Cerca nel quotidiano:


Pass auto, tutte le scadenze caso per caso

I residenti della nuova Zsc "Mare" dovranno pagare il rinnovo del permesso entro la fine di luglio del 2019. Per tutti gli altri la scadenza è fissata per il 20 dicembre mentre per i professionisti ultimo giorno utile per il rinnovo fissato per il 31 dicembre

Domenica 16 Dicembre 2018 — 08:55

Mediagallery

Nel corso della seduta di venerdì 14 dicembre la giunta comunale ha approvato una delibera che ridetermina la scadenza dei contrassegni della nuova zona Mare, fissandola al 31 luglio 2019.
I residenti in possesso della lettera, dunque, non dovranno rinnovare il proprio tagliando entro il 20 dicembre, come accade invece per tutti gli altri titolari di un permesso per il posteggio in Zona a sosta controllata o in Ztl.

“Per questa amministrazione non esistono figli e figliastri – commenta l’assessore alla mobilità Giuseppe Vece – In tutte le zone i contrassegni durano 365 giorni ed è giusto che sia così anche per la nuova zona a lettera. Chi ha ricevuto il bollettino, può tranquillamente ignorare l’avviso di pagamento. Chi ha già provveduto potrà invece chiedere di essere rimborsato oppure potrà far valere il pagamento, prolungando automaticamente la scadenza del contrassegno al 30 novembre 2019″.
Il numero di contrassegni residenti distribuiti per la zona Mare risulta essere di 1818.
“Colgo l’occasione – conclude Vece – per ricordare ai professionisti che dovranno rinnovare i loro permessi entro il 31 dicembre del 2018, seguendo la procedura online già utilizzata in passato”.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Ginogino

    Le ore dei divieti di sosta nelle zone ztl/zsc sono,come da segnaletica, dalle ore 07.30 alle ore 20.00 dato che noi interessati paghiamo le lettere ( entro il 20 dicembre ) da 30 a 150 euro,ci domandiamo come mai tali zone non vengono controllate tutti i giorni ? mancanza di personale,zone troppo vaste, oppure ? allora se ci sono problemi perché pagare e non avere un servizio efficiente ?

    1. # Massimo

      Giusto Ginogino. E io propongo di non pagare!

  2. # francesco

    L’assessore VECE dice che non ci sono figli e figliastri ma non è vero perchè in via Goito il parchimetro è attivo solo da oggi e dunque il permesso già inutilmente pagato dovrebbe durare fino a dicembre 2019 e non fino a luglio ! A meno che per lui l’anno non sia della metà di 365 giorni !

  3. # Luciano

    Io invece volevo sapere una cosa, abito in via fiume , è da una settimana circa hanno fatto le strisce blu, ma per chi sarebbero queste strisce blu visto che in via fiume con angolo via cogorano ci sono le telecamere che costarono milioni dei soldi dei contribuenti? Cosa vuol dire che verranno abolite? E se così non fosse queste strisce blu per chi sarebbero?

  4. # Andrea

    Ma arriva il bollettino a casa o bisogna andar a pagare all’ ufficio comunale ?Grazie

  5. # Ale

    “Non esistono figli e figliastri!”

    Invece di fare queste battute l’assessore dovrebbe spiegare perché e’stata inviata la lettera di pagamento MARE anche ai figliastri che avevano gli stalli blu da pochi mesi e perché chi ha pagato tale bollettino deve chiedere Lui in rimborso !
    Perché al Comune non sono in grado di verificare chi ha pagato ed automaticamente prolungare la data del permesso?
    Errore del Comune, deve correggere il Comune.
    Punto

  6. # Antonio 67

    Anche io abito in via Fiume. Se per disgrazia decidessero di togliere la telecamera per noi residenti diventerebbe impossibile parcheggiare. Con la fame di parcheggio che c’è per il centro, via Fiume diventerebbe la zona più ambita dove lasciare la propria auto.

    1. # Betty

      Perché noi di via San Francesco siamo messi meglio?

  7. # Sergio

    Ma se vale 365 giorni chi ha pagato a giugno 2018 dovrebbe ripagare a giugno 2019

  8. # Bobbe

    Io ho pagato ad ottobre perché nuovo residente. E ovviamente mi hanno chiesto la tariffa intera per neanche 3 mesi!!!!

  9. # Beppe

    Avendo pagato a dicembre, se devo ripagare a luglio la tariffa diventa semestrale? Oltretutto avevo già pagato in precedenza all’avvio delle strisce blu in zona mare quindi a luglio diventerebbe il terzo pagamento in meno di un anno. C’è qualcosa che mi sono perso?

    1. # bocciato

      Lei non si è perso nulla, è l’assessore che con tutte queste continue modifiche si è perso e farà perdere molti voti al suo partito ! Figurarsi che in via Goito e viale Nazario Sauro i pachimetri sono stati attivati da oggi e molti cittadini hanno fatto l’errore di pagare il permesso quando hanno letto che sarebbero state fatte le strisce blu e cioè qualche mese fa pur senza usufruirne. Ora gli annuncia il “regalo” di allungargli il pagamento fino a luglio 2019 mentre la regola sarebbe fino a dicembre e cioè 365 giorni come dice lui. Altro errore da riparare con una nuova delibera ? Ma non sarebbe doveroso pensarci prima e fare le cose per bene invece di doverci mettere mano ripetutamente ?

      1. # mah...

        Oltretutto, nelle zone dove le strisce sono state realizzate dopo Giugno 2018, indipendentemente da quando il parchimetro è stato attivato, LA DELIBERA COMUNALE PREVEDEVA IL PAGAMENTO DELLA TARIFFA CON RIDUZIONE DEL 50%.
        All’ufficio comunale CONFONDONO (VOLUTAMENTE) l’abbattimento della tariffa (che per il 2018 era stata stabilita in 30 Euro, ad esempio, invece che 60 Euro) con il pagamento ridotto poichè avvenuto oltre il semestre. ZONA MARE e limitrofe, avrebbero dovuto pagare 15 Euro e non 30 Euro.
        Non era prevista la durata di 365 giorni nell’Ordinanza originaria. Era previsto o il pagamento della tariffa piena o la metà a seconda che il rinnovo fosse stato fatto nel primo semestre o nel secondo. L’UFFICIO COMUNALE, invece, ha insistito nel dire che “la tariffa” era già stata ridotta alla metà, non capendo che i famosi 30 Euro, erano stati richiesti sia a chi rinnovava a Gennaio, sia a Settembre, quindi NON RISPETTANDO l’ORDINANZA STESSA. Altro che figli e figliastri, qua ci stanno a prendere in giro !

  10. # Kate

    Vorrei capire perché non pagare le lettere ognuno in base al proprio reddito Isee, mi sembrerebbe nettamente più corretto e sicuramente provocherebbe meno malcontenti, visto che nonostante la lettere, che sono il doppio dei posti auto al momento, rischiamo la multa, ed io purtroppo spesso, perché rientrando la sera non trovo posto auto e sono costretta a parcheggiare in divieto di sosta e al mattino devo alzarmi presto per cercare un posto auto blu libero. Ne ho le scatole piene di questa situazione, che almeno ci vengano in contro in qualche maniera.

    1. # Virgilio

      Ma che c’entra il reddito Isee? ne ho piene le scatole di questo metodo! io e mia moglie siamo operai e con un mutuo da pagare…con l’Isee siamo nababbi e te vorresti che io pagassi più di altri il contrassegno? se non hai i soldi non devi avere l’auto. Vai in autobus o a piedi. In bus CCT ti fa lo sconto se hai un Isee basso

  11. # UOMOBLU'

    ZSC FINO ALLE 22 per tutte le lettere e controlli a tappeto fino a quell’ora …..ma sarebbe troppo difficile…più facile tassare i residenti e poi fregarsene se stiamo a girare a vuoto già dalle 17.00 in poi , perchè la gente senza contrassegno ha visto che la MUNICIPALE HA ABBANDONATO IL SERVIZIO e ognuno fa quel che vuole.

  12. # Matteo

    Ma io che ho già pagato la lettera ad aprile 2018 devo comunque pagare entro dicembre 2018 anche se la lettera ha validità annuale?

  13. # Ioannis

    Maggio si avvicina e credo che questa Amministrazione Comunale andrà tutta a casa. Mi auguro che chi verrà faccia qualche cambiamento in positivo su tutte le cose che questa Amministrazione ha fatto sì di rovinare economicamente e non solo la città.

  14. # Salvo

    Ma se uno cambia residenza per esempio a maggio 2019 ed ha già pagato la lettera…..cosa fanno ti rimborsano?O comunque rimane valida fino al 30 novembre 2019 anche se non sei residente?