Cerca nel quotidiano:


Per la prima volta la luminaria in tutti i quartieri e 11 alberi

Iniziativa promossa dal Comune insieme al Lem. Per Adriano Tramonti primo banco di prova dopo la nomina a vice presidente Lem. Le varie accensioni saranno scaglionate fino all'8 dicembre

Mercoledì 18 Novembre 2020 — 15:55

di Chiara Montesano

Mediagallery

E come se non bastasse sulla Fortezza Nuova la scritta luminosa Riparti Livorno, all'ingresso dell'ospedale un cuore e i monumenti principali illuminati di rosso. Immancabile, infine, l'abete in piazza Grande

“In un momento particolare come questo le luci e i colori sono un elemento che può contribuire a tirarci su il morale”. Si è aperta così la conferenza stampa di mercoledì 18 novembre che ha visto sindaco, assessore al commercio Rocco Garufo e vice presidente del Lem Adriano Tramonti (al suo primo banco di prova da quando è stato eletto vice presidente Lem) presentare la luminaria di Natale organizzata dal Comune insieme al Lem.
Per la prima volta le luci natalizie accenderanno tutta Livorno, da Quercianella fino alla zona nord della città, per un totale di 41 strade (qui in basso l’elenco), 25 luminarie tradizionali, 11 abeti (di cui 1 a led in piazza Cavour e 1 offerto da Abate in piazza Grande) e due installazioni luminose, una in piazza Attias e una in piazza Grande, pensate per poter essere i soggetti di foto e selfie. Le vari accensioni saranno scaglionate fino all’8 dicembre 2020 e tutte le luci resteranno accese fino all’8 gennaio 2021.
Come se non bastasse sulla Fortezza Nuova sarà presente una scritta luminosa Riparti Livorno, all’ingresso dell’ospedale troveremo un cuore e i monumenti principali della città saranno illuminati di rosso. Immancabile infine, grazie ad Abate, l’abete in piazza Grande come ogni anno. Questo anno l’amministrazione comunale ha deciso di garantire la luminaria anche nei quartieri in cui i commercianti non possono contribuire economicamente per cui il contributo chiesto ai commercianti, che varia dai 50€ ai 70€, non è obbligatorio ma volontario. Il Comune per tutte queste iniziative ha investito 200.000€ . E di comune accordo con il Consorzio del Mercato l’amministrazione ha deciso di investire 90.000€ in illuminazione che rimarrà di proprietà del Comune per illuminare il Mercato e le vie circostanti dove l’illuminazione rimarrà attiva anche dopo la chiusura della struttura.
Le strade e le piazze interessate dalle luci sono:
Via Grande; Via Cambini; Via Cairoli; Via Borra; Corso Amedeo; Via Magenta; Via Ernesto Rossi; Via Marradi; Via dell’Origine; Via della Madonna; Via dell’Ardenza/La Rosa; San Jacopo in Acquaviva; Borgo Cappuccini; Zona Sorgenti; Via Palestro; Via Garibaldi; Via di Salviano/lato Salviano; Via di Salviano/lato Colline; Via Toscana; Via Provinciale Pisana; Via Mondolfi; Via Inghilterra; Via Gazzarrini; Via Mentana; Piazza XX Settembre; zona mercatale (via della Coroncina, piazza Cavallotti, via del Giglio, via del Cardinale); Quercianella.
Inoltre saranno posizionati 11 abeti in:
Via Poerio; Piazza Saragat; Marilia; Antignano; Via Garzelli/via Corridi; Piazza Garibaldi; Piazza della Vittoria; Centro commerciale La Leccia; Piazza del Luogo Pio; Piazza Grande (albero offerto dalla ditta Abate); piazza Cavour (albero a led)

Riproduzione riservata ©