Cerca nel quotidiano:


Nuovi corsi di inglese e tedesco per disoccupati della bassa Val di Cecina

Si tratta di un corso di formazione gratuito di lingua inglese e uno di lingua tedesca per un massimo di 15 allievi ciascuno, rivolti a persone disoccupate della Bassa Val di Cecina

Martedì 6 Ottobre 2020 — 15:59

Due nuovi percorsi di 50 ore per disoccupati sono in partenza a novembre nell’ambito del progetto Interreg Marittimo “Med New Job”. Si tratta di un corso di formazione gratuito di lingua inglese e uno di lingua tedesca per un massimo di 15 allievi ciascuno, rivolti a persone disoccupate della Bassa Val di Cecina. I corsi, come quelli di tedesco e HACCP già realizzati in estate,  hanno lo scopo di accompagnare al lavoro e ampliare le opportunità di impiego favorendo l’acquisizione di competenze nell’ambito turistico. Vengono attuati in relazione ai bisogni manifestati dal Comune di Cecina all’interno delle attività di Med New Job”, il progetto Interreg Marittimo di cui è capofila la Provincia di Livorno e soggetto gestore Provincia di Livorno Sviluppo. La didattica si svolge con la formazione a distanza, nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19.

Per partecipare occorre essere disoccupati, inoccupati, inattivi iscritti ai centri per l’impiego, che selezionano gli utenti per avviarli alla formazione. I posti sono disponibili fino ad esaurimento. Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione scrivere a [email protected] (indicando nome, cognome, corso di interesse), oppure rivolgersi direttamente al centro per l’impiego di Cecina. Il progetto “Med New Job”, finanziato dal Programma Operativo Interreg Marittimo 2014/2020, promuove l’occupazione nei settori dell’economia blu nelle regioni transfrontaliere (Toscana, Corsica, Var, Liguria, Sardegna), attivando gli strumenti e i servizi più utili ad innalzare il livello di occupabilità. E’ attuato dalla Provincia di Livorno (capofila) con Provincia di Livorno Sviluppo, Regione Toscana, NA.VI.GO, Agenzia Sarda per le Politiche del Lavoro, Distretto ligure delle tecnologie marine, Union Patronale du VAR, Pole Emploi Corse.

Riproduzione riservata ©