Cerca nel quotidiano:


Orgoglio labronico: Mori e Lucchesi in azzurro con la nazionale maggiore

I due fuoriclasse della Pro14, rispettivamente alla Benetton Treviso e alle Zebre di Parma, si riuniranno con gli Azzurri dal 6 al 9 giugno proprio in Emilia-Romagna dove avranno la possibilità di vestire quella maglia che hanno sempre sognato di indossare

Venerdì 3 Luglio 2020 — 15:47

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Il tallonatore Gianmarco Lucchesi ed il centro Federico Mori sono stati invitati a partecipare al primo raduno della nazionale maggiore guidata dal capo allenatore Franco Smith. Ecco le loro emozioni

Altro giro, altra soddisfazione per i due gioielli livornesi del mondo della palla ovale. Il tallonatore Gianmarco Lucchesi ed il centro Federico Mori sono stati invitati a partecipare al primo raduno della Nazionale maggiore guidata dal capo allenatore Franco Smith. “E’ una cosa assurda, non me lo aspettavo proprio – ci ha raccontato Mori, contattato telefonicamente – Ti dico la verità, quando ho letto il nome mi è venuto il flash di tutti gli allenamenti che facevo, mi sono fatto il mazzo, è servito a qualcosa”.
I due fuoriclasse della Pro14 rispettivamente alla Benetton Treviso e alle Zebre di Parma, si riuniranno con gli azzurri dal 6 al 9 luglio proprio in Emilia-Romagna dove avranno la possibilità di vestire quella maglia che hanno sempre sognato di indossare. “Io invece ci ho ripensato ed ancora non ho realizzato – ci racconta Lucchesi – era un obiettivo più o meno lontano, il mio ruolo poi non è facile da selezionare, per me hanno sbagliato (ride, ndr)”.
Figurarsi poi se Fede e Giamma dovranno farlo assieme, sembra la trama di un film, ma uno di quelli belli, da Oscar ed invece è pura realtà. Dalle sfide Lions – Livorno Rugby alla nazionale maggiore passando per tutte le trafile degli azzurrini e l’Accademia FIR Ivan Francescato, la bellezza di questa storia passa proprio dalla condivisione. Dalle prime mete ed i primi placcaggi, i due hanno sempre condiviso i loro traguardi fino ad arrivare, insieme, non solo nell’Italia ma anche nella Pro14, visto che a fine agosto i loro club di appartenenza si sfideranno per concludere la stagione. “E’ bene essere obiettivi e rendersi conto di dove siamo arrivati – ha sottolineato Federico – Anche a livello di club, nel mio caso con le Zebre, devo avere la consapevolezza di essere al posto giusto, non vedo l’ora poi di confrontarmi con Gianmarco il 22 ed il 29”.
E’ così che da un film da Oscar si passa al cartone targato Walt Disney Red & Toby-Nemiciamici: “Sono anni che non vedo l’ora di dare una botta a Chico – scherza Gianmarco Lucchesi – Ci siamo sentiti appena uscita la notizia e subito ci siamo presi in giro. Dobbiamo sdrammatizzare in qualche modo, è fantastico”.
E’ così che si apre un altro capitolo della storia di questi due ragazzi che da semplici “bimbi” adesso sono cresciuti e diventati uomini pronti a stupire e stupirci in quella che, senza alcun dubbio, è la strada giusta da percorrere per scrivere le pagine più importanti della loro vita.

Riproduzione riservata ©