Cerca nel quotidiano:


Piscina e non solo, riapre la Bastia

Domenica 21 novembre alle 10 l'inaugurazione della struttura. Il complesso sportivo La Bastia è rimasto chiuso dal 10 marzo 2020, cioè dall'inizio del primo lockdown. Durante l'estate scorsa (2021) è stata esperita la gara per l'affidamento dell'appalto di servizio che ha visto aggiudicataria la società Virtus Buonconvento

Venerdì 19 Novembre 2021 — 08:01

Mediagallery

Si inaugura domenica 21 novembre alle 10 la piscina “Massimo Rosi” nel complesso La Bastia alla presenza del sindaco Luca Salvetti, dell’assessore al Sociale Andrea Raspanti, del presidente del Consiglio Comunale di Livorno Pietro Caruso, del consigliere regionale Francesco Gazzetti, della moglie del nuotatore Massimo Rosi a cui è intitolata la piscina, del delegato provinciale del Coni Gianni Giannone, del presidente Uisp Terre Etrusco Labroniche Daniele Bartolozzi, del presidente della Virtus Nuoto Buonconvento Gianluca Valeri.

Il complesso sportivo La Bastia è rimasto chiuso dal 10 marzo 2020, cioè dall’inizio del primo lockdown. Durante l’estate scorsa (2021) è stata esperita la gara per l’affidamento dell’appalto di servizio che ha visto aggiudicataria la società Virtus Buonconvento.

Il 17 settembre è stata consegnata la palestra che ha aperto i battenti tre giorni dopo, il 20 settembre. Infine, successivamente agli interventi di rifunzionalizzazione della vasca, anche la piscina è stata consegnata alla Virtus e precisamente lunedì 15 novembre.

I lavori alla piscina sono stati eseguiti a seguito di deliberazione di Giunta n. 397 del 27.07.2021 con la quale è stato approvato il progetto definitivo per la riparazione della lesione del fondo vasca e per le infiltrazioni nella zona delle tribune spettatori lato piscina e lato palestra, per un importo complessivo di 50 mila euro.

La ditta esecutrice a cui il Comune ha affidato i lavori è la Società Prog&Co. Srl con sede a Livorno

L’intervento ha compreso la riparazione della piscina e la riparazione degli elementi di raccolta e regolazione delle acque piovane dal tetto, in corrispondenza dei lati soprastanti le tribune della palestra e della piscina, in quanto in stato di forte degrado.

I due interventi di riparazione hanno richiesto un’attenta analisi preliminare eseguita mediante sondaggi e verifica dello stato dei luoghi, individuando successivamente le più corrette tecnologie specifiche per la loro risoluzione, con particolare riferimento al ripristino della lesione della piscina.

E’ stato infatti necessario individuare materiali e cicli di lavorazioni aventi particolare specificità, per il ripristino della lesione e l’integrazione della nuova impermeabilizzazione con quella d’origine della vasca stessa, per la garanzia di tenuta della riparazione agli agenti chimici sanificanti contenuti nell’acqua stessa (Dicloro e Tricloro) e soprattutto per il mantenimento delle caratteristiche di omologazione dell’impianto.

Il villaggio La Bastia, grazie ad un pool di associazioni, è stato valorizzato con interventi che hanno riguardato: il rifacimento del manto erboso esterno dove è stata realizzata una pista per mountain bike e una di bike trial, uno spazio sgambatura per carni ed uno per l’agility dog, uno spazio per la ginnastica funzionale e crossfit. Riaperto anche il bar “Il Bocconcino” che si è dotato di un’area giochi.

Il Villaggio La Bastia è pienamente accessibile dalle persone con disabilità in quanto non ha barriere architettoniche sia all’interno che all’esterno. Proprio per questo l’impianto è usato dagli atleti paralimpici di nuoto e basket.

La giornata di domenica vedrà un susseguirsi di eventi successivi alla conferenza stampa inaugurale, sia all’interno nella piscina, sia all’esterno, con dimostrazioni di nuoto per salvamento, didattica subacquea, nuoto sincronizzato, basket in carrozzina, pattinaggio, ginnastica artistica e balli di gruppo, agility dog, bike trial e crossfit pink.

Riproduzione riservata ©