Cerca nel quotidiano:


Per Ginevra: ancora un furto nei barattoli

In 3 anni 30 furti. L'ultima segnalazione è arrivata da via Tarrini. La famiglia di Ginevra sta ora riflettendo se ritirare i barattoli o lasciarli per amore di chi, nonostante tutto, sostiene la piccola

Giovedì 12 Aprile 2018 — 11:09

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Rubate le offerte per Ginevra, la bambina di cinque anni affetta da tre da encefalopatia metabolica. Sì, è accaduto di nuovo. La famiglia lo ha saputo dalla segnalazione sulla pagina Fb Per Ginevra fatta da un cittadino che portando a spasso il cane, lunedì 9 aprile verso le 16, ha notato il barattolo divelto in via Tarrini all’Ardenza (nella foto) e, stanca dei continui episodi, in un primo momento aveva annunciato su Fb l’intenzione di ritirare definitivamente tutti i barattoli.
Da circa tre anni sono stati distribuiti negli esercizi commerciali della città circa ottanta di questi barattoli destinati alla raccolta fondi per sostenere le costose cure a cui la piccola Ginevra deve essere sottoposta per tornare ad avere una vita come quella di tutti gli altri bambini. Tre anni durante i quali i furti nei barattoli sono stati una trentina.
“Rubare le offerte per una bambina malata e per la sua famiglia che da tre anni convive con questo incubo è qualcosa di indescrivibile – spiega Vincenzo Gilbo, padre di Ginevra – In Italia non abbiamo trovato alcun tipo di appoggio per la malattia di Ginevra. Così siamo stati costretti a rivolgerci all’estero, prima in Israele e poi in Polonia, dove la bambina è stata ed è tutt’ora sottoposta a trapianti di cellule staminali che ci costano circa 40-50mila euro l’anno. Quello su Fb è stato uno sfogo dettato dalla rabbia”.
Con enorme dispiacere la famiglia sta ora riflettendo se ritirare definitivamente i barattoli con le offerte per evitare questi spiacevolissimi episodi o lasciarli per amore di tutti quei cittadini che da tre anni a questa parte sostengono con grande affetto Ginevra.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Spartaco

    Ma perchè lo stato invece di distribuire a tutti il bonus bebè non dà i soldi per curare questa bambina

  2. # Teitscheid Gianluca

    dove sono i politici che votate !? dove sono tutti quei papponi di sinistra centro e destra ….. dove sono !?
    Solo con una rivoluzione si potreppe risolvere

  3. # Affranta

    Sono ragazzi livornesi minorenni. Colti sul fatto settimana scorsa che rubavano sul lungomare di notte. Ovviamente subito rilasciati.

  4. # Alessandro Ardenza

    E questa e’ diventata la nostra Italia…un grosso business solo per mantenere i nostri politici e le loro intoccabili pensioni d’oro con tutti i privilegi, annessi e connessi e poi non si riesce a trovare una somma per aiutare questa bambina..ma questo Stato un po’ di rispetto verso questi genitori disperati ce l’ha o non ce l’ ha????

  5. # Barbara S.p.t

    I barattoli li terrei solo nelle attività o nei posti dove ci sia controllo ma non nelle piazze o fuori all’aperto non è da farsi ne qui nè all’estero l’inciviltà purtroppo c’è da per tutto e la miseria idem