Cerca nel quotidiano:


Pesca di frodo: sequestro e multa di 2000 euro

Fermati dei pescatori, sedicenti professionisti, intenti a pescare con un natante da diporto senza alcuna autorizzazione per l’esercizio della pesca professionale e con l’utilizzo di reti da posta di tipo “tremaglio”

Sabato 27 Febbraio 2021 — 17:53

Mediagallery

I trasgressori sono stati identificati e verbalizzati con una sanzione amministrativa di 2.000 euro, sequestro del pescato e dell’attrezzatura utilizzata (circa 800 metri di reti da posta) per violazione di norme nazionali e comunitarie in tutela della risorsa ittica

Dalle prime ore dell’alba di sabato 27 febbraio i militari degli Uffici Locali Marittimi di Vada e Cecina, sotto il diretto coordinamento della Capitaneria di Porto di Livorno, sono intervenuti in contrasto del fenomeno della pesca illegale che nella costa livornese e in particolar modo in quella di Cecina e Vada sta diventando sempre più frequente.

I militari, a seguito di varie segnalazioni pervenute nei giorni scorsi, sono intervenuti nelle prime ore del mattino con l’aiuto di un mezzo nautico del Corpo in merito a dei pescatori, sedicenti professionisti, intenti a pescare con un natante da diporto senza alcuna autorizzazione per l’esercizio della pesca professionale e con l’utilizzo di attrezzi per questa tipologia di pesca che nella fattispecie erano reti da posta di tipo “tremaglio”. I trasgressori sono stati identificati e verbalizzati con una sanzione amministrativa di 2.000 euro, sequestro del pescato e dell’attrezzatura utilizzata (circa 800 metri di reti da posta) per violazione di norme nazionali e comunitarie in tutela della risorsa ittica.
L’attività si configura nei compiti d’Istituto che il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, svolge per il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali a tutela della risorsa biologica e si colloca tra gli obiettivi principali della Guardia Costiera e per tale motivo simili attività proseguiranno anche nei prossimi giorni con l’intento di tutelare tutti coloro che agiscono nel pieno rispetto delle regole.

Riproduzione riservata ©