Cerca nel quotidiano:


Oasi in via Goito, al via raccolta firme

Raccolta di firme per chiedere che vengano mantenuti gli assetti attuali dell’ambiente e dell’ecosistema. I cittadini che volessero sottoscrivere la petizione possono rivolgersi ai Comitati o alla Lipu

Martedì 5 Luglio 2016 — 09:29

Mediagallery

Un terreno di 6 ettari ricco di biodiversità, sopravvissuto alla cementificazione nel cuore di Livorno, che ospita almeno 32 specie di avifauna (comprese alcune rare e di interesse conservazionistico a livello internazionale), altre specie faunistiche quali lo scoiattolo, alcune centinaia di specie botaniche, un boschetto di piante mediterranee con alcuni esemplari di Alaterno dell’età stimata di circa un secolo. Poi vi sono emergenze architettoniche di interesse storico e culturale, e un enorme potenziale sotto il profilo sociale, educativo e turistico: parliamo dell’area verde degli orti di via Goito. Ma su questo terreno pende un progetto edilizio, mentre sarebbe più opportuno che venisse destinato a verde pubblico, fruibile per la cittadinanza e con un forte impatto positivo per il miglioramento della qualità urbana.
A sottolineare l’interesse ecologico e storico di quest’area vi è anche un parere del Corpo Forestale dello Stato.
Allo scopo di sostenere il progetto per la realizzazione e gestione di un’oasi urbana, che alcune associazioni ambientaliste insieme a esperti e istituti di ricerca hanno presentato al Comune di Livorno, il Comitato per la salvaguardia del verde cittadino, il Comitato mille papaveri rossi e la Lipu Sezione di Livorno hanno lanciato una raccolta di firme per chiedere che vengano mantenuti gli assetti attuali dell’ambiente e dell’ecosistema. Integrando interventi eco-compatibili per migliorare la fruibilità dei visitatori, si procurerà anche un notevole risparmio sui costi di progettazione e gestione. I cittadini sensibili che volessero sottoscrivere la petizione rivolta al Comune di Livorno possono rivolgersi ai Comitati o alla Lipu.

Contatti:
Paola Ascani – Comitato per la salvaguardia del verde cittadino – Tel. 329.6387887
Lipu – www.lipu.it

Riproduzione riservata ©

33 commenti

 
  1. # Marco

    Livorno come Roma, terra di palazzinari che nei decenni si sono arricchiti rovinando la nostrà città in combutta con gli amministratori.

  2. # MAIROSSO

    Se fate una raccolta firme per abolire questi comitati vengo subito…

  3. # Federico

    Mi piacerebbe che lo stesso impegno venisse manifestato nella cura di tutti gli spazi verdi livornesi e non solo per difendere una cricca di persone che ha occupato abusivamente l’area, sistemandosi il proprio orticello ad hoc e lasciando comunque nell’incuria e nell’abbandono più totale tutto il resto. Villa Regina ad esempio è invasa dalle erbacce, a villa Mimbelli dopo la mostra dei dinosauri non è stato ripristinato il prato dove era stato posto il chiosco ed al suo posto c’è solo un enorme buco sabbioso..

  4. # Jobbee

    Mmh, l’ area di via goito non è adatta a fare orti, ma è piu utile farci case di qualità e parco con parcogiochi attrezzati per mamme e bambini, perchè è una zona residenziale belle e richiesta. La fauna si puo salvaguardarla e trapiantarla in una area piu indicata.

  5. # Gerone

    Bello, bellissimo! OK per l’oasi cittadina ma spero che non sia una scusa per giustificare l’occupazione degli abusivi! Nel caso, sarebbe bello una regolamentazione che possa anche affidare piccolo lotti ai privati per coltivazioni ma 1) BEN REGOLAMENTATA 2) BEN CONTROLLATA 3) CON PAGAMENTO DEL GIUSTO AFFITTO perché – come accade spesso – passato l’entusiasmo lavorare la terra è duro lavoro e si fa presto a disamorarsi.

  6. # chico

    Ancora ? Invito la cittadinanza a farci un giro…. è diventata una baraccoboli. Pozzi ( abusivi?), cisterne, forni, giochi vecchi, tavoli e sedie… Coltano a confronto è l’hotel Palazzo….. tutelare l’ambiente? Seee semplicemente vogliono fare i padroni dove padroni non sono, vorrei vedere se la terra fosse loro e qualcuno l’avesse occupata cosa farebbero ? Ailanti centanari ? Ma lo sapete che l’ailanto è una pianta contro la quale ci sono progetti europei x l’eradicazione ? Flora e fauna ? Ma fateci un piacere niente di particolare lì c’è quello che possiamo trovare in qualsiasi pezzo di terra di Livorno. La verità è che si attaccano a tutto per continuare a fare quello che gli pare con la benedizione, sta volta, dell’opinione pubblica. Speriamo che i cittadini vadano a farci un giro a vedere che porcaio è diventato…..

    1. # lev

      Potrebbe essere l’occasione per conoscere le specie botaniche tipiche della macchia mediterranea come l’ALATERNO…. non l’ailanto di cui parla nel commento…L’ha mai visto un Alaterno ?

    2. # macoadici

      Gli ailanti sono infestanti a Montecristo e non in Via Goito ! Lei probabilmente è un botanico mancato!

  7. # Uberto

    Questa mi pare una bella stro…ata, e ci dovete ma levare i tarponi e le zanzare!!!!

  8. # Morchia

    OASI in via Goito?????????? OASI???????

  9. # mario cioni

    Oasi naturalistica con bio diversità e animali rari!!!! Stiamo parlando di via Goito, non dell’Amazzonia. Pur di mantenere abusivamente l’uso di terreni NON LORO e giustificare un REATO, direbbero anche che c’è la tomba al mare di Tutankhamon. Onestà! Onestà! Onestà!

  10. # Ercole Labrone

    Anche io sono un cittadino sensibile, ma non mi voglio appropriare della proprietà privata altrui, quindi non firmerò
    voglio vedere se a casa vostra il giardino è fruibile a tutti

  11. # parolechiare

    O ci fai un parco lo mantieni, lo sistemi e lo sorvegli oppure lasciarlo incolto meglio il cemento!

  12. # LabroniDOC

    Non permettiamo l’ennesima vittoria della PREPOTENZA!!!
    Se vogliono gli orti si mettano in lista d’attesa comunale come tutti!!
    IL TERRENO È PROPRIETÀ PRIVATA E COME TALE VA SALVAGUARDATO!!!

  13. # Cittadino

    Per salvare la flora e fauna mediterranea o per salvare gli “orti urbani”?

  14. # L

    E’ una VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAA
    Parlate di un terreno PRIVATOOOOOOOOOOOO
    La raccolta firme la facciamo si, ma per farvi levare di torno quella baraccopoli sudicia lercia piena di tarponi !!!!!!!!!!!
    Prima di parlare FRUGATEVIIIIIIII
    AVANTI RUSPEEEEEEEEEEEEEEEE

  15. # lev

    la ristrettezza di vedute dei livornesi e’ confermata dai commenti…Si parla di un’area verde dove poter trascorrere qualche ora in sintonia con la natura…quella che malgrado tutto e’ riuscita a sopravvivere

    1. # Tarpone infuriato

      Diglielo vai Lev

    2. # dubbioso

      La baraccopoli che sta crescendo negli orti non mi sembra tanto in sintonia con la natura!

  16. # cappuccino

    Avifauna? Io abito nella zona e posso dirvi che ormai spadroneggiano gazze e gabbiani, responsabili dello sterminio degli uccellini canori che un tempo ci allietavano.

  17. # giuse

    …ma perchè gli orti non si fanno alle Terme, lungo la ferrovia, luogo ideale, forse con l’acqua, un tempo c’erano le sorgenti, con padiglione per ricovero attrezzi e vendita eventuale a Km. 0.

  18. # gioia

    me vene siete accorti che son sparite le tortore…., mangiate dai gabbiani!
    …e pensate solo a beccafii….!

  19. # L

    VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAA
    LA RACCOLTA FIRME VA FATTA PER SGOMBERARE QUELLA BARACCOPOLI……….
    IL TERRENO è PRIVATOOOOOOOOOOOOOO
    NON AVETE SPESO UN EURO PER ACQUISTARE IL TERRENO.
    AVANTI RUSPE FATE IL VOSTRO DOVERE.
    RADERE AL SUOLO TUTTI GLI ORTI!!!!!!!!

  20. # Michele

    Comunque nel progetto l’edilizia è minima e appartata, il resto sarà prato, bosco ( a ridosso delle case) e verde, non cemento.

  21. # Ale

    Bella scusa l’oasi ecologica. Sgomberare alla grande. Ok volete il verde? Ok parco gestito dal comune con orari e guardiano per regolamentarlo. Di certo gli orti, abusivi, via!!! Ragazzi ma se ne sta anche a ragionare? Solo a Livorno, sveglati Nogarin o le prox elezioni le perdiiii!!!

  22. # freefreee

    la lipu si interessi anche a far diminuire di un buon numero i gabbiani e i piccioni , perché sono diventati esageratamente troppi

  23. # Giulia

    Lev se vuoi trascorrere qualche ora a contatto con la natura vai alla villa!!!!

    1. # lev

      1,10,100,1000 ville! perche’ una sola??

  24. # Franco

    Dicono ONESTA’ ONESTA’ e poi consentono l’appropriazione della proprietà privata, domani voglio andare a Bibbona a piantare i pomodori nel giardino della villa di Grillo!!!!

  25. # Annet

    Fuori gli abusivi!

  26. # mirko

    orti urbani, facciamoli alle Terme del Corallo che è area comunale.
    Così sarebbe sempre tenuta bene senza quelle ridicole campagne di volontariato fine a se stesse.
    Per di più è anche vicino alla ferrovia come si addice agli orti.

  27. # mako

    Facciamola l’area verde, ma senza gli orti. Scommetto che così non va più bene.

  28. # enzo

    andatevi a vedere l’ art 32 della costituzione sulla proprieta privata (e magari anche l’ art.3)