Cerca nel quotidiano:


Piazza del Luogo Pio: via ai lavori, stop al parcheggio

Per tutto il periodo che va dal 21 ottobre al 16 febbraio, il parcheggio di Santa Trinita (119 stalli) e i 17 posti auto in via Sant'Anna saranno riservati ai residenti h24

venerdì 18 Ottobre 2019 08:05

Mediagallery

Dal 21 ottobre iniziano i lavori per la riqualificazione di piazza del Luogo Pio. Questo comporta, nella fase di cantiere (dal 21 ottobre al 5 novembre), anche la chiusura del tratto di via degli Ammazzatoi che si affaccia sulla piazza, nel quale sarà rifatto il manto stradale, attualmente in pessime condizioni. Tale tratto sarà riaperto alla sosta a partire dal 7 novembre.

Dal 21 ottobre fino alla fine della mostra di Modigliani, sarà invece interdetta la sosta sulla piazza del Luogo Pio (zona antistante il complesso museale).

Per tutto il periodo che va dal 21 ottobre al 16 febbraio, il parcheggio di Santa Trinita (119 stalli) e i 17 posti auto in via Sant’Anna saranno riservati ai residenti h24. L’Amministrazione Comunale ha richiesto per questo periodo un costante monitoraggio da parte della polizia municipale, che provvederà alle debite sanzioni verso chi parcheggia in tali aree senza contrassegno.

“Abbiamo cercato di arrecare il minor disagio possibile ai residenti del quartiere – ha dichiara l’assessora alla mobilità Giovanna Cepparello – creando un’area di parcheggio riservata ai residenti, notte e giorno. D’altra parte è importante sottolineare che questa operazione sulla piazza del Luogo Pio rappresenta un primo passo per rigenerare l’intero quartiere in termini di decoro e di vivibilità. Stiamo lavorando in parallelo per l’installazione di una fontanella di acqua ad alta qualità, per potenziare i servizi di pulizia e garantire una maggiore presenza della nostra Polizia Municipale. A tutto questo si aggiunge il fondamentale lavoro di riqualificazione urbanistica della piazza che sta portando avanti la collega Viviani insieme ai tecnici del Comune”.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Massimo

    Scelta coraggiosa e doverosa questa è la strada da seguire!

  2. # Gianluca

    Quindi il miglioramento della vivibilità del quartiere passa dalla posa di un’altro strato di asfalto sulla Piazza. Interessante. I problemi del quartiere sono le buche davanti al Museo… abitando in Venezia sinceramente questo lo avrei messo in fondo alla lista, è evidente che abbiamo una visione diversa dei problemi.
    Sarò curioso anche di vedere quanti controlli verranno effettuati presso il parcheggio di S.Trinità nelle ore serali, quando il livornese medio verrà a cenare davanti a questa bellissima piazza ed il residente dovrà dannarsi l’anima per trovare un parcheggio. Ma i residenti devono essere tolleranti e pensare al bene della città, giusto? Solo richieste, anzi pretese, al residente… mai una decisione che vada a suo favore.

    1. # Ale

      E alle persone che hanno l’abbonamento annuale già pagato e a cui serviva il parcheggio per andare a lavoro nessuno ç’ha pensato?

    2. # Futuropossibile

      Probabilmente letta dal suo personale punto di vista ha ragione però mi faccia dire che le città progrediscono quando l’interesse generale va oltre l’interesse personale. Il tipico esempio sono le chiusure al traffico. Lucca ha costruito una macchina economica sull’abbinamento città vivibile/cultura.
      Io abito sul mare e a noi hanno messo gli stalli blu però da residente devo dire che la sosta selvaggia è molto migliorata.
      La Venezia (e Livorno in generale) ha tutto il potenziale per diventare attrattiva e per far questo i residenti non potranno più avere le comodità attuali.
      È solo una questione di come vogliamo vedere la nostra città nel futuro ma vedendo come vanno le cose economicamente e come stanno progredendo le città nel mondo inizierei a pensarci seriamente.

  3. # Non male dai

    – Via Del Bosco delle buche che fanno Spavento, da terzo mondo.
    – PULIZIA DELLE STRADE E DEI MARCIAPIEDI INESISTENTE. Cani che pisciano ovunque.
    – Villa Maurogordato invasa dai Cani ai quali è stata anche “dedicata” l’area privilegiata e gli umani non possono entrare.
    – L’illuminazione sulla terrazza (rattoppata male) e scarsa, d’inverno zona di nessuno.
    – Le Terme del Corallo abbandonate da secoli con quel cavalcavia davanti che cade a pezzi.
    – Piazza San Marco rimasta agli anni 70 sporca, sudicia e invivibile.
    – Piazza Attias riqualificata e abbandonata al degrado, piena di scritte e sudicio ovunque.
    – Parcheggi in centro sui marciapiedi, auto messe ovunque.
    – Il lungomare fino a antignano pieno di camper e furgoncini che fanno i cavoli loro senza pagare 1 euro.
    – La Fortezza Nuova abbandonata a sé stessa.
    – La Fortezza vecchia abbandonata a sé stessa.
    – Via Grande rimasta agli anni 50 con la pavimentazione rotta, malandata e sudicio ovunque.
    – Lo Stadio che cade a Pezzi da terzo mondo.
    – L’ippodromo abbandonato a sé stesso in malora.
    – L’inceneritore, roba da terzo mondo, che di notte aumenta le emissioni sperando che nessuno se ne accorga avvelenandoci tutti Pisani compresi.
    – L’offshore che per 2 giorni perde gpl in mare alla massima capienza, forte odore in tutta la città e nessuno dice nulla. Sindaco Compreso che fa finta di nulla.
    – Zona fabbricotti le auto messe anche sui muri fra poino.
    – Al Picchianti edificio gigante di vetro voto mai finito pericolante.
    – il grattacielo della cigna vuoto abbandonato occupato pericolante.
    -montenero e il curvone pieno di rifiuti di ogni sorta, tinte che penetrano perfino nelle falde acquifere.
    – Parco Pertini abbandonato con l’ex pirelli che cade a pezzi (pezzo di storia del liberty industriale da valorizzare)
    – il mercatino americano prima spostato poi abbandonato a sé stesso.
    – Un campo scuola fatiscente, privo di strutture all’altezza.
    – La Valle Benedetta piena di rifiuti di ogni tipo. Fuori dai bidoni, deserta.
    – IL modigliani Forum abbadnonato coi parcheggi pieni di vegetazione, sudici.
    – I topi in centro che fanno colazione coi gabbiani dentro i cassonetti.
    – il degrado in via giordano bruno e i residenti abbandonati a sé stessi.
    – Il ponte di calafuria che casca a Pezzi.
    – Lo scoglio della regina rimodernato e abbandonato a sé stesso senza manutenzione. Vetri rotti.
    – Rifiuti Ovunque lungo l’aurelia.

    1. # Evaristo

      E che vuoi che sia… l’ importante è che il Livorno vinca la partita domenica prossima!

  4. # Al Picchianti NO???

    Spero che verranno fatti i controlli al parcheggio per residenti di Santa Trinità perché se succederà come per Effetto Venezia siamo rovinati … comunque gli stalli blu magari per il periodo potreste lasciarli esclusivamente per i residenti…e poi caro sindaco si ricordi il limite a le richieste di apertura dei locali, oramai il quartiere è saturo e non dovreste dare più permessi per aprire altri locali e soprattutto i tavolini fuori che occupano posti auto,prima i residenti, siempre!

  5. # Gino

    Ma non vi rendete conto che parlate ai sordi?

  6. # Cristiana

    Sono pronta a “sacrificarmi ” per il benessere della mia città, ma non sono disposta a farlo per le persone che vengono nel quartiere solo per andare a cena o a bere qualcosa dopo cena … con il risultato che io quando torno la sera a casa devo parcheggiare ad un km. e i graditi ospiti davanti al locale. Io quando vado a Lucca parcheggio fuori delle mura e vado in centro a piedi. ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.