Cerca nel quotidiano:


Pisa-Livorno in A12, c’è lo sconto del 70%

Durante la riunione a Roma è stata convenuta una riduzione del 70% del costo del pedaggio tra Pisa Centro e Livorno Centro e un'anticipazione della fine dei lavori

Martedì 18 Ottobre 2016 — 17:41

Mediagallery

Si è tenuto il 18 ottobre a Roma, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un tavolo tecnico promosso dal viceministro Riccardo Nencini riguardante i lavori sull’Aurelia in località Tombolo, sulla Pisa-Livorno. Durante la riunione è stata convenuta una riduzione del 70% del costo del pedaggio tra Pisa Centro e Livorno Centro e un’anticipazione della fine dei lavori, la cui scadenza era in un primo tempo prevista per il 23 dicembre 2016.
“Questi interventi daranno una spinta alle aziende e a tutta l’utenza toscana che quotidianamente percorre la statale Aurelia. I lavori di consolidamento del ponte di ‘Tombolo’ permetteranno di ripristinare un collegamento essenziale che faciliterà gli spostamenti di persone e merci tra Pisa e Livorno” – ha dichiarato Nencini a margine della riunione. “Con l’attraversamento quotidiano di migliaia di pendolari, era doveroso minimizzare i disagi per chi viaggia quotidianamente su questo tratto” – ha proseguito. “Con la riduzione del costo del pedaggio abbiamo trovato una soluzione per concludere i lavori senza gravare sulle tasche dei cittadini. Un ottimo compromesso” – ha concluso il viceministro.
Al tavolo tecnico hanno preso parte Vincenzo Ceccarelli, assessore alle infrastrutture, mobilità, urbanistica e politiche abitative della Regione Toscana; Antonio Mazzeo, presidente della Commissione istituzionale per la ripresa economico-sociale della Toscana costiera; Francesco Gazzetti, del Consiglio Regionale Toscana; Mauro Coletta, direttore generale della Direzione generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali; Enrico Becattini, direttore alle infrastrutture e trasporti della Regione Toscana; Andrea Serfogli, assessore ai lavori pubblici del Comune di Pisa, rappresentanti dell’Anas e degli altri soggetti coinvolti.

 

 

Riproduzione riservata ©

40 commenti

 
  1. # natoil4luglio

    …è stata convenuta….cioè in vigore da quando????
    Quando avranno già finito i lavori?

  2. # Popone

    e a chi lavora sul mare? a loro niente sconto? magari un parcheggio riservato per il suv davanti la baracchina!!!

    1. # mi fate ride

      Povero popone che discorsi…. Sei ossessionato dai SUV in doppia fila. Vai a lavorare così te lo puoi permettere anche te un SUV. Se vai su autoscout trovi JEEP e Land Rover, i quali non sono SUV ma veri e robusti fuoristrada, al prezzo di un 50ino nuovo. Ragioni te che magari vai a giro con la 500 nuova da 15’000€. Bravo furbo.

  3. # terranovas

    finalmente una decisione sensata che viene incontro ai disagi dei cittadini

  4. # Fox65

    Credo che sarebbe meglio scontare la tratta solo per chi entra ed esce nei 2 caselli e non anche per gli alti

  5. # peter

    Per chi lavora sono sempre troppi 54 centesimi a tratta, a fine mese sono circa 24 Euro in menonel budget delle famiglie.

    1. # gaetano

      perdonami, ma allungare 20 km all’andata e 20 al ritorno costino piu’ dei 24 euro al mese. meglio di nulla o no?. vuoi mettere 40 km di traffico o 10/15 di autostrada a 54 centesimi?

  6. # De ma de !!!

    —mentre per il ‘Balzello’ applicato dall’allora Ministro Matteotti nella tratta Vada – Cecina , nessuno fa’ ancora niente…

    1. # Giorgia

      Giusto!!! Quello si Che è una vergogna!!!

  7. # Dilvo

    Secondo me l’accordo non doveva esser fatto, chi si sposta normalmente da Livorno a Pisa o viceversa non doveva pagare nulla. Politici troppo morbidi.
    Mi immagino la società autostradale quando avrebbe ‘rimesso’ anzi sarebbe stato uno stimolo a terminare prima i lavorio…vediamo la data del fine lavori poi riscriviamo…per Rosignano ci pensa il Franchi è tutto Lui….(a posto)

  8. # mako

    prima dicevano che i lavori finivano il 16 dicembre ora dicono che la scadenza era prevista per il 23…

  9. # mah

    Dal sito del Ministero infrastutture.
    Il rimborso del 70% del pedaggio può essere richiesto per ogni veicolo dei residenti pendolari nei comuni interessati presentando, alla Concessionaria Autostradale Salt Spa, blocchi di scontrini di pagamento relativi alla tratta percorsa e un’autocertificazione che contenga luogo di residenza e i motivi del pendolarismo.

    Ogni 20 scontrini presentati si otterranno, in rimborso, 14 buoni di pedaggio gratis per la stessa tratta di percorrenza.

    L’agevolazione avrà decorrenza dalle ore 00.00 del 20 ottobre 2016

  10. # Ciccia

    Dal sito del ministero infrastrutture…roba da matti!
    Il rimborso del 70% del pedaggio può essere richiesto per ogni veicolo dei residenti pendolari nei comuni interessati presentando, alla Concessionaria Autostradale Salt Spa, blocchi di scontrini di pagamento relativi alla tratta percorsa e un’autocertificazione che contenga luogo di residenza e i motivi del pendolarismo.
    Ogni 20 scontrini presentati si otterranno, in rimborso, 14 buoni di pedaggio gratis per la stessa tratta di percorrenza.
    L’agevolazione avrà decorrenza dalle ore 00.00 del 20 ottobre 2016

    1. # leonardo

      se veramente è così , complimenti ai consiglieri regionali .
      poi magari mi danno i 14 scontrini quando la strada verrà riaperta
      ANCORA COMPLIMENTI

  11. # beppe

    ma se uno esce a pisa nord ha lo sconto?

  12. # Antonio Caprai

    Io me li faccio di corsa 20 Km….

  13. # Ersilio

    “Ogni 20 scontrini presentati si otterranno, in rimborso, 14 buoni di pedaggio gratis per la stessa tratta di percorrenza”.
    Ora: 20 scontrini a 1.80 euro l’uno sono 36 euro. Mi danno 14 scontrini gratis… totale 34 scontrini che ho pagato 36 euro. 36 diviso 34 fa 1.06 euro a scontrino… non mi sembra uno sconto del 70%.

  14. # steve

    a) magari se ci date un po’ d’indicazioni come fare domanda e documenti prima che finiscano i lavori ci fà piacere;
    b) la taccagneria e pellaiaggine della salt non si smentisce mai; ma
    da buon genovesi almeno il 30% lo devono prendere,…

  15. # steve

    tutto fa ben venga! Però mi chiedo, visto che le altre arterie sono alla totale congestione, dicasi un ora da Ospedaletto – Livorno contro i normali 20-25 minuti, i grandi ingegneri dell’Anas non potevano subito pensare a una deviazione in loco, visto che le basi per una viabilità alternativa esistevano già? In un’azienda privata un errore del genere si paga con il posto di lavoro…

  16. # bollicine

    ma un rimborso più cervellotico non lo potevano inventare??? Roba da matti. A parte il fatto che la tratta avrebbe dovuto essere TOTALMENTE gratuita e da subito, se uno fa da Pisa a Livorno o viceversa è chiaro che lo fa per motivi di lavoro o di studio e non per andare all’IKEA. A questo punto basterebbe far pagare i 50 e passa centesimi ad ogni passaggio che ricevere buoni gratuiti a posteriori. E’ solo un modo per scoraggiare il rimborso.

  17. # nunzio

    Raccogliere gli scontrini, fare domanda, fare l’autocertificazione , consegnarli alla società autostradale, attendere l’esame della pratica, ecc. ecc.
    Ma non sarebbe stato più corretto semplicemente annullare o ridurre il pedaggio automaticamente dopo aver percorso la tratta?
    Come al solito siamo alle complicazioni delle cose semplici per scoraggiare gli utenti.
    Complimenti ai nostri ottimi e concreti politicanti che riescono ad ottenere simili concessioni !

  18. # Lukas

    Quindi chi utilizza il telepass nisba?

    1. # Logis

      Anch’io vorrei sapere le modalità per il TELEPASS (non oso pensare che non sia previsto).
      Per la modalità CON BIGLIETTO mi sembra che il COSTO (tutto compreso) sia superiore al BENEFICIO.

  19. # Burocrazia

    Lo sconto (dopo lunga trafila burocratica) NON è del 70% ma di POCO PIU’ DEL 40%. Notizie solo imprecise o elettorali? Non era più semplice calibrarlo sul biglietto d’ingresso in automatico? Aveva paura di rimetterci troppo la SAT, considerando che continuiamo a pagare per autostrade quasi centenarie? Nei paesi civili una volta ripagata la spesa di costruzione l’autostrada non si paga più.

    1. # Povera Italia

      ….appunto nei paesi civili…. Che amarezza!!!

    2. # Ilario

      Perché solo del 40%?Concordo con tutto quello che dici ma i conto non tornano. Ogni 10 passaggi te ne regalano 7 quindi lo sconto è del 70%. Anche se in realtà il minimo di passaggi da fare è 20. Quindi ogni 20 passaggi te ne regalano 14

      1. # Lukas

        Quindi fai 34 passaggi ed hai pagato 36€. Totale per passaggio 1.06€ (sconto 41%)
        Se ti facessero lo sconto al singolo passaggio pagheresti 1.8€-70% e cioè 0.54€.
        Chiaro?

      2. # Ersilio

        20 viaggi = 36 euro (che pago)
        mi danno 14 viaggi “gratis”
        in totale ho 34 (20 + 14) viaggi ed ho pagato 36 euro.
        36/34= 1.06 a viaggio = 41% di sconto

      3. # Ilario

        Hai ragione!!!Scusa la matematica non è il mio forte! pago 34 corse al prezzo di 1,05 invece che 1,80.Quindi lo sconto è del 40% circa!!

        1. # Morchia

          Non ti rammaricare, è il ragionamento che ti propongono che è fatto apposta per imbrogliare la gente.

  20. # Ivano

    Attenzione perche e’ un rimborso, e non uno sconto, sono cose diverse. Per il rimborso si deve per prima cosa fare almeno 20 passaggi, per vedersene rimborsati 14.
    Attenzione quindi che gli eventuali giorni “restanti” non saranno rimborsati, Se io passassi 27 giorni dall autostrada, gli ultimi 7 son tutti a prezzo pieno.
    Poi, per chi usa il telepass?

  21. # rena

    beh i consiglieri regionali che hanno chiesto questa facilitazione si dovrebbero scusare con gli elettori perché una fregatura di questa entità era da tempo che non si vedeva bravi proprio un bel lavoro

    1. # Autoreferenziali

      Ma per loro è solo pubblicità. Come per i sottosegretari. Ragazzi, ma non vi siete accorti che tutti (sindacati compresi) fanno soprattutto discorsi anche quando sembra che ti aiutino ? E’ la cosa peggiore. Va bene essere fregati, ma anche esser presi in giro…

  22. # pasquino

    Non capisco i commenti positivi.
    L’unica soluzione SENSATA era eliminare il pedaggio tra le stazioni di Livorno e Pisa, per TUTTI.
    STOP.
    Perchè il 70%?
    Perchè solo i residenti a Livorno e Pisa?
    Perchè il casino dei rimborsi a posteriori?
    Perchè, soprattutto, il rimporso con altri buoni?

    Siamo nel ridicolo!

  23. # vasco

    Oltre ad essere incompetenti vi fate prendere in giro e prendete in giro! Lo sconto che sbandierate con i titoli di giornale e che rivendicate pure su Facebook (vedi Gazzetti sul suo profilo) del 70% in realtà è solo del 40% e talmente cervellotico che nessuno lo richiederà. La vostra ignoranza porterà il paese in mano a Grillo o peggio ancora a Salvini.

  24. # Roba da politici

    Ragazzi, chiudiamola qui. Ormai è noto a tutti cosa sbandierano e cosa c’è in realtà. Vi serva da lezione. Non credete alla propaganda. D’ora in poi prima di dire “bravo” toccate con mano… ve la dovrete lavare. Basta con le promesse dei politici. Sono prese in giro.

  25. # dilvo

    Invito i politici, che erano presenti alla riunione a scrivere qualcosa su questo post o è troppo difficile!!!
    Uffici Politici Complicazioni Affari Semplici. UPCAS.

  26. # magallanes

    Una farsa pubblicitaria come al solito. E fanno anche le riunioni per tirare fuori le solite cavolate. Per avere lo sconto dovremo sbatterci tra un ufficio e l’altro, un a marea di fogli da conservare, andare al punto autostrade…alla fine ti portano a non farne di nulla

  27. # alberto franzoni

    il tratto Livorno Pisa a/r doveva essere gratuito per gli utenti, che giornalmente effettuano la tratta per lavoro,doveva intervenire la regione, e già che ci siamo il Gazzetti, consigliere regionale del PD, cosa ne dice?

  28. # Logis

    TELEPASS: niente sconto

    Ho avuto la risposta direttamente dall’Assistenza clienti: perla su perla!