Cerca nel quotidiano:


Pattuglie fisse in v. Ricasoli e c.so Amedeo

Due agenti della municipale a bordo delle moto presidieranno le due vie per far rispettare i divieti di transito. Già elevate una ventina di multe

Mercoledì 12 Ottobre 2016 — 12:29

Mediagallery

Corso Amedeo (da piazza Attias fino all’incrocio con via Magenta) e via Ricasoli. La prima sarebbe fruibile per auto e moto soltanto dopo le 20, la seconda mai (eccetto per gli autorizzati). Eppure ogni giorno queste due vie sono un via vai continuo di mezzi che non potrebbero passare da lì. Ecco quindi che scende in campo la polizia municipale. Da questa settimana infatti in via Ricasoli sono presenti due agenti sulle moto che multeranno chiunque non rispetti il divieto. In soli due giorni sono già state elevate una ventina di contravvenzioni. Dal 17 ottobre ci sarà un presidio fisso anche in corso Amedeo.

Riproduzione riservata ©

26 commenti

 
  1. # giulio

    F I N A L M E N T E !!!!!!!!!

  2. # Livornese di periferia

    Va bene via Ricasoli va bene Corso Amedeo MA LIVORNO NON FINISCE LI

  3. # daniele

    Bravi era l’ora….e che diventi una consuetudine…non una attività spot

  4. # paolo.

    Ci voleva tanto a sanzionare i soliti guappi?

  5. # Federico

    Oggi ora di pranzo, io in bicicletta, in via Ricasoli… auto dietro che mi suona per farsi spazio e mi sorpassa a velocità sostenuta!! Alla faccia della zona pedonale!

    1. # fabio

      Sig Federico, vorrei farLe presente che per zona pedonale si intende “tratto di strada adibita al SOLO traffico appiedato “. Quindi anche Lei è in torto, ancor più chi è in auto a velocita sostenuta e chi non è autorizzato.

      1. # Kees Popinga

        Si informi meglio. Salvo specifiche restrizioni, le biciclette possono circolare nelle aree pedonali. Articolo 3 nuovo codice della strada.

      2. # Federico

        L’art. 3 del codice della strada definisce ” Area pedonale: zona interdetta alla circolazione dei veicoli, salvo quelli in servizio di emergenza, i velocipedi e i veicoli al servizio di persone con limitate o impedite capacità motorie, nonché eventuali deroghe per i veicoli ad emissioni zero aventi ingombro e velocità tali da poter essere assimilati ai velocipedi”. Dunque i VELOCIPEDI, cioè le biciclette nelle AREE PEDONALI ci possono transitare eccome.. e posso anche permettermi di stare a centro strada e fare da tappo a tutti quei motorini ed automobili che passano per via Ricasoli a tutte le ore del giorno!

  6. # luca

    Finalmente un cavolo!! Dovrebbero aprirle quelle vie!! Il centro ha una viabilità da incubo!!!

    1. # piratatirreno

      Usa un po’ di più la bici e i piedi…fa anche bene alla salute

  7. # Giacomo

    Ora, non per dire sempre qualcosa contro, ma mettere una sbarra d’ingresso in via Ricasoli (un tempo c’era una specie di fioriera girevole) che si apre solo per residenti o mezzi di soccorso no? In 3 mesi si ripaga da sola considerato gli stipendi di due poveri agenti messi li come pinguini. Mi sembra che non si pensi mai al di la del proprio naso.

  8. # Lavoratore con furgone

    Devono presidiare anche le zone gialle di scarico per i mezzi da lavoro perche.sia davanti la COIN sia nella vietta che va da corso amedeo a piazza magenta, sono sistematicamente occupate da auto civili che vanno a fare shopping. Noi poi siamo costretti a trovare posti di fortuna per scaricare.

  9. # Gianluca

    Ottima iniziativa

  10. # lomack62

    Finalmente…bisognerebbe mettere mano al piano del traffico sul serio!!! Avete mai provato a spostarvi secondo tutte le indicazioni della segnaletica stradale? Con tutti questi sensi unici…devi essere in pensione per poter girare a Livorno, in auto o in motorino ti fai un sacco di km in più rispetto a quelli che faresti senza tutti questi divieti assurdi!

  11. # PITTARO

    Venite anche in VIA GALILEI all’uscita delle scuole, o a anche mezz’ora prima, ci troverete decine di auto in doppia fila ( a volte anche terza ) che intralciano il traffico !

  12. # findeye

    Vorrei dire al Sig. Sindaco, che bisognerebbe mettere mano al piano del traffico una buona volta e avere il coraggio di fare delle scelte coraggiose come aprire al traffico la P.zza Cavour per esempio, solo questo snellirebbe il traffico in via Grande, spostare la telecamera ZTL da C.so Mazzini fino all’altezza del corso Amedeo-Attias, snellirebbe il traffico in P.zza Mazzini e viale Italia, insomma si dovrebbe fare un piano del traffico e affidarlo a persone che la città la vivono tutti i giorni, le strade a doppio senso di circolazione snelliscono il traffico si dovrebbe prendere finalmente coscienza al palazzo del Comune che i livornesi senza auto non sanno stare, meglio prenderne coscienza e snellire il traffico in modo da non fare giri inutili per fare 100 mt. di strada !! La segnaletica stradale soprattutto le striscie pedonali dovrebbero essere più visibili e soprattutto essere create sui dissuasori di velocità come in via Cattaneo ad Ardenza, e come in tutti i paesi Europei, ai quali noi facciamo finta di appartenere, non solo costruendo rotatorie, che tra l’altro, in altri stati vengono costruite solo fuori dalle città , nelle città sono rimasti i sani buoni semafori intelligenti !!!

    1. # Giacomo

      Grandi parol Findeye, si vedono solo interventi spot come questo, per carità ben vengano, ma non possono sopperire a una carenza strutturale di fondo. Si vuole limitare l’uso dell’auto, giusto, ma non si rende adeguatamente fruibile il trasporto pubblico. Si mettono le bici a noleggio, ma non si pianificano piccole giunzioni alle piste ciclabili interrotte da anni come in via de larderel. Un problema in particolare che vedo è che la città è interrotta da est a ovest per il lungo asse pedonale da via grande a piazza Attias e oltre. La mia idea è che basterebbe un investimento minimo per mettere dei varchi a tempo come è stato fatto in venezia; nelle ore di punta aprire i varchi, nelle ore non di punta chiuderli. Esempio dalle 7 alle 9 di mattina e dalle 17 alle 19 possibile attraversare piazza cavour, piazza attias e via cairoli, mentre poi stop.

  13. # Vincenzo

    Era ora! Se restate anche la notte ne vedrete delle belle

  14. # peter

    Ci costava meno una bella telecamera.

    1. # piratatirreno

      Se mettevano un’altra telecamera, tutti a sparare a zero per le troppe telecamere…..decidetevi…..cosa volete? la botte piena o la moglie briaa…..a me a 6 anni hanno insegnato che tutte e due non si possono avere.

  15. # Carlo

    bene, bravi .. ma che continui il presidio fisso !!!! meglio tardi che mai !!!!

  16. # mai_in_bici

    E per gli strafottenti ciclisti contromano in via Roma nulla?

  17. # Alex

    Era ora

  18. # Peterpan

    Penso che multe a biciclette contromano ne abbiano fatte due in cento anni, a pedoni che attraversano col rosso tre ma in mille anni! Ora ci sono anche i profughi che hanno comprato la bicicletta ( oioi mi vine da ridere) è si sono subito integrati stile labronico!

  19. # Ginogino

    C/so Amedeo e Via Ricasoli e da anni e anni dopo aver distrutto ( le attività aprono e chiudono subito ) il lavoro in VIA MAGENTA un CONTROLLO QUOTIDIANO O LA RIAPERTURA DI TALE STRADA NO è ?

  20. # Francesca Giusti

    Finalmente! È dal 2001 che in questa zona vige il divieto di transito ma nessuno lo rispetta e lo fa mai rispettare con continuità : la circolazione venne limitata proprio perché ci vennero dati gli autobus e quindi per preservare la nostra salute ( inquinamento da smog e acustico ) venne limitato il traffico privato .
    Purtroppo poco dopo la zona venne abbandonata a se stessa nessun controllo nessuna multa, solo se contattavamo i vigili su chiamata, ma il più delle volte ci veniva risposto che non c’erano pattuglie per qualsiasi motivo e quindi non potevano venire.: questo ha fatto sì che col tempo la gente circolasse liberamente come in una via normale. Non c’è cosa peggiore che vedere regole che non vengono rispettate e soprattutto nessuno che le fa rispettare,.
    Infatti molto spesso vigili e polizia circolano in corso Amedeo senza fermare o fare alcun cenno ai trasgressori. confido vivamente che stavolta ci diano veramente una mano perche senza controlli la gente fa cosa gli pare. Noi residenti per primi non possiamo circolare ed è giusto che anche gli altri rispettino le regole.
    Però l’unica soluzione che vedo è l’installazione di telecamere: voglio vedere se alle sei del mattino, quando cioè inizia il divieto, se i vigili sono presenti a fermare i trasgressori