduzione riservata ©